Apri il menu principale
Maria Elisabetta di Sassonia
Prinzessin Elisabeth von Sachsen by Pietro Antonio Conte Rotari.jpg
La principessa Maria Elisabetta in un ritratto di Pietro Rotari, ca. 1755, Gemäldegalerie Alte Meister
Principessa di Polonia, Lituania e Sassonia
Nome completo Maria Elisabeth Apollonia Kasimira Franziska Xaveria
Nascita Palazzo di Wilanów, Varsavia, Polonia-Lituania, 2 febbraio 1736
Morte Dresda, Regno di Sassonia, 24 dicembre 1818
Dinastia Wettin
Padre Augusto III di Polonia
Madre Maria Giuseppa d'Austria
Religione Cattolicesimo

Maria Elisabetta di Sassonia (Varsavia, 2 febbraio 1736Dresda, 24 dicembre 1818) fu una principessa di Polonia-Lituania e Sassonia della casata di Wettin.

Indice

BiografiaModifica

Nata nel Palazzo di Wilanów a Varsavia, fu l'undicesima dei quattordici figli dell'elettore di Sassonia e re di Polonia Augusto III e sua moglie, Maria Giuseppa, arciduchessa d'Austria e regina di Polonia. Fin dalla giovane età fu educata allo studio del latino, francese e polacco e in altri vari campi quali: filosofia, geografia, religione, disegno, musica e danza.

Morì nel 1818 a Dresda nubile e senza figli.

TitoliModifica

  • 2 febbraio 1736 – 24 dicembre 1818: Sua altezza serenissima la principessa Maria Elisabetta di Sassonia

AscendenzaModifica

Albero genealogico di tre generazioni di Maria Elisabetta di Sassonia
Maria Elisabetta di Sassonia Padre:
Augusto III di Polonia
Nonno paterno:
Augusto II di Polonia
Bisnonno paterno:
Giovanni Giorgio III di Sassonia
Bisnonna paterna:
Anna Sofia di Danimarca
Nonna paterna:
Cristiana Eberardina di Brandeburgo-Bayreuth
Bisnonno paterno:
Cristiano Ernesto di Brandeburgo-Bayreuth
Bisnonna paterna:
Sofia Luisa di Württemberg
Madre:
Maria Giuseppa d'Austria
Nonno materno:
Giuseppe I d'Asburgo
Bisnonno materno:
Leopoldo I d'Asburgo
Bisnonna materna:
Eleonora del Palatinato-Neuburg
Nonna materna:
Guglielmina Amalia di Brunswick-Lüneburg
Bisnonno materno:
Giovanni Federico di Brunswick-Lüneburg
Bisnonna materna
Benedetta Enrichetta del Palatinato

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN171771521 · GND (DE1012457451 · CERL cnp01291931 · WorldCat Identities (EN171771521