Apri il menu principale

Marina Doria

sciatrice nautica svizzera
(Reindirizzamento da Marina Ricolfi Doria)
Marina Doria
Marina Doria 1969.jpg
Consorte del pretendente al trono d'Italia

Duchessa di Savoia[1]

Lesser coat of arms of the Kingdom of Italy (1890).svg
Principessa di Napoli
Nome completo Marina Ricolfi Doria
Trattamento Altezza reale
Altri titoli Duchessa di Sant'Anna di Valdieri (contestato)
Nascita Ginevra, 12 febbraio 1935 (84 anni)
Dinastia Doria
Padre René Italo Ricolfi Doria
Madre Iris Amalia Benvenuti
Consorte di Vittorio Emanuele di Savoia
Figli Emanuele Filiberto
Religione Cattolica

Marina Doria, per esteso Marina Ricolfi Doria (Ginevra, 12 febbraio 1935), è un'ex sciatrice nautica svizzera, di origini italiane. È stata campionessa mondiale di sci d'acqua nel 1955 e 1957 oltre che vincitrice di titoli europei e svizzeri. È moglie di Vittorio Emanuele di Savoia.

Indice

BiografiaModifica

Famiglia d'origineModifica

È figlia di René Italo Ricolfi Doria (1901-1970), industriale elvetico di origine italiana, e di Iris Amalia Benvenuti (1905-2004). La famiglia dei Ricolfi Doria è originaria del genovese e possedeva un palazzo signorile a Novi Ligure.[2] Il fondatore della famiglia fu Giovanni Ricolfi, abate, che, in piena rivoluzione francese, aveva dismesso gli abiti sacri per sposare con rito civile Geronima Angiola Maria Doria, figlia di Francesco Agostino Doria e di Teresa Sauli. Francesco Agostino Doria apparteneva a un ramo cadetto della grande famiglia genovese staccatosi alla fine del XII secolo; sua figlia Geronima Angiola Maria Doria, vedova di tale Giovanni Battista Vincenzo Franzoni, aveva sposato in seconde nozze l'abate spretato giacobino e morì subito dopo la nascita dell'unico figlio, Giuseppe Giovanni Battista Tito Ricolfi Doria. Il figlio di costui, Francesco Adriano Ricolfi Doria, si trasferì a Ginevra dove ottenne la cittadinanza svizzera. Sua moglie, Éveline Claparède, apparteneva ad un'antica famiglia borghese ginevrina di origine francese imparentata con il celebre banchiere Jacques Necker.[3]

MatrimonioModifica

Fidanzata fin dal 1954 con Vittorio Emanuele di Savoia, lo sposa con rito civile l'11 gennaio 1970 a Las Vegas e con rito religioso il 7 ottobre 1971 a Teheran.

Il matrimonio fu contrastato da Umberto II, che non diede il suo assenso. Ciò porterebbe al passaggio di tutti i diritti sul trono d'Italia ad Amedeo di Savoia, secondo i sostenitori di quest'ultimo.[4]

Nel tentativo di scavalcare l'opposizione del padre al suo matrimonio, Vittorio Emanuele di Savoia si autoproclamò "Re d'Italia" il 15 dicembre 1969.

La coppia ha un figlio, Emanuele Filiberto.

Carriera sportivaModifica

Marina Ricolfi Doria
Nazionalità   Svizzera
Sci nautico  
Palmarès
  Mondiali
Oro Libano 1955 Figure
Oro USA 1957 Figure
Oro USA 1957 slalom
Oro USA 1957 combinata
 

Marina Doria è stata campionessa di sci nautico, partecipando a 3 campionati del mondo (1953, 1955 e 1957) e conquistando nella sua carriera sportiva ben 23 titoli svizzeri, 12 titoli europei e 4 titoli mondiali: è stata la prima donna svizzera a vincere un titolo mondiale in questo sport[5][6][7].

OnorificenzeModifica

Titoli e trattamentiModifica

  • 1935 - 1969: Marchesa Marina Ricolfi Doria
  • 1969 - 1970: Marchesa Marina Ricolfi Doria, duchessa di Sant'Anna di Valdieri
  • 1970 - 1971: Principessa Marina di Savoia, duchessa di Sant'Anna di Valdieri
  • 1971 - 1983: Sua altezza reale la principessa Marina di Savoia, principessa ereditaria d'Italia, principessa di Napoli
  • 1983 - oggi: Sua altezza reale la principessa Marina di Savoia, principessa di Napoli, duchessa di Savoia

Poiché discendente del marchese Francesco Giuseppe Doria, spesso la famiglia è stata identificata come famiglia di rango marchionale[senza fonte], allo scopo di condizionare sempre e comunque le scelte di re Umberto II. Egli, infatti, non aveva deciso in merito al matrimonio del figlio per la condizione diseguale della futura sposa (non era di sangue reale).

Il 16 dicembre 1969, al fine di sanare la condizione borghese della fidanzata, Vittorio Emanuele di Savoia, auto-proclamatosi re d'Italia, emanò un "decreto reale" nel quale conferiva a Marina Ricolfi Doria il titolo di duchessa di Sant'Anna di Valdieri.[11]

NoteModifica

Altri progettiModifica