Apri il menu principale

Maria di Ponthieu

Contessa di Ponthieu e Montreuil
Maria
Marie, Countess of Ponthieu.jpg
contessa di Ponthieu
In carica 6 ottobre 1221 –
21 settembre 1250
Predecessore Guglielmo II
Successore Giovanna
Nome completo Maria di Ponthieu
Nascita 17 aprile 1199
Morte 21 settembre 1250
Dinastia famiglia Montgommery
Padre Guglielmo II
Madre Adele di Francia
Consorte Simone di Dammartin
Matteo di Montmorency
Figli Giovanna
Matilde
Filippa e
Maria
Religione cattolica

Maria di Ponthieu, in francese: Marie de Ponthieu (17 aprile 119921 settembre 1250), fu suo jure contessa del Ponthieu e di Montreuil dal 1221 alla sua morte.

Indice

OrigineModifica

Secondo il Roderici Toletani Archiepiscopi De Rebus Hispaniæ, Maria era l'unica figlia del conte di Ponthieu, Guglielmo II e della moglie, Adele di Francia[1], contessa di Vexin, che era figlia del re di Francia, Luigi VII e della sua seconda moglie, Costanza di Castiglia[1], e sorellastra del re di Francia, Filippo II Augusto, come conferma anche la Chronica Albrici Monachi Trium Fontium[2].
Secondo le Recherches généalogiques sur les comtés de Ponthieu, de Boulogne, de Guines, Guglielmo II di Ponthieu era l'unico figlio maschio del conte di Ponthieu, Giovanni I, e della terza moglie, Beatrice di Saint-Pol[3] († dopo il 1202), figlia di Anselmo di Campdavaine signore di Lucheux e conte di Saint-Pol, e della sua prima moglie[4].

BiografiaModifica

Maria viene citata, per la prima volta in un documento, nel 1205, quando suo padre, Guglielmo II, fece una donazione al monastero di Saint Josse, citando sia la moglie, Adele che la figlia, Maria[5].

Poi Maria viene citata in altri due documenti del padre, Guglielmo II, del Cartulaire du comté de Ponthieu:

Nel 1208, Maria fu promessa in sposa al conte di Aumale, Simone di Dammartin, figlio del conte di Dammartin, Alberico II ( † 1200 circa) e della moglie, Matilde di Clermont ( † 1218 circa); col documento n° VI del Recueil de documents pour servir à l´histoire de Montreuil-sur-Mer 1000-1464, supplément au cartulaire municipale Rinaldo conte di Boulogne, conferma il contratto di matrimonio tra suo fratello, Simone e Maria, figlia del conte di Ponthieu[8].
Col documento n° XXXII, datato 1209, del Cartulaire du comté de Ponthieu, suo padre, Guglielmo II, conferma l'avvenuto matrimonio, citando Maria con Simone di Boulogne, definito suo genero(Symonis de Bolonia, generis mei, et Marie filie mee, uxoris eius)[9].

Maria viene citata ancora, assiema ai genitori:

  • nel caput VI del Bibliotheca sebusiana, sive variarum chartarum, diplomatum, fundationum, datato 1210[10] ed
  • il n° XLVIII del Cartulaire du comté de Ponthieu, datato 1211[11].

Suo padre, Guglielmo morì nel 1221 e fu tumulato nell'Abbazia di Valloires Argoules, Somme[12].
Maria, quale unica figlia, gli succedette, col marito, Simone di Dammartin, come ci viene confermato dal documento n° LXXXVII del Cartulaire du comté de Ponthieu, in cui il re di Francia, Luigi VIII, conferma che la contea di Ponthieu, rimarrà nel diritto dei figli di Maria e di Simone[13] (a Maria la contea era stata requisita, poiché, suo marito Simone, nella battaglia di Bouvines, si era schierato contro il re di Francia, come ci viene confermato da L'art de vérifier les dates des faits historiques, des chartes, ....[14]).

Nel 1232, Simone e Maria fecero una donazione all'abbazia di Notre-Dame d'Ourscamp, come ci viene confermato dal documento n° CCLXXVIII del Cartulaire de l'abbaye de Notre-Dame d'Ourscamp de l'ordre de Citeau[15].

Maria rimase vedova nel settembre del 1239; infatti Simone, secondo la Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, morì nel 1239[16], come conferma il documento CXXXIII del Cartulaire du comté de Ponthieu, inerente la donazione che Maria fece alla chiesa della Vergine di Ourscamp nell'ottobre di quello stesso anno[17].

Maria, poi si risposò, in seconde nozze, fra il settembre 1240 e il dicembre 1241, col figlio di Matteo II, signore di Montmorency, Matteo di Montmorency, come risulta dal documento n° CXLIII del Cartulaire du comté de Ponthieu[18] e da alcuni documenti datati dal 1246 al 1249 delle Preuves della Histoire généalogique de la maison de Montmorency et de Laval[19].

Maria rimase vedova una seconda volta, poiché Matteo morì l'8 febbraio 1250, a Mansura, assieme a Roberto I d'Artois, fratello del re di Francia, Luigi IX il Santo, mentre combatteva nella Settima crociata condotta dallo stesso Luigi IX[20].

 Lo stesso argomento in dettaglio: Battaglia di Mansura.

Maria morì alcuni mesi dopo il 21 settembre 1250 e le succedette la figlia, Giovanna[1].

Matrimoni e discendenzaModifica

Prima del settembre 1208 Maria era stata data in moglie al conte di Aumale, Simone di Dammartin (il contratto di matrimonio è datato settembre 1208[8]).
Maria a Simone diede quattro figlie[21]:

Al suo secondo marito, Matteo di Montmorency, Maria non diede alcun figlio[22]:

AscendenzaModifica

Maria di Ponthieu Padre:
Guglielmo II di Ponthieu
Nonno paterno:
Giovanni I di Ponthieu
Bisnonno paterno:
Guido II di Ponthieu
Trisnonno paterno:
Guglielmo I di Ponthieu
Trisnonna paterna:
Elena di Borgogna
Bisnonna paterna:
Ida
Trisnonno paterno:
 ?
Trisnonna paterna:
 ?
Nonna paterna:
Beatrice of Saint-Pol
Bisnonno paterno:
Anselme de Saint-Pol
Trisnonno paterno:
Hugh III, Comte de Saint-Pol
Trisnonna paterna:
?
Bisnonna paterna:
?
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Madre:
Adèle di Francia
Nonno materno:
Luigi VII di Francia
Bisnonno materno:
Luigi VI di Francia
Trisnonno materno:
Filippo I di Francia
Trisnonna materna:
Berta d'Olanda
Bisnonna materna:
Adelaide di Savoia
Trisnonno materno:
Umberto di Savoia
Trisnonna materna:
Gisella di Borgogna
Nonna materna:
Costanza di Castiglia
Bisnonno materno:
Alfonso VII di León
Trisnonno materno:
Raimondo di Borgogna
Trisnonna materna:
Urraca di Castiglia
Bisnonna materna:
Berengaria di Barcellona
Trisnonno materno:
Raimondo Berengario III di Barcellona
Trisnonna materna:
Dolce I di Provenza

NoteModifica

  1. ^ a b c d (LA) Recueil des historiens des Gaules et de la France. Tome 12, Roderici Toletani Archiepiscopi De Rebus Hispaniæ, libro IX, cap. VII, par. 7, pag 383
  2. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, tomus XXIII, Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, anno 1165, pag 848
  3. ^ (FR) Recherches généalogiques sur les comtés de Ponthieu, de Boulogne, de Guines, anno 1186, pag 37
  4. ^ (EN) Foundation for Medieval Genealogy : COMTES de PONTHIEU (BELLÊME-MONTGOMMERY)- JEAN I de Ponthieu
  5. ^ (LA) Cartulaire du comté de Ponthieu, doc. XXIV, pagg 43 e 44
  6. ^ (LA) Cartulaire du comté de Ponthieu, doc. XXIX, pagg 48 e 49
  7. ^ (LA) Cartulaire du comté de Ponthieu, doc. XXXI, pagg 50 e 51
  8. ^ a b (LA) Recueil de documents pour servir à l´histoire de Montreuil-sur-Mer 1000-1464, supplément au cartulaire municipale, doc. VI, pagg 9 e 10
  9. ^ (LA) Cartulaire du comté de Ponthieu, doc. XXXII, pagg 52 - 54
  10. ^ (LA) Bibliotheca sebusiana, sive variarum chartarum, diplomatum, fundationum, caput VI, pagg 16 e 17
  11. ^ (LA) Cartulaire du comté de Ponthieu, doc. XLVIII, pag 72
  12. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy : COMTES de PONTHIEU (BELLÊME-MONTGOMMERY)- GUILLAUME II "Talvas" de Ponthieu
  13. ^ (LA) Cartulaire du comté de Ponthieu, doc. LXXXVII, pagg 131 - 133
  14. ^ L'art de vérifier les dates des faits historiques, des chartes, ..., 1818, p. 435
  15. ^ (LA) Cartulaire de l'abbaye de Notre-Dame d'Ourscamp de l'ordre de Citeau, doc. CCLXXVIII, pag 168
  16. ^ a b c d e (LA) Monumenta Germaniae Historica, tomus XXIII, Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, anno 1239, pag 947
  17. ^ (LA) Cartulaire du comté de Ponthieu, doc. CXXXIII, pagg 182 e 183
  18. ^ (LA) Cartulaire du comté de Ponthieu, doc. CXLIII, pagg 192 - 194
  19. ^ (LA) Histoire généalogique de la maison de Montmorency et de Laval, pagg 104 - 106
  20. ^ Charles Cawley, Medieval Lands, Comtes of Ponthieu
  21. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy : COMTES de PONTHIEU (DAMMARTIN)- MARIE de Ponthieu (SIMON de Dammartin)
  22. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy : SEIGNEURS de MONTMORENCY- MARIE de Ponthieu (MATHIEU)

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN902146461419527730213 · GND (DE1101850736 · CERL cnp02161450