Apri il menu principale

Marek Hamšík

calciatore slovacco
Marek Hamšík
Hamsik 2016.jpg
Hamšík al Napoli nel 2016 durante la sfida di Champions League sul campo della Dinamo Kiev.
Nazionalità Slovacchia Slovacchia
Altezza 183 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Dalian Yifang
Carriera
Giovanili
1991-2002600px Vertical Red HEX-FB090B Black.svg Jupie Podlavice
2002-2004Slovan Bratislava
2004-2005Brescia
Squadre di club1
2004Slovan Bratislava6 (1)[1]
2004-2007Brescia65 (10)
2007-2019Napoli408 (121)
2019-Dalian Yifang25 (2)
Nazionale
2003-2004Slovacchia Slovacchia U-176 (3)
2004-2005Slovacchia Slovacchia U-196 (1)
2005-2006Slovacchia Slovacchia U-212 (0)
2007-Slovacchia Slovacchia120 (25)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 novembre 2019

Marek Hamšík ([ˈmarɛk ˈɦamʃiːk]; Banská Bystrica, 27 luglio 1987) è un calciatore slovacco, centrocampista del Dalian Yifang e della nazionale slovacca, della quale è capitano.

Ha legato la sua carriera con i club principalmente al Napoli, in cui ha militato per dodici stagioni, di cui sei da capitano, vincendo due Coppe Italia (2011-2012 e 2013-2014) e una Supercoppa Italiana (2014). È il primatista di presenze e di reti con la maglia dei partenopei.[2]

È il calciatore con più presenze e più gol segnati nella nazionale slovacca, con la quale ha partecipato a un campionato del mondo (2010) e ad un campionato d'Europa (2016).

Nel 2008 è stato nominato migliore calciatore giovane dall'Associazione Italiana Calciatori, mentre nel 2011, 2016 e 2017 è stato inserito, sempre dall'AIC, nella squadra dell'anno. Nel 2009, 2010, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017 e 2018 è stato premiato come calciatore slovacco dell'anno. È stato inoltre inserito nel 2015 nella squadra della stagione della UEFA Europa League.

BiografiaModifica

È il primogenito di Richard e Renata Hamšík. La sorella Michaela è sposata con Walter Gargano, suo ex compagno di squadra nel Napoli.[3] È sposato dal 4 luglio 2014 con Martina Franová;[4] la coppia ha tre figli: Christian (nato il 15 gennaio 2010), Lucas (nato il 5 gennaio 2012) e Melissa (nata il 20 dicembre 2016).[5] È soprannominato Marekiaro[6], un gioco di parole tra il suo nome e il nome della località Marechiaro nel quartiere Posillipo.

Caratteristiche tecnicheModifica

«Hamšík è il mio erede. È il calciatore che per caratteristiche e per modo di giocare più si avvicina a me.»

(Pavel Nedvěd[7])

Centrocampista centrale o trequartista, è un giocatore dotato di forte personalità.[8] Corretto, tecnico ed elegante nei movimenti, vanta ottime capacità realizzative,[8] tanto da aver raggiunto la soglia delle 100 reti in Serie A. È stato talvolta paragonato a Pavel Nedvěd[7] e Steven Gerrard.[9][10]

CarrieraModifica

ClubModifica

Slovan BratislavaModifica

A 4 anni entra a far parte della scuola calcio dello Jupie Podlavice.[11][12] Nell'autunno del 1998, in una partita di campionato contro i pari età del Dolna Strehova, mette a segno 16 reti, record imbattuto in Slovacchia.[13] Nelle competizioni regionali e interregionali della stagione 1998-1999 gioca 38 partite realizzando 11 gol.[12] Nel 2001 supera un provino con il club ceco dello Sparta Praga, ma il trasferimento non si concretizza a causa di problemi burocratici.[12]

Il 6 agosto 2002 viene quindi ingaggiato dallo Slovan Bratislava nonostante le richieste economiche dello Jupie, pari a 125.000 corone slovacche,[14] non fossero sostenibili dal club della capitale, da tempo in difficoltà economiche;[12] per ovviare al problema, i genitori di Hamšík pagano il trasferimento di tasca propria.[12] Dopo aver fatto la trafila delle giovanili, vincendo i campionati allievi e juniores, esordisce in prima squadra il 24 luglio 2004, tre giorni prima di compiere 17 anni, nella partita di seconda divisione slovacca contro lo Zemplín Michalovce.[13] Due settimane dopo realizza la sua prima rete, ai danni del Tatran Prešov.[13]

BresciaModifica

Le sue doti vengono subito notate all'estero ed è il Brescia la squadra più rapida ad aggiudicarsi il suo cartellino. L'acquisto del giovane centrocampista viene formalizzato nell'agosto del 2004 per la cifra di 60.000 euro.[15] Aggregato alla squadra Primavera della formazione lombarda, viene aggregato alla prima squadra a soli 17 anni,[16] ed esordisce in Serie A in quella stessa stagione, nella partita a Verona contro il Chievo del 20 marzo 2005 (3-1 per i clivensi); dopo Miloš Glonek (Ancona) e Vratislav Greško (Inter e Parma) è il terzo calciatore slovacco a giocare nella massima serie italiana.[15]

Il Brescia retrocede in Serie B e nella stagione 2005-2006, fra i cadetti, gli offre la possibilità di mettersi maggiormente in mostra, facendogli totalizzare ventiquattro presenze. Realizza il suo primo gol "italiano" nella gara di Coppa Italia contro il Milan dell'11 gennaio 2006.[15] Abile nel tirare i calci di rigore, durante la preparazione estiva ne realizza 56 consecutivi in una sessione d'allenamento ai due portieri (Emiliano Viviano e Federico Agliardi) chiamati ad alternarsi tra i pali.[17]

Nella stagione successiva firma la sua prima rete in campionato su calcio di rigore, trasformato negli istanti finali dell'incontro casalingo contro il Treviso del 19 settembre 2006 (2-1 per i lombardi).[15] In questo torneo realizza complessivamente 10 reti in 40 partite, con 7 rigori.

NapoliModifica

2007-2010Modifica
 
Un giovane Hamšík, in allenamento coi partenopei nel luglio 2009.

Il 28 giugno 2007 il Napoli acquista il giovane centrocampista slovacco per € 5,5 milioni.[18][19] Hamšík sceglie la maglia numero 17.[19] Il giovane centrocampista slovacco, già stimato in Italia per quanto aveva fatto vedere a Brescia,[20][21] arriva a Napoli tra le polemiche dei tifosi, che vedono in lui e in Ezequiel Lavezzi due giocatori non all'altezza delle aspettative della squadra.[22] Schierato nel ruolo di interno sinistro nel 3-5-2 di Edoardo Reja, esordisce il 15 agosto 2007, a 20 anni, nella partita contro il Cesena, valido per il primo turno di Coppa Italia, in cui realizza anche il suo primo gol con la maglia partenopea.[23][24] Il 16 settembre 2007, in occasione di Napoli-Sampdoria, mette a segno la sua prima rete in Serie A, siglando la rete del definitivo 2-0 per i partenopei.[25] Il 20 gennaio 2008 in Napoli-Lazio firma la prima doppietta in carriera, decisiva nel 2-2 finale al San Paolo.[26] A fine stagione diventa capocannoniere stagionale del club azzurro con nove reti, senza calciare rigori.[27]

Il 26 luglio 2008 segna la sua prima rete europea, contro i greci del Paniōnios, nell'Intertoto: con la soppressione del torneo a partire dal 2009, resterà l'ultima realizzata in Intertoto da una squadra italiana.[28] Il 19 gennaio 2009 riceve l'Oscar del calcio AIC come miglior giovane vincendo la concorrenza di Sebastian Giovinco e Mario Balotelli,[29] primo straniero in assoluto.[19] Grazie alle sue prestazioni, viene inserito nella lista dei 50 giovani più promettenti al mondo stilata dal britannico Times, risultando al 12º posto.[30]

Il nuovo allenatore azzurro Walter Mazzarri, ingaggiato in luogo di Roberto Donadoni, avanza il suo raggio d'azione: da interno sinistro del 3-5-2, lo schiera al fianco di Ezequiel Lavezzi alle spalle della prima punta nel suo 3-4-2-1. Il 31 ottobre 2009 firma un'altra doppietta in casa della Juventus nella vittoria del Napoli per 3-2, risultando decisivo in un successo che mancava da 21 anni.[31] L'UEFA lo inserisce tra i candidati per la squadra dell'anno UEFA 2009 per il ruolo di centrocampista destro.[32] Il 29 febbraio 2010, per la prima volta in carriera, viene eletto calciatore slovacco dell'anno del 2009.[33] Il 13 marzo 2010, nella gara contro la Fiorentina, indossa per la prima volta la fascia di capitano: a 22 anni e 229 giorni diventa così il più giovane capitano della storia azzurra, superando il precedente primato di Antonio Juliano.[16] Al termine della stagione 2009-2010, firmando complessivamente 12 gol in 37 partite, risulta essere il capocannoniere della squadra partenopea per il terzo anno consecutivo; l'ultimo calciatore a laurearsi capocannoniere azzurro per almeno tre stagioni di seguito era stato Diego Armando Maradona, massimo cannoniere partenopeo per quattro stagioni consecutive (1984-1988).[34]

2010-2013Modifica
 
Hamšík con la maglia del Napoli nel 2010, durante la trasferta di Europa League sul campo dell'Utrecht.

Il 28 marzo 2011 viene nominato per la seconda volta consecutiva calciatore slovacco dell'anno.[35][36] Confermando una certa continuità in fase realizzativa, in campionato realizza 11 reti (13 stagionali comprese le coppe, record personale), vice-capocannoniere azzurro dopo Cavani e protagonista decisivo nella qualificazione diretta in UEFA Champions League.[16][37]

Esordisce nella massima competizione europea nel settembre del 2011, nella partita in trasferta contro il Manchester City (1-1).[38] Trova la prima rete in Champions League nella successiva partita interna contro il Villarreal, aprendo le marcature dell'incontro finito 2-0 per i partenopei.[39][40] Il 7 dicembre, in Champions, realizza il secondo gol partenopeo in Villarreal-Napoli, contribuendo al raggiungimento degli ottavi di finale.[41] Il 23 gennaio 2012 viene inserito nella miglior formazione del 2011 del Gran Galà del calcio AIC.[42] Il 20 maggio 2012 sigla il gol del definitivo 2-0 nella finale di Coppa Italia contro la Juventus, vincendo in tal modo il primo trofeo in carriera e riportando la coppa a Napoli dopo 25 anni di attesa.[43] S'impone come miglior uomo-assist di un torneo che vede i partenopei chiudere al quinto posto in classifica.[44] Inoltre, in questa stagione entra tra i dieci giocatori più presenti[45] e tra i dieci migliori marcatori[46] nella storia del Napoli.

L'11 agosto disputa la sua prima finale di Supercoppa italiana, persa 4-2 a Pechino contro la Juventus.[47]

2013-2016Modifica

Con il nuovo allenatore Rafael Benítez ricopre il ruolo di trequartista alle spalle della punta centrale nel 4-2-3-1 del tecnico spagnolo.[48] Il 23 novembre 2013, nella gara contro il Parma, rimedia un infortunio al piede che lo tiene lontano dal campo di gioco per circa un mese e mezzo.[49]

 
Hamšík capitano azzurro nell'estate 2014, durante un'amichevole contro il Barcellona.

Il 31 gennaio 2014, alla sua settima stagione al Napoli, diventa il nuovo capitano della squadra a seguito della cessione di Paolo Cannavaro al Sassuolo.[50] Il 4 marzo vince per la terza volta in carriera il premio come calciatore slovacco dell'anno.[51] Il 26 aprile seguente, subentrando nel corso della gara esterna contro l'Inter, tocca quota 300 presenze in maglia azzurra, diventando il quinto giocatore nella storia partenopea a raggiungere tale traguardo.[52] Il 3 maggio 2014 vince la seconda Coppa Italia con un 3-1 ai danni della Fiorentina allo Stadio Olimpico di Roma. Nella finale fornisce anche l'assist al primo gol del compagno di squadra Lorenzo Insigne.[53]

Il 22 dicembre conquista la Supercoppa italiana 2014, vinta battendo ai rigori la Juventus.[54] Il 16 aprile realizza una doppietta in Europa League contro il Wolfsburg, quarto di finale di andata vinto 1-4 dai partenopei.[55]

 
Hamšík con il Napoli nel 2015, durante la sfida sul campo della Dinamo Kiev.

Con il nuovo allenatore Maurizio Sarri, ritorna a giocare nella posizione di interno sinistro nel centrocampo a tre, suo ruolo preferito.[56] Dopo mesi di astinenza, il 20 dicembre ritorna al gol su calcio di rigore, fissando il momentaneo 0-1 in Atalanta-Napoli (1-3 nel finale) e battezzando ufficialmente la goal-line technology nel campionato italiano.[57] Il 25 aprile 2016, in occasione della partita Roma-Napoli, raggiunge le 400 presenze con la maglia dei partenopei.

2016-2019Modifica

All'inizio della sua decima stagione con la maglia del Napoli, con un gol alla terza giornata contro il Palermo (partita finita 3-0 per il Napoli) supera Maradona arrivando a quota 82 gol in campionato con i partenopei e collocandosi al secondo posto di questa speciale classifica alle spalle del primatista Antonio Vojak. Tre giornate dopo, contro il Chievo, segna il gol del decisivo 2-0 arrivando alla marcatura numero 100 con la maglia azzurra tra campionato e coppe. In Champions League segna il suo primo gol aprendo le marcature nella partita al San Paolo contro il Benfica (4-2).[58]

Il 4 febbraio 2017, in occasione della partita Bologna-Napoli (terminata 7-1 per gli azzurri), Hamšík mette a segno la prima tripletta della sua carriera, e inoltre scavalca Attila Sallustro nella classifica dei marcatori della storia del Napoli, piazzandosi secondo solo a Maradona.[59][60] Realizza 12 gol in campionato (miglior performance della carriera insieme a quella registrata nella stagione 2009-2010) e 15 in tutte le competizioni (nuovo record personale).

Il 23 dicembre 2017, nella partita disputata in casa contro la Sampdoria, realizza il suo 116º gol con la maglia azzurra, che gli consente di diventare il miglior marcatore della storia del Napoli tra tutte le competizioni, superando l'ex primatista Diego Armando Maradona.[2] Il 6 maggio 2018, in occasione della partita casalinga contro il Torino, segna da subentrato il gol del momentaneo 2-1 (gara conclusasi 2-2) che gli permette di toccare la quota dei 100 gol in Serie A. Il successivo 6 novembre, nella partita di Champions League contro il Paris Saint-Germain, supera Giuseppe Bruscolotti al primo posto per numero di presenze totali con la maglia del Napoli, raggiungendo le 512 presenze fra tutte le competizioni. Il 2 febbraio 2019 gioca la sua ultima partita con la maglia azzurra, dove i Partenopei si impongono 3-0 sulla Sampdoria. Chiude la sua esperienza a Napoli con 520 partite disputate e 121 reti segnate, divenendo il giocatore con più presenze e più reti segnate.

Dalian YifangModifica

Il 14 febbraio 2019, dopo 12 anni trascorsi con la maglia del Napoli, si trasferisce a titolo definitivo al Dalian Yifang.[61] Fa il suo debutto con la nuova maglia in campionato il 3 marzo seguente, alla prima giornata di Super League, nella gara pareggiata per 1-1 sul campo dello Henan Jianye.

NazionaleModifica

Hamšík esordisce nella selezione Under-17 della Slovacchia il 7 ottobre 2003 nella partita contro i pari età delle Fær Øer, giocata a Prešov e valida per le qualificazioni al Campionato europeo di calcio Under-17 del 2003.[62] Colleziona 6 presenze e 3 reti, quindi nei due anni successivi debutta sia nell'Under-19 che nell'Under-21.[62][63]

A soli diciannove anni, il 7 febbraio 2007, esordisce nella Nazionale maggiore slovacca in un'amichevole disputata contro la Polonia a Jerez de la Frontera e pareggiata per 3-3.[63] Nel gruppo dei convocati fissi a partire dall'estate del 2007, mette a segno il suo primo gol il 13 ottobre 2007 aprendo le marcature nella partita contro San Marino, valido per le qualificazioni all'Europeo 2008. Il 19 novembre 2008 realizza la sua prima doppietta nell'amichevole contro il Liechtenstein.[64]

 
Hamšík nel 2010 con la divisa della Slovacchia.

