Apri il menu principale
Monarchia spagnola
Casa d'Asburgo
Royal Coat of Arms of Spain (1580-1668).svg

Carlo I
Filippo II
Filippo III
Filippo IV
Figli
Carlo II

Maria d'Asburgo, infanta di Spagna (Madrid, 14 febbraio 1580Madrid, 5 agosto 1583), era l'ultima figlia di Filippo II di Spagna e della quarta e ultima moglie Anna d'Austria, che era nipote del re. Era quindi sorella minore del re Filippo III di Spagna.

Problema della discendenzaModifica

 
Filippo II di Spagna, padre di Maria
 
Anna d'Austria, regina di Spagna e madre di Maria

Maria, quando nacque, aveva altri fratelli: Diego, nato nel 1575, e Filippo, nato nel 1578, che sarebbe succeduto al padre.

Il problema della discendenza era sempre stato un problema per Filippo II, fin da quando il suo primogenito don Carlos, avuto dalla prima moglie Maria Emanuela d'Aviz, aveva iniziato a dare segni di insanità mentale rendendolo quindi inadatto a divenire re. Rimasto vedovo, sposò Maria I d'Inghilterra, la quale morì senza lasciargli figli. Dalla terza moglie Elisabetta di Valois ebbe due figlie, Isabella Clara Eugenia e Caterina Michela, sorellastre di Maria ancora in vita quando nacque. Erano invece già morti il fratellastro don Carlos e gli altri fratelli maggiori Ferdinando e Carlos Lorenzo.

Orfana di madreModifica

Maria rimase orfana di madre lo stesso anno della sua nascita. Anna morì in seguito una grave influenza che colpì sia lei che il marito mentre si recavano a Lisbona.

Oltre alle governanti si presero cura di lei e dei suoi due fratelli Isabella e Caterina.

Da quanto riportato nelle numerose lettere giunte sino a noi tra Filippo e le figlie maggiori, il padre faceva mandare giocattoli e cibarie ai figli, ma anche libri perché imparassero a leggere. Per la piccola Maria, in particolare, inviò un Agnus Dei colorato. Dal Portogallo arrivarono invece frutta candita e marmellate.

Maria morì a tre anni nel 1583, l'anno prima era morto il fratello Diego. Dal 1580 al 1583 Filippo II rimase sempre in Portogallo e quando tornò in Spagna ritrovò vivi soltanto tre figli, tra i quali soltanto Isabella e Filippo sopravvissero al padre.

BibliografiaModifica