Marilyn Douala Bell

economista camerunese

Marilyn Douala Bell (Douala, 1957) è un'economista camerunese, presidente dell'associazione culturale doual'art con sede a Douala, in Camerun.

Marilyn Douala Bell con suo marito Dider Schaub nell'ufficio di doual'art.

BiografiaModifica

Marilyn Douala-Bell è nata in Camerun nel 1957. Ha frequentato la scuola superiore a Parigi dove ha conseguito una laurea magistrale in economia dello sviluppo e ha incontrato suo marito, lo storico d'arte Didier Schaub. Dopo essersi sposati nel 1986 si sono trasferiti a Douala.[1]

CarrieraModifica

Dal 1988 al 1993 è stata delegata e dirigente per la regione dell'Africa centrale dell'Association pour la Promotion des Initiatives Communautaires Africaines (APICA), un'organizzazione non governativa pan-africana con sede a Douala. Dal 1990 al 1991 ha documentato e analizzato le negoziazioni tra la popolazione locale, i fondatori e gli operatori pubblici per lo sviluppo urbano in collaborazione con APICA, l' Association Française de Volontaire du Progrès e il Groupe de Recherches et d'Echanges Technologiques.

Dal 1994 collabora con la cooperazione svizzera DDC come esperta internazionale nello sviluppo urbano e rurale, con la Banca mondiale, con la Commissione europea e con la Deutsche Gesellschaft für Internationale Zusammenarbeit, una cooperazione tedesca per lo sviluppo sostenibile e per la gestione di risorse.[senza fonte] A partire dal 2000 è responsabile delle politiche di sviluppo partecipativo urbano per la cooperazione decentrata della regione francese dell'Alsazia.[senza fonte]

Lavoro culturaleModifica

Ha co-fondato l'organizzazione culturale e il centro di arte contemporanea doual'art nel 1991. Nel 2007 lei e suo marito hanno creato il Salon Urbain de Douala, un festival triennale sull'arte pubblica.[senza fonte] Ha contribuito a numerose conferenze, in particolare su istituzioni culturali indipendenti e sull'arte e le trasformazioni urbane, tra cui il Kenya Workshop 2010 organizzato dalla Fondazione Mondriaan,[2] e Curating in Africa Symposium presso il Tate Modern di Londra.[3]

PubblicazioniModifica

  • M. Douala Bell e L. Babina (eds.), Douala in Translation. A view of the city and its creative transformative potentials, episode publishers, Rotterdam 2007.
  • Lexique du dévéloppement à la base, Editions APICA, 1997.
  • La crise structurelle des économies minières africaines: les enseignements des années 70, University of Sussex. Institute of Development Studies, 1984.

NoteModifica

  1. ^ (FR) Marilyn Douala-Bell, su Africultures.
  2. ^ (EN) Participants of the workshop, su Kenya Workshop 2010.
  3. ^ (EN) Curating in Africa symposium, su tate.org.uk.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN38852996 · ISNI (EN0000 0000 4100 1545 · LCCN (ENn2008068450 · GND (DE1219435538 · WorldCat Identities (ENlccn-n2008068450
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie