Maria Antonietta d'Asburgo-Lorena (1858-1883)

principessa di Toscana e principessa-badessa del capitolo delle nobili dame d'Austria
Maria Antonietta d'Asburgo-Lorena
Maria Antonia, Archduchess of Austria and Princess of Tuscany.jpg
Maria Antonietta nelle vesti di badessa delle nobili dame d'Austria, 1882.
Principessa-Badessa dell'istituzione imperiale e reale teresiana delle nobili dame d'Austria
In carica 1881 –
1883
Nome completo Maria Antonietta Leopolda Annunziata Anna Amalia Giuseppa Giovanna Immacolata Tecla d'Asburgo-Lorena[1]
Trattamento Altezza imperiale e reale
Altri titoli Arciduchessa d'Austria
Principessa di Toscana
Principessa d'Ungheria
Nascita Firenze, Granducato di Toscana, 10 gennaio 1858
Morte Cannes, 13 aprile 1883
Dinastia Asburgo-Lorena di Toscana
Padre Ferdinando IV di Toscana
Madre Anna Maria di Sassonia
Religione Cattolicesimo

Maria Antonietta d'Asburgo-Lorena, nome completo Maria Antonietta Leopolda Annunziata Anna Amalia Giuseppa Giovanna Immacolata Tecla[1] (Firenze, 10 gennaio 1858Cannes, 13 aprile 1883), nata arciduchessa d'Austria e principessa di Toscana e Ungheria, divenne principessa-badessa dell'istituzione imperiale e reale teresiana delle nobili dame d'Austria.

BiografiaModifica

 
Maria Antonietta d'Asburgo-Lorena in una foto del 1875 circa.

InfanziaModifica

L'arciduchessa Maria Antonietta nacque il 10 giugno 1858 a Firenze, come figlia primogenita del gran principe Ferdinando di Toscana e di sua moglie, la gran principessa Anna Maria di Sassonia. I suoi nonni paterni erano il granduca Leopoldo II di Toscana e la granduchessa Maria Antonia di Borbone-Due Sicilie, mentre quelli materni erano il principe ereditario (futuro re) Giovanni di Sassonia e la principessa ereditaria consorte Amalia Augusta di Baviera.

Sua madre morì nel febbraio 1859, a causa delle complicazioni di un aborto causato da una febbre tifoide, e il 27 aprile successivo la famiglia granducale dovette lasciare la Toscana, a seguito di alcuni moti favorevoli all'unificazione italiana. Dopo l'abdicazione di Leopoldo II, suo padre Ferdinando divenne granduca il 21 luglio dello stesso anno, ma nel 1860 il granducato di Toscana venne annesso al Regno di Sardegna. Maria Antonietta crebbe quindi in esilio, vivendo soprattutto a Salisburgo. Nel 1868 suo padre si risposò con la principessa Alice di Borbone-Parma, da cui ebbe dieci figli.

Vita successivaModifica

Nel 1881 l'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria la nominò principessa-badessa dell'istituzione imperiale e reale teresiana delle nobili dame d'Austria.

Nel 1882 divenne scrittrice e pubblicò diversi libri e opere di successo che le garantirono fama.

Nel mese di novembre del 1882 si trasferì a Cannes, perché la sua salute, minata da anni dalla tubercolosi, era peggiorata. Si stabilì a Villa Felice, dove il clima era più mite e li trascorse gli ultimi anni.

MorteModifica

Morì di malattia il 13 aprile 1883, nella sua villa a Cannes

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Ferdinando III di Toscana Leopoldo II d'Asburgo-Lorena  
 
Maria Luisa di Borbone-Spagna  
Leopoldo II di Toscana  
Luisa Maria di Borbone-Napoli Ferdinando I delle Due Sicilie  
 
Maria Carolina d'Asburgo-Lorena  
Ferdinando IV di Toscana  
Francesco I delle Due Sicilie Ferdinando I delle Due Sicilie  
 
Maria Carolina d'Asburgo-Lorena  
Maria Antonia di Borbone-Due Sicilie  
Maria Isabella di Borbone-Spagna Carlo IV di Spagna  
 
Maria Luisa di Borbone-Parma  
Maria Antonietta d'Asburgo-Lorena  
Massimiliano I di Sassonia Federico Cristiano I di Sassonia  
 
Maria Antonia di Baviera  
Giovanni I di Sassonia  
Carolina Maria di Borbone-Parma Ferdinando I di Parma  
 
Maria Amalia d'Asburgo-Lorena  
Anna Maria di Sassonia  
Massimiliano I Giuseppe di Baviera Federico Michele di Zweibrücken-Birkenfeld  
 
Maria Francesca del Palatinato-Sulzbach  
Amalia Augusta di Baviera  
Carolina di Baden Carlo Luigi di Baden  
 
Amalia d'Assia-Darmstadt  
 

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Leopoldo II di Lorena, Il governo di famiglia in Toscana. Memorie del granduca Leopoldo II di Lorena (1824-1859); a cura di Franz Pesendorfer, Firenze, Sansoni Editore, 1987, ISBN 88-383-0019-4.
  • Marcello Vannucci, I Lorena - Granduchi di Toscana, Roma, Newton Compton, 2003, ISBN 88-8289-807-5.

Altri progettiModifica