Il 14 ottobre 2009 indossa la fascia di capitano nell'incontro esterno contro la Polonia (0-1 il risultato finale), che regala alla Slovacchia la prima qualificazione della sua storia alla fase finale di un Mondiale.[65] Nel dicembre successivo viene ufficialmente designato capitano della Nazionale dal CT Vladimír Weiss.[66]

Tra i 23 convocati per il campionato del mondo 2010 in Sudafrica, debutta nella massima competizione internazionale il 15 giugno 2010 nella prima partita della fase a gironi contro la Nuova Zelanda (1-1).[67] Gioca anche le altre due partite del Gruppo F, tra cui la decisiva vittoria contro l'Italia (3-2) - in cui serve l'assist per il momentaneo 2-0[68] - e, quindi, l'ottavo di finale contro l'Paesi Bassi (1-2), ultimo atto della prima esperienza della nazionale mitteleuropea in Coppa del Mondo.[69]

Nel biennio successivo disputa tutte le dieci partite di qualificazione agli Europei 2012, cui la Slovacchia non si qualifica.[70] Il 15 agosto 2012 va in rete nell'amichevole con la Danimarca, ritrovando il gol in Nazionale dopo quasi tre anni.[71]

Il 14 ottobre 2014 risulta decisiva la sua doppietta a Barysaŭ, contro la Bielorussia, nel match di qualificazione agli Europei 2016 vinto (1-3) dagli slovacchi. Si ripete il 14 giugno 2015 siglando una rete contro la Macedonia. Il 12 ottobre seguente realizza un'altra doppietta contro Lussemburgo nella vittoria esterna per 4-2, risultato che sancisce la prima storica qualificazione della Slovacchia ad un Campionato europeo.[72] Nelle gare di qualificazione realizza complessivamente cinque reti in dieci partite.

Viene convocato per gli Europei 2016 in Francia, realizzando un goal nella seconda partita della fase a gironi contro la Russia. L'11 giugno 2019 grazie alla doppietta decisiva nella vittoria per 5-1 in trasferta contro l'Azerbaigian, valevole per le qualificazioni al campionato d'Europa 2020 diventa il miglior marcatore nella storia della Slovacchia, raggiungendo e poi superando Róbert Vittek.[73]

StatisticheModifica

Tra club, nazionale maggiore e nazionali giovanili, Hamšík ha totalizzato globalmente 756 presenze segnando 165 reti, alla media di 0,22 gol a partita.

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 27 ottobre 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres goal Pres Reti
ago. 2004   Slovan Bratislava 1L 6 1 CS 0 0 - - - - - - 6 1
ago. 2004-2005   Brescia A 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
2005-2006 B 24 0 CI 4 1 - - - - - - 28 1
2006-2007 B 40 10 CI 5 1 - - - - - - 45 11
Totale Brescia 65 10 9 2 - - - - 74 12
2007-2008   Napoli A 37 9 CI 3 1 - - - - - - 40 10
2008-2009 A 32 9 CI 2 1 Int.+CU 2+4 1+1 - - - 40 12
2009-2010 A 37 12 CI 2 0 - - - - - - 39 12
2010-2011 A 37 11 CI 2 0 UEL 10[74] 2 - - - 49 13
2011-2012 A 37 9 CI 5 1 UCL 8 2 - - - 50 12
2012-2013 A 38 11 CI 1 0 UEL 4 0 SI 1 0 44 11
2013-2014 A 28 7 CI 5 0 UCL+UEL 4+4 0 - - - 41 7
2014-2015 A 35 7 CI 4 1 UCL+UEL 2[75]+12 1[75]+4 SI 1 0 54 13
2015-2016 A 38 6 CI 2 0 UEL 6 2 - - - 46 8
2016-2017 A 38 12 CI 3 1 UCL 8 2 - - - 49 15
2017-2018 A 38 7 CI 1 0 UCL+UEL 8[74]+2 0 - - - 49 7
2018-feb. 2019 A 13 0 CI 0 0 UCL+UEL 6+0[76] 1+0 - - - 19 1
Totale Napoli 408 100 30 5 80 16 2 0 520 121
2019   Dalian Yifang CSL 25 2 CC 3 1 - - - - - - 28 3
Totale carriera 504 113 42 8 80 16 2 0 628 137

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Slovacchia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-2-2007 Jerez de la Frontera Slovacchia   2 – 2   Polonia Amichevole -   81’
6-6-2007 Amburgo Germania   2 – 1   Slovacchia Qual. Euro 2008 -
22-8-2007 Trnava Slovacchia   0 – 1   Francia Amichevole -   85’
8-9-2007 Bratislava Slovacchia   2 – 2   Irlanda Qual. Euro 2008 -
12-9-2007 Trnava Slovacchia   2 – 5   Galles Qual. Euro 2008 -
13-10-2007 Dubnica nad Váhom Slovacchia   7 – 0   San Marino Qual. Euro 2008 1
16-10-2007 Zagabria Croazia   3 – 0   Slovacchia Amichevole -
17-11-2007 Praga Rep. Ceca   3 – 1   Slovacchia Qual. Euro 2008 -   58’
21-11-2007 Serravalle San Marino   0 – 5   Slovacchia Qual. Euro 2008 1
6-2-2008 Limassol Ungheria   1 – 1   Slovacchia Amichevole -   59’
26-3-2008 Zlaté Moravce Slovacchia   1 – 2   Islanda Amichevole -
20-5-2008 Bielefeld Turchia   1 – 0   Slovacchia Amichevole -
24-5-2008 Lugano Svizzera   2 – 0   Slovacchia Amichevole -   90+1’
20-8-2008 Bratislava Slovacchia   0 – 2   Grecia Amichevole -   79’
6-9-2008 Bratislava Slovacchia   2 – 1   Irlanda del Nord Qual. Mondiali 2010 1   3’
10-9-2008 Maribor Slovenia   2 – 1   Slovacchia Qual. Mondiali 2010 -
15-10-2008 Bratislava Slovacchia   2 – 1   Polonia Qual. Mondiali 2010 -
19-11-2008 Žilina Slovacchia   4 – 0   Liechtenstein Amichevole 2   74’
10-2-2009 Limassol Slovacchia   2 – 3   Ucraina Amichevole 1   58’
11-2-2009 Nicosia Cipro   3 – 2   Slovacchia Amichevole -
28-3-2009 Londra Inghilterra   4 – 0   Slovacchia Amichevole -   79’
1-4-2009 Praga Rep. Ceca   1 – 2   Slovacchia Qual. Mondiali 2010 -   86’
6-6-2009 Bratislava Slovacchia   7 – 0   San Marino Qual. Mondiali 2010 -   46’
12-8-2009 Reykjavík Islanda   1 – 1   Slovacchia Amichevole -
5-9-2009 Bratislava Slovacchia   2 – 2   Rep. Ceca Qual. Mondiali 2010 1     73’, 75’
10-10-2009 Bratislava Slovacchia   0 – 2   Slovenia Qual. Mondiali 2010 -
14-10-2009 Chorzów Polonia   0 – 1   Slovacchia Qual. Mondiali 2010 - cap.
14-11-2009 Bratislava Slovacchia   1 – 0   Stati Uniti Amichevole 1   90+1’
17-11-2009 Žilina Slovacchia   1 – 2   Cile Amichevole - cap.   85’
3-3-2010 Žilina Slovacchia   0 – 1   Norvegia Amichevole - cap.   84’
29-5-2010 Klagenfurt am Wörthersee Slovacchia   1 – 1   Camerun Amichevole - cap.
5-6-2010 Bratislava Slovacchia   3 – 0   Costa Rica Amichevole - cap.   46’
15-6-2010 Rustenburg Nuova Zelanda   1 – 1   Slovacchia Mondiali 2010 - 1º turno - cap.
20-6-2010 Bloemfontein Slovacchia   0 – 2   Paraguay Mondiali 2010 - 1º turno - cap.
24-6-2010 Johannesburg Slovacchia   3 – 2   Italia Mondiali 2010 - 1º turno - cap.
28-6-2010 Durban Paesi Bassi   2 – 1   Slovacchia Mondiali 2010 - Ottavi di finale - cap.   87’
11-8-2010 Bratislava Slovacchia   1 – 1   Croazia Amichevole -   46’
3-9-2010 Bratislava Slovacchia   1 – 0   Macedonia Qual. Euro 2012 - cap.
7-9-2010 Mosca Russia   0 – 1   Slovacchia Qual. Euro 2012 - cap.
8-10-2010 Erevan Armenia   3 – 1   Slovacchia Qual. Euro 2012 - cap.
12-10-2010 Žilina Slovacchia   1 – 1   Irlanda Qual. Euro 2012 - cap.
17-11-2010 Bratislava Slovacchia   2 – 3   Bosnia ed Erzegovina Amichevole -   46’
9-2-2011 Lussemburgo Lussemburgo   2 – 1   Slovacchia Amichevole - cap.
26-3-2011 Andorra la Vella Andorra   0 – 1   Slovacchia Qual. Euro 2012 - cap.
29-3-2011 Trnava Slovacchia   1 – 2   Danimarca Amichevole - cap.
4-6-2011 Bratislava Slovacchia   1 – 0   Andorra Qual. Euro 2012 - cap.
10-8-2011 Klagenfurt am Wörthersee Austria   1 – 2   Slovacchia Amichevole - cap.   90’
2-9-2011 Dublino Irlanda   0 – 0   Slovacchia Qual. Euro 2012 - cap.
6-9-2011 Žilina Slovacchia   0 – 4   Armenia Qual. Euro 2012 - cap.   75’
7-10-2011 Žilina Slovacchia   0 – 1   Russia Qual. Euro 2012 - cap.
11-10-2011 Skopje Macedonia   1 – 1   Slovacchia Qual. Euro 2012 - cap.
29-2-2012 Bursa Turchia   1 – 2   Slovacchia Amichevole - cap.   90+2’
26-5-2012 Klagenfurt am Wörthersee Polonia   1 – 0   Slovacchia Amichevole - cap.
30-5-2012 Rotterdam Paesi Bassi   2 – 0   Slovacchia Amichevole - cap.
15-8-2012 Odense Danimarca   1 – 3   Slovacchia Amichevole 1   77’
7-9-2012 Vilnius Lituania   1 – 1   Slovacchia Qual. Mondiali 2014 -   86’
11-9-2012 Bratislava Slovacchia   2 – 0   Liechtenstein Qual. Mondiali 2014 -   82’
12-10-2012 Bratislava Slovacchia   2 – 1   Lettonia Qual. Mondiali 2014 1
16-10-2012 Bratislava Slovacchia   0 – 1   Grecia Qual. Mondiali 2014 -
14-11-2012 Olomouc Rep. Ceca   3 – 0   Slovacchia Amichevole - cap.
6-2-2013 Bruges Belgio   2 – 1   Slovacchia Amichevole -
22-3-2013 Žilina Slovacchia   1 – 1   Lituania Qual. Mondiali 2014 -
26-3-2013 Žilina Slovacchia   0 – 0   Svezia Amichevole -   11’   46’
7-6-2013 Vaduz Liechtenstein   1 – 1   Slovacchia Qual. Mondiali 2014 - cap.
14-8-2013 Bucarest Romania   1 – 1   Slovacchia Amichevole - cap.   65’
6-9-2013 Zenica Bosnia ed Erzegovina   0 – 1   Slovacchia Qual. Mondiali 2014 -   73’
10-9-2013 Žilina Slovacchia   1 – 2   Bosnia ed Erzegovina Qual. Mondiali 2014 1
15-11-2013 Breslavia Polonia   0 – 2   Slovacchia Amichevole -   34’   85’
5-3-2014 Netanya Israele   1 – 3   Slovacchia Amichevole -
4-9-2014 Žilina Slovacchia   1 – 0   Malta Amichevole - cap.   78’
8-9-2014 Kiev Ucraina   0 – 1   Slovacchia Qual. Euro 2016 - cap.
9-10-2014 Žilina Slovacchia   2 – 1   Spagna Qual. Euro 2016 -
12-10-2014 Barysaŭ Bielorussia   1 – 3   Slovacchia Qual. Euro 2016 2
15-11-2014 Skopje Macedonia   0 – 2   Slovacchia Qual. Euro 2016 -
18-11-2014 Žilina Slovacchia   2 – 1   Finlandia Amichevole 1   59’
27-3-2015 Žilina Slovacchia   3 – 0   Lussemburgo Qual. Euro 2016 -
31-3-2015 Žilina Slovacchia   1 – 0   Rep. Ceca Amichevole -   46’
14-6-2015 Žilina Slovacchia   2 – 1   Macedonia Qual. Euro 2016 1   80’
5-9-2015 Oviedo Spagna   2 – 0   Slovacchia Qual. Euro 2016 - cap.   61’
8-9-2015 Žilina Slovacchia   0 – 0   Ucraina Qual. Euro 2016 -
9-10-2015 Žilina Slovacchia   0 – 1   Bielorussia Qual. Euro 2016 -
12-10-2015 Lussemburgo Lussemburgo   2 – 4   Slovacchia Qual. Euro 2016 2
13-11-2015 Trnava Slovacchia   3 – 2   Svizzera Amichevole -   87’
25-3-2016 Trnava Slovacchia   0 – 0   Lettonia Amichevole -   89’
29-3-2016 Dublino Irlanda   2 – 2   Slovacchia Amichevole -
29-5-2016 Augusta Germania   1 – 3   Slovacchia Amichevole 1   85’
4-6-2016 Trnava Slovacchia   0 – 0   Irlanda del Nord Amichevole -
11-6-2016 Bordeaux Galles   2 – 1   Slovacchia Euro 2016 - 1º turno -
15-6-2016 Lilla Russia   1 – 2   Slovacchia Euro 2016 - 1º turno 1
20-6-2016 Saint-Étienne Slovacchia   0 – 0   Inghilterra Euro 2016 - 1º turno -
26-6-2016 Lilla Germania   3 – 0   Slovacchia Euro 2016 - Ottavi di finale -
4-9-2016 Trnava Slovacchia   0 – 1   Inghilterra Qual. Mondiali 2018 -
8-10-2016 Lubiana Slovenia   1 – 0   Slovacchia Qual. Mondiali 2018 - cap.
11-10-2016 Trnava Slovacchia   3 – 0   Scozia Qual. Mondiali 2018 -   87’
11-11-2016 Trnava Slovacchia   4 – 0   Lituania Qual. Mondiali 2018 1
26-3-2017 Ta' Qali Malta   1 – 3   Slovacchia Qual. Mondiali 2018 -   50’
10-6-2017 Vilnius Lituania   1 – 2   Slovacchia Qual. Mondiali 2018 1
1-9-2017 Trnava Slovacchia   1 – 0   Slovenia Qual. Mondiali 2018 -   87’
4-9-2017 Londra Inghilterra   2 – 1   Slovacchia Qual. Mondiali 2018 -   79’
5-10-2017 Glasgow Scozia   1 – 0   Slovacchia Qual. Mondiali 2018 - 100ª presenza   79’
8-10-2017 Trnava Slovacchia   3 – 0   Malta Qual. Mondiali 2018 -
10-11-2017 Leopoli Ucraina   2 – 1   Slovacchia Amichevole -   63’
14-11-2017 Trnava Slovacchia   1 – 0   Norvegia Amichevole -   64’
31-5-2018 Trnava Slovacchia   1 – 1   Paesi Bassi Amichevole -   72’
4-6-2018 Ginevra Slovacchia   1 – 2   Marocco Amichevole -   51’
5-9-2018 Trnava Slovacchia   3 – 0   Danimarca Amichevole -   61’
9-9-2018 Leopoli Ucraina   1 – 0   Slovacchia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Record presenze
13-10-2018 Trnava Slovacchia   1 – 2   Rep. Ceca UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno 1
16-10-2018 Solna Svezia   1 – 1   Slovacchia Amichevole -   67’
16-11-2018 Trnava Slovacchia   4 – 1   Ucraina UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
19-11-2018 Praga Rep. Ceca   1 – 0   Slovacchia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
21-3-2019 Trnava Slovacchia   2 – 0   Ungheria Qual. Euro 2020 - cap.   78’
24-3-2019 Cardiff Galles   1 – 0   Slovacchia Qual. Euro 2020 - cap.   86’
11-6-2019 Baku Azerbaigian   1 – 5   Slovacchia Qual. Euro 2020 2 cap.   86’
6-9-2019 Bratislava Slovacchia   0 – 4   Croazia Qual. Euro 2020 - cap.
9-9-2019 Budapest Ungheria   1 – 2   Slovacchia Qual. Euro 2020 - cap.
10-10-2019 Trnava Slovacchia   1 – 1   Galles Qual. Euro 2020 - cap.
13-10-2019 Bratislava Slovacchia   1 – 1   Paraguay Amichevole -   71’
16-11-2019 Fiume Croazia   3 – 1   Slovacchia Qual. Euro 2020 - cap.
19-11-2019 Trnava Slovacchia   2 – 0   Azerbaigian Qual. Euro 2020 1 cap.
Totale Presenze (1º posto) 120 Reti (1º posto) 25

PalmarèsModifica

ClubModifica

 
Hamšík, capitano del Napoli, solleva la Supercoppa italiana 2014.
Napoli: 2011-2012, 2013-2014
Napoli: 2014

IndividualeModifica

  • Trofeo Peter Dubovský: 2[77]
2007, 2008
Miglior giovane: 2008
Squadra dell'anno: 2011, 2016, 2017
2009, 2010, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018
2014-2015
2014

OpereModifica

NoteModifica

  1. ^ Tutte le stagioni, su marek-hamsik.sk. URL consultato il 1º ottobre 2014.
  2. ^ a b Hamsik, record di gol con il Napoli! Sono 116, superato Maradona, su sport.sky.it, 23 dicembre 2017.
  3. ^ Hamsik: "Congratulazioni a Miska e Gargano per il secondo figlio", su tuttonapoli.net, 9 aprile 2012.
  4. ^ Hamsik si è sposato, su sscnapoli.it, 4 luglio 2014.
  5. ^ Alessandro Sacco, Marek Hamsik è diventato papà per la terza volta, su ilnapolionline.com, 20 dicembre 2016.
  6. ^ Maurizio Nicita, Marekiaro-Balotelli Sfida fra i sogni di Napoli, su gazzetta.it, 22 novembre 2011.
  7. ^ a b Nedved: Hamšík è il mio erede, su tuttomercatoweb.com, 2 febbraio 2010. URL consultato il 13 giugno 2011.
  8. ^ a b Mimmo Malfitano, Cocktail Hamsik: talento, gol e disciplina, in La Gazzetta dello Sport, 9 aprile 2010, p. 13. URL consultato il 17 novembre 2016.
  9. ^ Sarri: "Hamsik? Forte come il miglior Gerrard di qualche anno fa", su it.eurosport.com, 6 febbraio 2016.
  10. ^ Benitez compares Napoli attacker Hamsik to Gerrard, su goal.com, 1º settembre 2013.
  11. ^ (SK) Ladislav Harsányi, Prinesie Hamšík do Podlavíc milióny?, su futbal.pravda.sk, 28 giugno 2007. URL consultato il 13 giugno 2011.
  12. ^ a b c d e Carriera di Marek Hamšík, su marek-hamsik.sk. URL consultato il 1º ottobre 2014.
  13. ^ a b c Biografia di Marek Hamšík, su marek-hamsik.sk. URL consultato il 1º ottobre 2014.
  14. ^ Equivalenti a circa 4150 euro nel 2008.
  15. ^ a b c d Marek Hamšík al Brescia, su marek-hamsik.sk. URL consultato il 4 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2010).
  16. ^ a b c Carratelli.
  17. ^ Hamsik, l'uomo dei 56 rigori, su tuttonapoli.net, 6 febbraio 2008. URL consultato il 1º ottobre 2014.
  18. ^ Marek Hamšík al Napoli, su sscnapoli.it, 28 giugno 2007. URL consultato il 4 aprile 2010.
  19. ^ a b c Marek Hamšík al Napoli, su marek-hamsik.sk. URL consultato il 4 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 12 aprile 2010).
  20. ^ Riccardo Pratesi, Diamo i voti al mercato, su gazzetta.it, 15 luglio 2007. URL consultato il 23 dicembre 2017.
  21. ^ Fabio Mandarini, Napoli, arriva Hamsik, su gazzetta.it, 28 giugno 2007. URL consultato il 23 dicembre 2017.
  22. ^ Fabio Mandarini, Il nuovo Napoli cresce tra le polemiche, su gazzetta.it, 16 luglio 2007. URL consultato il 23 dicembre 2017.
  23. ^ Napoli-Cesena 4-0, su sscnapoli.it, 15 agosto 2007.
  24. ^ Hamšík: "Il gol, che emozione!", su sscnapoli.it, 15 agosto 2007.
  25. ^ Napoli-Sampdoria 2-0 - i numeri della partita, su sscnapoli.it, 16 settembre 2007.
  26. ^ Prima doppietta in carriera per Marek Hamšík, su sscnapoli.it, 20 gennaio 2008.
  27. ^ Napoli-Milan 3-1, su sscnapoli.it, 11 maggio 2008.
  28. ^ Intertoto, il Napoli è in Uefa Al San Paolo 60 mila in delirio, su repubblica.it, 26 luglio 2008. URL consultato il 19 aprile 2015.
  29. ^ Oscar AIC [collegamento interrotto], su corrieredellosport.it, 19 gennaio 2009. URL consultato il 19 gennaio 2009.
  30. ^ Due italiani fra top under 23 mondo, su ansa.it, 13 gennaio 2009.
  31. ^ Juventus-Napoli 2-3, su sscnapoli.it, 31 ottobre 2009.
  32. ^ (EN) UEFA Team of the Year, su www1.uefa.com (archiviato dall'url originale il 7 dicembre 2009).
  33. ^ Hamšík regna in Slovacchia, su it.uefa.com, 1º marzo 2010.
  34. ^ Hamšík capocannoniere azzurro per la 3ª volta consecutiva, su orgoglionapoletano.com, 17 maggio 2010. URL consultato il 1º luglio 2010.
  35. ^ Hamšík Miglior Calciatore slovacco del 2010, su tuttonapoli.net, 28 marzo 2011.
  36. ^ Hamšík regna in Slovacchia, su it.uefa.com, 28 marzo 2011. URL consultato il 29 marzo 2011.
  37. ^ Napoli impazzisce di gioia: terzo posto e Champions!, su corrieredellosport.it, 15 maggio 2011. URL consultato il 15 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2013).
  38. ^ Manchester City-Napoli 1-1, su it.uefa.com, 14 settembre 2011.
  39. ^ Napoli verve too much for Villarreal, su uefa.com, 27 settembre 2011. URL consultato il 28 settembre 2011.
  40. ^ Nicola Melillo, Come è bello l'euroNapoli Villarreal battuto: 2-0, su gazzetta.it, 27 settembre 2011.
  41. ^ Alessio Morra, Villarreal-Napoli 0-2, Inler e Hamsik portano il Napoli agli ottavi di Champions, su calcio.fanpage.it, 7 dicembre 2011.
  42. ^ Maggio, Hamšík e Cavani premiati con l'Oscar del calcio a Milano, su sscnapoli.it, 25 gennaio 2012.
  43. ^ Coppa Italia al Napoli. Primo k.o. della Juve, su gazzetta.it, 20 maggio 2012.
  44. ^ È Marek Hamsik l'uomo-assist 2012-13, su corrieredellosport.it, 20 maggio 2013.
  45. ^ Hamsik nella storia azzurra, Marekiaro nella top ten del Napoli, su tuttonapoli.net, 19 maggio 2013.
  46. ^ Hamsik, il nuovo oro di Napoli. È già il 10° goleador di sempre, su tuttonapoli.net, 13 settembre 2011.
  47. ^ Riccardo Pratesi, La Supercoppa è della Juve, su gazzetta.it, 11 agosto 2012.
  48. ^ De Biasi: "Benitez giocherà un 4-2-3-1 e pretenderà molto dagli esterni", su tuttonapoli.net, 25 maggio 2013.
  49. ^ Coppa Italia, Napoli ai quarti con la Lazio, su corrieredellosport.it, 15 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2014).
  50. ^ Hamsik: "Giocando come sappiamo possiamo raggiungere la Roma. Capitano? Bella responsabilità", su tuttonapoli.net, 2 febbraio 2014.
  51. ^ (EN) Hamšík regains Slovakian player award, su uefa.com, 4 marzo 2014.
  52. ^ Storico traguardo per Marek Hamsik: 300 presenze in azzurro, è il quinto nella storia, su tuttonapoli.net, 26 aprile 2014.
  53. ^ Finale Coppa Italia, Fiorentina-Napoli 1-3. Doppio Insigne, gol di Vargas e Mertens, su gazzetta.it, 3 maggio 2014. URL consultato il 4 maggio 2014.
  54. ^ Supercoppa argentina: Tevez- Higuain 2-2, ma ai rigori gioisce solo il Pipita, su gazzetta.it, 22 dicembre 2014.
  55. ^ Gianluca Monti, Wolfsburg-Napoli 1-4. Higuain sblocca, doppietta Hamsik, poker di Gabbiadini [collegamento interrotto], su gazzetta.it, 16 aprile 2015.
  56. ^ Napoli, Hamsik elogia Sarri: "Buon feeling, cura molto la tattica", su goal.com. URL consultato l'8 novembre 2015.
  57. ^ Moviola, Hamsik battezza la goal technology. Graziato Nainggolan, su gazzetta.it, 21 dicembre 2015. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  58. ^ Champions League, Napoli-Benfica 4-2. Hamsik, Mertens e Milik, il San Paolo fa festa, su corrieredellosport.it.
  59. ^ Serie A, Bologna-Napoli 1-7: triplette di Hamsik e Mertens, Sarri al 2º posto, su corrieredellosport.it.
  60. ^ Napoli, Hamsik a 4 gol da Maradona, Mertens meglio di Higuain. E i 55 gol sono da record, su gazzetta.it.
  61. ^ Accordo raggiunto per il passaggio di Hamsik al Dalian, su sscnapoli.it, 14 febbraio 2019.
  62. ^ a b Scheda di Marek Hamšík, su it.uefa.com. URL consultato il 6 aprile 2010.
  63. ^ a b Marek Hamšík nelle selezioni nazionali slovacche, su marek-hamsik.sk. URL consultato il 6 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2010).
  64. ^ Napoli-Nazionali, Hamšík fa doppietta, su sscnapoli.it, 19 novembre 2008.
  65. ^ (EN) Slovakia eke out historic victory, su fifa.com, 14 ottobre 2009.
  66. ^ Slovacchia, il ct Weiss: "Hamšík sarà il nostro capitano", su tuttonapoli.net, 5 dicembre 2009.
  67. ^ Mondiali, debutto di Hamšík, su sscnapoli.it, 15 giugno 2010.
  68. ^ Hamšík trascina la Slovacchia agli ottavi, su sscnapoli.it, 24 giugno 2010.
  69. ^ (EN) Returning Robben sinks Slovaks, su fifa.com, 28 giugno 2010.
  70. ^ Slovacchia eliminata, quasi fatta per la Russia, su it.uefa.com, 7 ottobre 2011.
  71. ^ Insigne gran gol con l'Italia Under 21 che ha vinto in Olanda per 3-0. A segno anche Hamsik che trascina al successo la Slovacchia in Danimarca, su sscnapoli.it, 15 agosto 2012.
  72. ^ Hamsik porta la Slovacchia all'Europeo, su sportal.it (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  73. ^ itasportpress.it, http://www.itasportpress.it/calcio/nazionali-calcio/hamsik-vittoria-e-record-con-la-slovacchia-un-onore-essere-il-miglior-marcatore-della-storia-della-nazionale/.
  74. ^ a b 2 presenze nei play-off.
  75. ^ a b Nei play-off.
  76. ^ Non disputata perché trasferitosi al Dalian Yifang.
  77. ^ (EN) Marek Hamsik, su goal.com. URL consultato il 1º ottobre 2014.

BibliografiaModifica

  • Mimmo Carratelli, Marek Hamsik: Il principe azzurro, LIT EDIZIONI, 2014, ISBN 886776148X.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica