Maria Paola Merloni

politica e imprenditrice italiana
Maria Paola Merloni
Maria Paola Merloni datisenato 2013.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
Durata mandato 15 marzo 2013 –
22 marzo 2018
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
Scelta Civica (2013)
Per l'Italia (2013-2014)
Autonomie (dal 2014)
Coalizione Con Monti per l'Italia
Circoscrizione Marche
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Durata mandato 28 aprile 2006 –
15 marzo 2013
Legislature XV, XVI
Gruppo
parlamentare
L'Ulivo (XV)
PD (XVI)
Coalizione L'Unione (XV)
PD-IdV (XVI)
Circoscrizione Marche
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico DL (2006-2007)
PD (2007-2013)
SC (2013)
PpI (2013-2014)
DemoS (dal 2014)
Titolo di studio Laurea in scienze politiche
Professione Imprenditore

Maria Paola Merloni (Roma, 13 ottobre 1963) è un'imprenditrice e politica italiana.

Membro del consiglio di amministrazione della Indesit Company, è stata senatrice della XVII Legislatura eletta nella lista Con Monti per l'Italia.

BiografiaModifica

Figlia del noto imprenditore Vittorio Merloni e nipote del senatore Francesco Merloni, figli di Aristide, fondatore della Ariston, si è laureata in scienze politiche nel 1989.

Ha assunto ruoli nell'area Amministrativa e poi nella Direzione Commerciale nell'azienda di famiglia, la Indesit Company, della quale dal 2005 è Responsabile delle Relazioni Istituzionali e dal 2008 Membro del Consiglio di Amministrazione.

È stata presidente di Confindustria Marche dal 2004 al 2006.

Alle elezioni di quell'anno è stata eletta alla Camera dei deputati per La Margherita e ha fatto parte della direzione federale del partito.

Nel 2007 è nominata Responsabile nazionale Europa nella Segreteria nazionale del Segretario Walter Veltroni, è nominato Ministro per gli Affari Europei nell Governo ombra del Partito Democratico, ruolo che ricopre dal 9 maggio 2008 al 21 febbraio 2009.

È stata rieletta nel 2008..

In occasione delle elezioni politiche del 2013 lascia il PD e aderisce a Scelta Civica per l'Italia, per la quale è candidata come capolista al Senato nelle Marche per la coalizione Con Monti per l'Italia[1] e viene eletta senatrice. È vicepresidente del partito di Scelta Civica.

Il 10 dicembre 2013 aderisce al gruppo parlamentare Per l'Italia[2]. In seguito aderisce ai Popolari per l'Italia.

Alla fine del 2014 lascia i Popolari per l'italia e aderisce a Democrazia Solidale, iscrivendosi quindi al gruppo Per le Autonomie - PSI - MAIE.

Nel 2016 si avvicina alle posizioni di Pier Ferdinando Casini, circa la legislazione sulle Unioni Civili.

Resta in Parlamento sino al 2018, quando non si ricandida più per tornare a dedicarsi pianamente all'attività imprenditoriale.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica