Marco Forcellini

poeta, letterato e magistrato italiano

Marco Forcellini (Campo, 25 aprile 1712Susegana, 27 novembre 1794) è stato un poeta, letterato e magistrato italiano.

BiografiaModifica

Marco Forcellini nacque a Campo, attuale frazione di Alano di Piave, da una famiglia contadina, ma non per questo priva di personalità di spicco: il maggiore dei suoi fratelli, Egidio, fu un famoso lessicografo[1], autore fra l'altro del dizionario latino Totius Latinitatis lexicon[2].

Studiò dapprima nel seminario vescovile di Ceneda, odierna Vittorio Veneto, dove suo fratello Egidio fu professore di retorica dal 1724 al 1731, e successivamente al seminario di Padova, dove si trasferì al seguito del fratello. Non prese tuttavia gli ordini sacri: si laureò in legge all'università di Padova ed esercitò la professione forense a Venezia. Fu successivamente magistrato e vicario della Repubblica di Venezia.

Assieme al nipote Andrea Forcellini, noto commendatore e cancelliere della sua Repubblica di residenza, avviò un ambizioso progetto ingegneristico (nonostante gli studi letterari del nativo di Campo), il quale, successivamente, grazie all'aiuto del letterato Marco Vincenzi, risultò particolarmente redditizio a tutta la famiglia Forcellini.

La passione di Marco Forcellini rimase tuttavia la letteratura, e in particolare la poesia. Fece parte dell'Accademia letteraria tradizionalista dei Granelleschi, fondata dai fratelli Carlo e Gasparo Gozzi[3], ma soprattutto fu amico dell'abate Natale Dalle Laste col quale si cimentò con una singolare tecnica compositiva: entrambi scrivevano composizioni, in collaborazione, nelle quali ciascuno dei due scriveva alternativamente un verso alla volta. Si trattava di composizioni d'occasione, il cui valore poetico è giudicato attualmente nullo[4]. Marco Forcellini tuttavia pubblicò anche documenti importanti nella storia della letteratura italiana, come la raccolta delle opere di Sperone Speroni in cinque volumi nel 1740[5] o di Giovanni Della Casa in tre volumi nel 1752[6].

Morì in ritiro nel castello di San Salvatore, ospite della famiglia Collalto.

NoteModifica

  1. ^ Egidio Forcellini, Lettere di Egidio Forcellini al fratello Marco con la biografia di Egidio ed altre aggiunte. Padova : Tip. del Seminario, 1876
  2. ^ Totius Latinitatis lexicon, consilio et cura Jacobi Facciolati opera et studio Aegidii Forcellini, lucubratum. Patavii : typis Seminarii, 4 voll., 1771
  3. ^ Gasparo Gozzi, Opere in Versi e in Prosa del conte Gasparo Gozzi viniziano. In Venezia : da' torchj di Carlo Palese, 1794, Vol. I, p. XV [1]
  4. ^ Natale Dalle Laste e Marco Forcellini, Canti di Natal Dalle Laste, e di Marco Forcellini per le nozze della contessa Catterina Bellati e del conte Giuseppe di Porcia. In Venezia : per Antonio Mora, 1744
  5. ^ Opere di M. Sperone Speroni degli Alvarotti tratte da' mss. originali. In Venezia : appresso Domenico Occhi, 1740 (In Venezia : per Gasparo Ghirardi, 1740)
  6. ^ Opere di monsignor Giovanni Della Casa. In Venezia : appresso Angiolo Pasinelli, 1752. Comprende: Tomo primo contenente le rime e i versi latini, Tomo secondo contenente le Lettere, Tomo terzo contenente le Prose latine e toscane

BibliografiaModifica

  • Bartolommeo Gamba, Forcellini (Marco), in Emilio De Tipaldo (a cura di), Biografia degli italiani illustri nelle scienze, lettere ed arti del secolo XVIII, e de' contemporanei, compilata da letterati italiani di ogni provincia, Venezia, dalla tipografia di Alvisopoli, 1834-1845, vol. II, p. 92-5.
  • A. Franceschi (a cura di), Carteggio sopra un rifiuto di due orologi d'oro ricusati per motivi di onore da Natale delle Laste e Marco Forcellini / con altre lettere aggiunte e la biografia dello stesso Forcellini. Rimini : Tip. Malvolti, 1884
  • G. Fagioli Vercellone, «FORCELLINI, Marco (Marco Antonio)». In: Dizionario Biografico degli Italiani, Roma: Istituto dell'Enciclopedia Italiana, Vol. XLVIII (on-line)

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN56998191 · ISNI (EN0000 0000 6128 9793 · LCCN (ENnr98001546 · GND (DE1033925764 · BNF (FRcb10434418m (data) · BAV (EN495/117614 · CERL cnp02073874 · WorldCat Identities (ENlccn-nr98001546