Apri il menu principale
Marco Visconti
Pamela Villoresi 1975.jpg
Pamela Villoresi in una sequenza dello sceneggiato
PaeseItalia
Anno1975
Formatominiserie TV
Generestorico, biografico, avventura, sentimentale
Puntate6
Lingua originaleitaliano
Dati tecnicirapporto: 4/3
Crediti
RegiaAnton Giulio Majano
Soggettodal romanzo di Tommaso Grossi
SceneggiaturaFranco Monicelli
Anton Giulio Majano
Interpreti e personaggi
FotografiaRenzo Bertoni
MontaggioErmanno Ascari
MusicheGiancarlo Chiaramello; la canzone dei titoli di coda è Cavalli ricamati, cantata da Herbert Pagani
ScenografiaEnrico Tovaglieri
CostumiEnrico Tovaglieri
Casa di produzioneRai
Prima visione
Dal4 maggio 1975
All'8 giugno 1975
Rete televisivaProgramma Nazionale

Marco Visconti è uno sceneggiato televisivo italiano prodotto dalla Rai nel 1975 e diretto da Anton Giulio Majano.

DescrizioneModifica

Il formato originario è quello della miniserie televisiva composta da 6 puntate. Si tratta di una trasposizione televisiva dell'omonimo romanzo storico di Tommaso Grossi (già trasposto al cinema nel 1941 con l'omonimo film diretto da Mario Bonnard) ambientato nella Milano del XIV secolo, durante la signoria dei Visconti. È stato uno degli sceneggiati di maggior successo della Rai, ed ottenne molti consensi anche all'estero.

Tra gli interpreti principali figuravano Raf Vallone nel ruolo di Marco Visconti, Gabriele Lavia nel ruolo di Ottorino Visconti, Pamela Villoresi nel ruolo di Bice del Balzo e Warner Bentivegna nel ruolo di Lodrisio Visconti. Nel cast anche Herbert Pagani nel ruolo di Tremacoldo, giullare e cantastorie; Pagani cantava inoltre la sigla di chiusura, la canzone Cavalli ricamati.

Lo sceneggiato venne realizzato a colori, nonostante all'epoca la Rai trasmettesse ancora in bianco e nero, e le trasmissioni a colori erano ancora solo di tipo sperimentale (l'inizio ufficiale delle trasmissioni a colori regolari da parte della Rai avvenne due anni più tardi, nel 1977).

Lo sceneggiato venne trasmesso in prima visione dal 4 maggio all'8 giugno 1975 sul Programma Nazionale (l'odierna Rai 1).[1].

Alcune delle riprese vennero girate nella Rocca di Angera sul lago Maggiore, nel Castello Visconteo di Pavia, nella Rocca Sforzesca di Soncino (Cremona) e nel Castello di Torrechiara (Parma).

Tra le comparse dello sceneggiato, è presente nella prima puntata, nel ruolo di un servo dei Del Balzo, un giovanissimo ed allora sconosciuto Marco Columbro, divenuto poi un notissimo conduttore televisivo.

TramaModifica

NoteModifica

  1. ^ Rai.it, Rai Teche. URL consultato il 10 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 14 novembre 2009).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione