Maria Adelaide di Lussemburgo

Maria Adelaide
Marie-Adélaïde, Grand Duchess of Luxembourg.jpg
Granduchessa di Lussemburgo
Stemma
In carica 25 febbraio 1912
14 gennaio 1919
Incoronazione 25 luglio 1912
Predecessore Guglielmo IV
Successore Carlotta
Nome completo Marie-Adélaïde Thérèse Antonia Hilda Wilhelmine
Nascita Colmar-Berg
14 giugno 1894
Morte Lenggries
24 gennaio 1924
Luogo di sepoltura cattedrale di Notre-Dame, Lussemburgo
Casa reale Nassau-Weilburg
Padre Guglielmo IV
Madre Maria Anna di Braganza

Maria Adelaide (nome completo Marie-Adélaïde Thérèse Antonia Hilda Wilhelmine; Colmar-Berg, 14 giugno 1894Lenggries, 24 gennaio 1924) fu granduchessa di Lussemburgo dalla morte del padre Guglielmo IV, nel 1912, fino alla sua abdicazione, nel 1919, a favore della sorella Carlotta.

BiografiaModifica

I primi anniModifica

 
La giovane Maria Adelaide

Maria Adelaide era la figlia primogenita di Guglielmo IV di Lussemburgo e di Maria Anna di Braganza. Suoi nonni materni erano dunque il re Michele del Portogallo e la principessa Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg, dalla quale la futura granduchessa prese il nome di battesimo.[1]

Dal momento che suo padre aveva avuto sei femmine ma nessun maschio, fu lui stesso a dichiarare Maria Adelaide quale erede del trono granducale di Lussemburgo il 10 luglio 1907 in modo da prevenire qualsiasi problematica circa la successione. Quando pertanto Guglielmo morì il 25 febbraio 1912, Maria Adelaide gli succedette a soli 17 anni, sotto la reggenza della madre per sei mesi, fino al compimento della maggiore età. Maria Adelaide fu così la prima sovrana di Lussemburgo dal 1296 ad essere nata entro i confini del granducato ed una delle pochissime donne regnanti nel mondo (con Guglielmina dei Paesi Bassi e Salote Tupou III di Tonga).[2]

Il regnoModifica

Maria Adelaide fu sempre molto interessata alla politica del suo Stato e prese sempre parte attiva a tutte le decisioni del governo. Devota cattolica con strenue convinzioni politiche e religiose, il giorno della sua incoronazione (25 luglio 1912) si rifiutò di firmare una nuova legge che mirava a ridurre l'influenza dei sacerdoti cattolici nel ruolo dell'istruzione.[3]

Durante la prima guerra mondiale il granducato fu occupato dall'esercito tedesco e il comportamento di Maria Adelaide parve troppo accondiscendente verso gli occupanti, se non addirittura amichevole. Perciò al termine della guerra, criticata nel Paese e di fronte al rischio di annessione da parte del Belgio o della Francia, nel 1919 abdicò in favore della sorella minore Carlotta per salvare l'indipendenza del paese e la dinastia regnante.[4]

Gli ultimi anniModifica

Maria Adelaide non si sposò mai e dopo l'abdicazione entrò in convento in Italia, prima presso le carmelitane di Modena, in seguito presso l'ordine delle Piccole Sorelle dei Poveri a Roma, con il nome di suor Maria dei Poveri. Morì d'influenza nel castello di Hohenburg il 24 gennaio 1924 e fu sepolta nella cripta dei granduchi della cattedrale di Notre-Dame nella città di Lussemburgo il 22 ottobre 1947.[5]

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Guglielmo, Duca di Nassau Federico Guglielmo, Principe di Nassau-Weilburg  
 
Burgravia Luisa Isabella di Kirchberg  
Adolfo, Granduca di Lussemburgo  
Principessa Luisa di Sassonia-Hildburghausen Federico, Duca di Sassonia-Altenburg  
 
Duchessa Carlotta Georgina di Meclemburgo-Strelitz  
Guglielmo IV, Granduca di Lussemburgo  
Principe Federico Augusto di Anhalt-Dessau Federico, Principe Ereditario di Anhalt-Dessau  
 
Langravia Amalia d'Assia-Homburg  
Principessa Adelaide Maria di Anhalt-Dessau  
Langravia Maria Luisa Carlotta d'Assia-Kassel Langravio Guglielmo d'Assia-Kassel  
 
Principessa Luisa Carlotta di Danimarca  
Maria Adelaide, Granduchessa di Lussemburgo  
Giovanni VI del Portogallo Pietro III del Portogallo  
 
Maria I del Portogallo  
Michele I del Portogallo  
Carlotta Gioacchina di Spagna Carlo IV di Spagna  
 
Maria Luisa di Parma  
Infanta Maria Anna di Portogallo  
Costantino, Principe Ereditario di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg Carlo Tommaso di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg  
 
Sofia di Windisch-Grätz  
Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg  
Agnese di Hohenlohe-Langenburg Carlo Ludovico I di Hohenlohe-Langenburg  
 
Amalia Enrichetta di Solms-Baruth  
 

OnorificenzeModifica

Onorificenze lussemburghesiModifica

  Gran Maestro dell'Ordine del Leone d'Oro di Nassau
  Gran Maestro dell'Ordine militare e civile di Adolfo di Nassau
  Gran Maestro dell'Ordine della Corona di Quercia

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Kreins, p. 35
  2. ^ O'Shaghnessy, p. 16
  3. ^ Delorme, p. 60
  4. ^ O'Shaghnessy, p. 108
  5. ^ Delorme, p. 64

BibliografiaModifica

  • AA. VV., Le ultime monarchie, Novara 1973.
  • P. Delorme, Histoire des grandes dynasties, pp. 58-68, Paris 2009.
  • J.M. Kreins, Histoire de Luxembourg, Ysec 2007.
  • E. O'Shaghnessy, Marie Adelaide, Grand Duchess of Luxembourg, New York 1932.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN81554869 · ISNI (EN0000 0000 5833 4514 · Europeana agent/base/54508 · GND (DE137352298 · WorldCat Identities (ENviaf-81554869