Apri il menu principale

BiografiaModifica

Giovanissimo si arruola in Marina dove diviene incursore del COMSUBIN e partecipa alla missione militare italiana in Libano dal 1982 al 1984.

Inizia la sua carriera al teatro "Gebel Hamed" di Erice diretto da Carlo Quartucci e Carla Tatò e poi a Milano, come allievo di Piero Mazzarella (di cui non è parente). Debutta al cinema nel 1990 in Stanno tutti bene, diretto da Giuseppe Tornatore e successivamente in Nirvana di Gabriele Salvatores.

La grande occasione gli arriva nel 1998, quando viene chiamato a interpretare il ruolo di Marcel Proust nel film Il tempo ritrovato di Raúl Ruiz, presentato al Festival di Cannes.

Nel 2003 recita nel terzo episodio della serie televisiva Ultimo - L'infiltrato, nel ruolo di un boss nemico di Ultimo a fianco di Tony Sperandeo.

In seguito interpreta il ruolo di Placido Rizzotto nel film omonimo diretto da Pasquale Scimeca e partecipa a film come Preferisco il rumore del mare di Mimmo Calopresti, La siciliana ribelle di Marco Amenta, Notturno bus di Davide Marengo, Fortapàsc di Marco Risi, Baarìa di Tornatore, e la miniserie televisiva Lo scandalo della Banca Romana.

Nel 2014 firma il soggetto del film Biagio di Scimeca. Nello stesso anno partecipa con il cortometraggio L'ospedale delle bambole al 48h film project, interpretando il marito di Imma Piro. Il film breve, diretto dal regista Francesco Felli, viene premiato per la migliore regia e sceneggiatura.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316535359 · ISNI (EN0000 0001 3040 6069 · GND (DE1073715922 · WorldCat Identities (EN316535359