Marco Arnolfo

arcivescovo cattolico italiano
Marco Arnolfo
arcivescovo della Chiesa cattolica
Mons. Marco Arnolfo.jpg
Mons. Arnolfo il giorno della sua ordinazione episcopale, l'11 maggio 2014.
Coat of arms of Marco Arnolfo.svg
Contemplata aliis tradere
 
TitoloVercelli
Incarichi attuali
 
Nato10 novembre 1952 (67 anni) a Cavallermaggiore
Ordinato presbitero25 giugno 1978 dall'arcivescovo Anastasio Alberto Ballestrero, O.C.D. (poi cardinale)
Nominato arcivescovo27 febbraio 2014 da papa Francesco
Consacrato arcivescovo11 maggio 2014 dall'arcivescovo Cesare Nosiglia
 

Marco Arnolfo (Cavallermaggiore, 10 novembre 1952) è un arcivescovo cattolico italiano, dal 27 febbraio 2014 arcivescovo metropolita di Vercelli.

BiografiaModifica

Nasce a Cavallermaggiore, in provincia di Cuneo ed arcidiocesi di Torino, il 10 novembre 1952, da Pietro e Maddalena.

Formazione e ministero sacerdotaleModifica

Frequenta il seminario minore di Rivoli e successivamente i corsi di filosofia e teologia presso la sezione di Torino della Facoltà teologica dell'Italia settentrionale. Dopo il biennio di specializzazione in teologia pastorale presso la sezione di Torino della Università Pontificia Salesiana, si laurea in fisica all'università degli Studi di Torino.

Il 25 giugno 1978 è ordinato presbitero a Monasterolo di Savigliano dall'arcivescovo Anastasio Alberto Ballestrero (poi cardinale). È dapprima viceparroco del duomo di Chieri e della parrocchia dei Santi Pietro e Paolo di Santena, poi rettore del seminario minore di Torino dal 1987 al 2001, e parroco della parrocchia di San Giovanni Battista di Orbassano, la più popolosa dell'arcidiocesi di Torino con i suoi 25 000 battezzati. Nel 2008 diventa vicario episcopale per il settore Torino Ovest dell'arcidiocesi.

Il 20 marzo 2010 è nominato cappellano di Sua Santità da papa Benedetto XVI e quindi riceve il titolo di monsignore.

Ministero episcopaleModifica

Il 27 febbraio 2014 papa Francesco lo nomina arcivescovo metropolita di Vercelli[1]; succede ad Enrico Masseroni, dimessosi per raggiunti limiti di età. Riceve l'ordinazione episcopale l'11 maggio successivo, nella cattedrale di Vercelli, dall'arcivescovo Cesare Nosiglia, coconsacranti l'arcivescovo Enrico Masseroni ed il vescovo Gabriele Mana; durante la stessa celebrazione prende possesso dell'arcidiocesi. Il 29 giugno riceve il pallio da papa Francesco nella basilica di San Pietro in Vaticano.

Il 22 maggio 2018 è eletto vicepresidente della Conferenza episcopale piemontese.

Ricopre il ruolo di delegato per i problemi sociali ed il lavoro della Conferenza episcopale piemontese ed è membro della Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace e del Comitato scientifico e organizzatore delle Settimane Sociali dei Cattolici Italiani.

Genealogia episcopaleModifica

Successione apostolicaModifica

OnorificenzeModifica

  Grande ufficiale dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
— 26 ottobre 2014

NoteModifica

  1. ^ Rinuncia dell'Arcivescovo Metropolita di Vercelli (Italia) e nomina del successore, su Bollettino della Sala Stampa della Santa Sede, 27 febbraio 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica