Apri il menu principale
March 751
March 751 at Barber 02.jpg
La 751 durante un'esibizione
Descrizione generale
Costruttore bandiera  March Engineering
Categoria Formula 1
Squadra March Engineering, Penske
Progettata da Robin Herd
Sostituisce March 741
Sostituita da March 761
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio monoscocca in alluminio
Motore Ford Cosworth DFV, V8, posteriore longitudinale
Dimensioni e pesi
Passo 2470 mm mm
Peso 576 kg kg
Altro
Carburante Shell
Sunoco
Pneumatici Goodyear
Avversarie Ferrari 312 T, McLaren M23, Lotus 76, Brabham BT44, Hesketh 308
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio del Sudafrica 1975
Piloti Italia Vittorio Brambilla
Italia Lella Lombardi
Germania Hans-Joachim Stuck
Stati Uniti Mark Donohue
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
12 1 1 1
Campionati costruttori 0
Campionati piloti 0

La March 751 è una monoposto da competizione prodotta dalla March Engineering utilizzata dalla casa inglese e dalla Penske durante il Campionato mondiale di Formula 1 1975.

Progettata da Robin Herd, era guidata da Vittorio Brambilla, Lella Lombardi e Hans-Joachim Stuck, oltre che da Mark Donohue della Penske. Con tale modello Brambilla ottenne la sua unica vittoria in carriera al Gran Premio d'Austria 1975.

VetturaModifica

La 751 venne concepita da Herd con un basso budget e altro non rappresentava se non una semplice evoluzione della 741, differente per un telaio più rigido e leggero.[1] Era equipaggiata da un motore Ford Cosworth DFV V8 gestito da un cambio Hewland DG 400 a cinque marce.[1] I freni, invece, erano gli stessi utilizzati dalla vetture di Formula 2 e rappresentavano uno dei punti più deboli della monoposto.[2]

Della 751 vennero prodotti sei telai, di cui lo 05 utilizzato dalla Penske.[2]

NoteModifica

  1. ^ a b Mario Donnini, La baby di Vittorio, in Grand Prix Legends - Autosprint, 19 marzo 2013, p. 2.
  2. ^ a b Mario Donnini, Sei F.1 tutte kappaò, in Grand Prix Legends - Autosprint, 19 marzo 2013, p. 6.

Altri progettiModifica