Apri il menu principale
Margraviato del Baden
(1^ creazione)
Margraviato del Baden (1^ creazione) – BandieraMargraviato del Baden (1^ creazione) - Stemma
Dati amministrativi
Nome ufficialeMarkgrafschaft Baden
Lingue parlatetedesco
Inno-
CapitaleBaden-Baden
Dipendente daSacro Romano Impero
Politica
Forma di governoMargraviato
Nascita1073 con Ermanno II di Baden
Fine1190 con Ermanno IV di Baden
Territorio e popolazione
Religione e società
Religioni preminenticattolica
Religioni minoritarieebraismo
Classi socialipatrizi, clero, cittadini, popolo
Evoluzione storica
Preceduto daWappen Zaehringer.png Contea di Brisgovia
Succeduto daCoat of arms of Baden.svg Margraviato di Baden-Baden
Coat of arms of Baden.svg Margraviato di Baden-Hachberg

Il Margraviato del Baden è stato uno stato creato per due volte nel corso della storia tedesca, dal 1073 al 1190 e dal 1771 al 1803.

Indice

StoriaModifica

La prima creazione (1073-1190)Modifica

 
Le rovine del castello di Hohenbaden presso Baden-Baden.

Il fondatore della dinastia dei margravi del Baden fu Ermanno I di Baden (1052 - 1074), il maggiore dei figli di Bertoldo di Zähringen (1024 - 1078). Suo figlio fu Ermanno II, conte di Brisgovia, che ottenne anche la marca di Limburgo nell'anno 1112, venendo riconosciuto in quella data come primo Margravio di Baden. Egli aveva infatti acquisito la zona circostante l'area di Baden-Baden e di fatto già aveva ottenuto dal padre la dignità di margravio (o meglio marchese) di Verona. Il nuovo centro di potere nell'area divenne il Castello di Hohenbaden presso appunto la città di Baden-Baden.

Il potere rimase unitario nell'area sino al 1190 quando alla morte del margravio Ermanno IV di Baden, dal momento che la famiglia non adottava la legge della primogenitura, i suoi due figli maschi si divisero i territori paterni formando i margraviati di Baden-Baden e Baden-Hochberg.

Margravi di BadenModifica

La seconda creazione (1771-1803)Modifica

 
Carlo Federico, margravio di Baden
Margraviato del Baden
(2^ creazione)
  
Dati amministrativi
Nome ufficialeMarkgrafschaft Baden
Lingue parlatetedesco
Inno-
CapitaleKarlsruhe
Dipendente daSacro Romano Impero
Politica
Forma di governoMargraviato
Nascita1771 con Carlo Federico di Baden
CausaUnione dei margraviati di Baden-Baden e Baden-Durlach
Fine1803 con Carlo Federico di Baden
CausaElevazione ad Elettorato
Territorio e popolazione
Economia
ValutaTallero del Baden
Religione e società
Religioni preminenticattolica
Religione di Statoprotestantesimo
Religioni minoritarieebraismo
Classi socialipatrizi, clero, cittadini, popolo
Evoluzione storica
Preceduto da  Margraviato di Baden-Baden
  Margraviato di Baden-Durlach
Succeduto da  Elettorato di Baden

La seconda creazione del margraviato del Baden avvenne nel 1771 quando Carlo Federico, già margravio di Baden-Durlach, riuscì a riunificare i domini della sua famiglia dopo che suo cugino Augusto Giorgio, margravio di Baden-Baden, lo aveva lasciato erede dei suoi domini essendo morto senza eredi.

Il Margraviato sopravvisse sino al 1803 quando con la mediatizzazione degli stati tedeschi ed il parziale crollo del Sacro Romano Impero il Margraviato venne eletto alla dignità elettorale e poi dal 1806 a quella granducale.

Margravi del BadenModifica

Primi ministri del Margraviato del BadenModifica

  • 1774 - 6 dicembre 1793: Wilhelm von Edelsheim
  • 1793 - 1808: Georg Ludwig von Edelsheim
  • 1803 - 27 dicembre 1806: Wolfgang Heribert Tobias Otto Maria Johann Nepomuk von Dalberg

BibliografiaModifica

  • Uwe A. Oster: Die Großherzöge von Baden 1806–1918. Verlag Friedrich Pustet, Regensburg 2007, ISBN 978-3-7917-2084-5.
  • Armin Kohnle: Kleine Geschichte der Markgrafschaft Baden. Leinfelden-Echterdingen 2007, ISBN 978-3-7650-8346-4.
  • Dieter Vestner: Die Markgrafschaft Baden-Durlach. Verlag Heinz W. Holler, Karlsruhe 1988 (ohne ISBN).
  • Dieter Vestner: Baden. Verlag Heinz W. Holler, Karlsruhe 1990 (ohne ISBN)
  • Jens Martin Möller: Mythos einer Sonnenstadt (Spuren deutscher Geschichte). Dingfelder Verlag 1995, ISBN 3-926253-91-6.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316732476