Marcigliana (zona di Roma)

3ª zona dell'Agro romano
Z. III Marcigliana
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaRoma Roma
CittàRoma-Stemma.png Roma Capitale
CircoscrizioneMunicipio Roma III
Data istituzione13 settembre 1961
Codice403
Superficie49,32 km²
Abitanti6 785 ab.
Densità137,58 ab./km²
Mappa dei quartieri di

Coordinate: 42°00′22.87″N 12°32′34.94″E / 42.006352°N 12.543039°E42.006352; 12.543039

Marcigliana è la terza zona di Roma nell'Agro Romano, indicata con Z. III.

Il nome deriva dal Fundus Marcellianus, appartenuto alla famiglia romana dei Marcelli, ramo della gens Claudia.

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Si trova nell'area nord del comune, a ridosso del confine con i comuni di Riano e Monterotondo.

La zona confina:

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture civiliModifica

Orfanotrofio femminile, negli anni settanta viene convertito ad istituto geriatrico e, successivamente, abbandonato.[5]

Architetture religioseModifica

 
La chiesa di Sant'Antonio da Padova
Sorgeva su un sepolcro del II secolo ed era alta due piani. Fu distrutta fra il 1973-74 per la realizzazione di una nuova linea elettrica.
Parrocchia eretta il 19 marzo 1938 con il decreto del cardinale vicario Francesco Marchetti Selvaggiani "Universo gregi". Il territorio è stato desunto da quello della parrocchia di Sant'Alessandro.

Siti archeologiciModifica

Viila studiata parzialmente perché coperta da un edificio moderno, quindi ricoperta in toto.

Aree naturaliModifica

Geografia antropicaModifica

UrbanisticaModifica

Nel territorio della Marcigliana si estendono, a sud l'intera zona urbanistica 4M Settebagni e il settore ovest della 4N Bufalotta, a nord gran parte della 4O Tor San Giovanni. A sud della zona si trova anche l'area urbana denominata Cinquina.

Suddivisioni storicheModifica

Del territorio della Marcigliana fanno parte le frazioni di Settebagni e Vallericca.

OdonimiaModifica

Le strade di zona sono dedicate ad attori, ingegneri, scrittori, religiosi e a comuni delle Marche e della Toscana.

Una strada, via della Lucarie, è a ricordo delle feste dell'antica Roma che si celebravano il 19 e il 21 luglio dedicate alle divinità boschive, un'altra è dedicata a Lello Maddaleno, munifico e benemerito patrizio romano proprietario di Castel Giubileo nel XIV secolo.

Con via della Marcigliana, salita della Marcigliana, via della Bufalotta, via di Settebagni e la consolare via Salaria, vi sono poi denominazioni locali.

Infrastrutture e trasportiModifica

 È raggiungibile dalla stazione di: Settebagni.

NoteModifica

  1. ^ Separata dal fosso Ornale, a partire dal punto 42°00′53.76″N 12°36′15.32″E / 42.014932°N 12.604256°E42.014932; 12.604256 alla confluenza nel fosso di Tor San Giovanni 41°59′38.3″N 12°34′13.43″E / 41.993971°N 12.570398°E41.993971; 12.570398, quindi da questo fino a via della Marcigliana 41°59′27.08″N 12°33′40.99″E / 41.990856°N 12.561385°E41.990856; 12.561385, poi questa fino a via della Bufalotta e quest'ultima fino al GRA.
  2. ^ Separata dal Grande Raccordo Anulare, dall'altezza di via di Settebagni fino al ponte di Castel Giubileo sul Tevere.
  3. ^ Separata dal fiume Tevere, dal ponte di Castel Giubileo alla confluenza della marrana di Prima Porta 41°59′42.53″N 12°30′04.19″E / 41.995147°N 12.501164°E41.995147; 12.501164
  4. ^ Separata dal fiume Tevere, dalla confluenza della marrana di Prima Porta fino al punto 42°04′23.09″N 12°33′04.29″E / 42.07308°N 12.551191°E42.07308; 12.551191.
  5. ^ Orfanotrofio della Marcigliana, su Lost Italy, 22 giugno 2015.
  6. ^ Marina De Franceschini, cap. 9. Villa della Marcigliana, pp. 48-51.

BibliografiaModifica

  • Marina De Franceschini, Ville dell'Agro romano, Roma, L'Erma di Bretschneider, 2005, ISBN 978-88-8265-311-8.

Altri progettiModifica

  Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma