Apri il menu principale

Mariella Casini-Cortesi

scrittrice italiana

BiografiaModifica

Figlia primogenita di Aldo - dirigente d'azienda e Cavaliere del lavoro - e di Claudia Natili, Annamaria Samaritani è nota col soprannome Mariella. Ha conseguito il quinto anno di pianoforte all'Accademia di Santa Cecilia. Si è laureata in Chimica, nel 1956, all'Università di Roma La Sapienza. Ha preso nel 1969 il diploma in Biblioteconomia, rilasciato dalla Scuola vaticana di biblioteconomia della Biblioteca Apostolica Vaticana, con la tesi Bio-bibliografia dei santi napoletani del Seicento. Sposata con Walter Casini-Cortesi, ha avuto quattro figli. Nei suoi scritti si firma Mariella Casini-Cortesi e, in scritti per periodici, a volte si firma con le iniziali M.C.C.

Da quasi quarantacinque anni coordina la direzione del mensile Monte Mario,[1] che è il più longevo mensile di quartiere d'Italia. Su Monte Mario ha scritto circa 100 articoli, di vario argomento: storico, toponomastico, letterario, d'informazione per i residenti, di curiosità, biografie di abitanti del quartiere, interviste, tra cui quella alla compositrice Elena Barbara Giuranna. Per questa rivista ha ideato e organizzato un Concorso nazionale musicale, intitolato "Monte Mario", per coro a cappella, riservato a studenti o a giovani diplomati in Conservatori di Musica italiani.[2]

Per la Fondazione Bellonci ha fatto ricerche sulle carte private e sui diari personali di Maria Bellonci. Ha pubblicato sull'annuario Strenna dei Romanisti.[3]

Per la storia della musica, ha collaborato ad iniziative editoriali dell'Ibimus (Istituto di Bibliografia Musicale), che opera in contatto con l'Assessorato alle Politiche Culturali della Regione Lazio e del Comune di Roma.[4] Dopo avere seguito un corso Ibimus di schedatura dei manoscritti musicali, organizzato presso la Biblioteca nazionale centrale di Roma, a partire dal 1989 ha riordinato e schedato i Fondi musicali della Cappella Giulia della Basilica di San Pietro, della Cappella Sistina, dell'Archivio dell'Accademia Filarmonica Romana,[5] dell'Archivio di Stato di Roma-Fondo SS. Trinità dei Pellegrini; infine ha identificato e schedato antichi testi poetici per musica, conservati in vari Fondi della Biblioteca Casanatense.[6]

 
Biblioteca Casanatense

Ha cantato nel Coro dell'Accademia Filarmonica Romana diretto da Pablo Colino, nel Coro Santa Chiara, quindi nel Coro Sant'Agnese in Piazza Navona (Chiesa di Sant'Agnese in Agone - Roma).[7]

OpereModifica

LibriModifica

  • Accademia Filarmonica Romana, Il genio dell'armonia: manoscritti ed edizioni musicali dell'Accademia Filarmonica Romana: catalogo di Mariella Casini Cortesi; presentazione di Roman Vlad, Roma, Ibimus, 2006, SBN IT\ICCU\RMR\0088846.
  • Biblioteca Casanatense, Salita al Parnaso: testi poetici per musica (secc. XVII e XVIII) nelle miscellanee casanatensi. Incipitario di Mariella Casini Cortesi, Roma, Ibimus, 2017, SBN IT\ICCU\RMS\2821113.

Scritti in miscellaneeModifica

  • Cori polifonici di Monte Mario a Roma, in Il Giardino Armonioso: studi e testimonianze in onore di Giancarlo Rostirolla / a cura di Saverio Franchi e Orietta Sartori, Roma, Ibimus, 2011, pp. 181-193, SBN IT\ICCU\RMS\2456731.
  • Versi poetici per musica nel fondo Volumi Miscellanei della Biblioteca Casanatense di Roma, in Tra musica e storia: saggi di varia umanità in ricordo di Saverio Franchi / a cura di Giancarlo Rostirolla ed Elena Zomparelli, Roma, Ibimus, 2017, pp. 483-486, SBN IT\ICCU\RMS\2819914.

Scritti per periodici (scelta)Modifica

  • Pier Francesco Valentini: profilo di un musicista barocco, in Nuova rivista musicale italiana: bimestrale di cultura e informazione, vol. 17, 3-4, 1983, pp. 529-566, SBN IT\ICCU\RAV\0033843.
  • Profilo di Giovanni Torlonia, una scuola rurale a Monte Mario, in Natale di Roma 2000. Strenna dei Romanisti, vol. 61, Roma, Roma Amor, 2000, pp. 497–529, SBN IT\ICCU\TO0\0195970.
  • In treno da Cesano a Viterbo, in Monte Mario, vol. 32, nº 187, Roma, Amici di Monte Mario, aprile 2000, pp. 17-19, SBN IT\ICCU\CFI\0388256. (Raddoppio della ferrovia Roma-Viterbo).
  • Complesso di Casal del Marmo, in Monte Mario, vol. 33, nº 196, Roma, Amici di Monte Mario, marzo 2001, pp. 4-5. (Carcere minorile).
  • San Francesco a Monte Mario, in Monte Mario, vol. 39, nº 244, Roma, Amici di Monte Mario, marzo 2007, pp. 4.
  • Le figura femminile del Foro Italico, in Monte Mario, vol. 39, nº 248, Roma, Amici di Monte Mario, novembre-dicembre 2007, pp. 1-4. (Rinvenuta in loco e restaurata una scultura anni trenta, forse opera di Silvio Canevari).
  • Sempre meno pini in viale delle Medaglie d'Oro, in Monte Mario, vol. 41, nº 253, Roma, Amici di Monte Mario, gennaio-marzo 2009, pp. 5. (Tolti i pini ai lati del viale che deformavano la strada).
  • Prossimo il ritorno della Madonnina di Monte Mario sul suo piedistallo, in Monte Mario, vol. 42, nº 256, Roma, Amici di Monte Mario, marzo 2010, pp. 3. (Restauro della Madonna che è sulla cima di Monte Mario).
  • Ferruccio Busoni. Il risveglio di una musica incompiuta: torna alla luce "Su Monte Mario" di Busoni, in Monte Mario, vol. 43, gennaio-febbraio, Roma, Amici di Monte Mario, 2011, pp. 3. (Pubblicazione di una musica inedita di Busoni).

NoteModifica

  1. ^ Rivista dell'Associazione Amici di Monte Mario, fondata nel 1969 da Luigi Pallottino (fratello minore di Massimo), che ha fondato anche la rivista Palatinum ed è stato consigliere della Corte dei Conti.
  2. ^ Concorso musicale Monte Mario, [1] Archiviato il 5 dicembre 2018 in Internet Archive.
  3. ^ Dal 1940 il Gruppo dei Romanisti pubblica l'annuario Strenna dei Romanisti - con saggi di argomento romano - che è consegnato al sindaco di Roma ogni 21 aprile, Natale di Roma.
  4. ^ Ibimus, Attività varie [2].
  5. ^ Nella schedatura di questo Fondo ha identificato uno spartito originale di Gaetano Donizetti, che si credeva perduto. Si tratta dell'Ode Il genio dell'armonia, cantata in due parti, su testo di Pietro Ercole Visconti, per l'Ascensione al Soglio di papa Pio VIII, con musiche di Luigi Costaguti e di Domenico Capranica e finale autografo di Gaetano Donizetti. [3].
  6. ^ Ibimus, Catalogo editoriale [4].
  7. ^ Coro Sant'Agnese [5] Archiviato il 5 dicembre 2018 in Internet Archive..

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN158789457 · ISNI (EN0000 0001 1704 1544 · LCCN (ENno2011033873 · GND (DE1060757338 · WorldCat Identities (ENno2011-033873