Marino Golinelli

imprenditore e filantropo italiano

Marino Golinelli (San Felice sul Panaro, 11 ottobre 1920) è un imprenditore e filantropo italiano, fondatore dell'azienda Alfa Farmaceutici, poi Alfa Wassermann, poi Alfasigma.

Marino Golinelli

Indice

BiografiaModifica

Figlio di agricoltori e ultimo di cinque figli, è un self-made-man. Qui ci dice che "I miei genitori erano agricoltori che hanno lavorato sodo per fare studiare noi quattro fratelli. Io poi mi ritengo molto fortunato perché sin dalla terza liceo sapevo già quale attività avrei voluto fare. Mi è sempre piaciuto lavorare nel farmaco ed è quello che ho fatto[1] A ventitré anni si laureò in farmacia all'Università di Bologna. Il 24 gennaio 1948 costituì la sua prima azienda, rilevando il piccolo laboratorio Biochimici AL.F.A (Alimenti fattori accessori). Con un solo dipendente e in tre localini ubicati in via Galliera,[2] iniziò a produrre uno sciroppo con fosforo, calcio e altro. Collaborò col professor Gaetano Salvioli per il quale produsse per decenni il Vaccino Diffondente Salvioli, il vaccino antitubercolare italiano.[3] Successivamente la sua società cambiò diversi nomi: ALFA-già Biochimici, nel 1956 si chiamò ICF, poi Alfa Farmaceutici, sempre con produzioni qualificate. Produsse importanti farmaci quali il Vessel, creato nel 1978 contro le trombosi e, nei primi del 1973, il Normix, antibiotico a bassa bio disponibilità usato contro l’overgrowth batterica intestinale.

Nei primi del 1955 iniziò la realizzazione di un nuovo e più moderno stabilimento. Nei primi del 1968 avviò un primo progetto di ricerca sul sangue. Nel 1969 sviluppò nuovi impianti produttivi e di ricerca. Nel 1974 costruì uno stabilimento per la produzione delle materie prime per l'industria farmaceutico medicale. Negli anni ottanta, con in azienda anche i due figli, Stefano (ingegnere elettronico) e Andrea (ingegnere meccanico), l'attività si allargò all'estero e acquisì marchi quali Schiapparelli e Wassermann, mutando la denominazione dell'azienda in Alfa Wassermann. Il marchio delle attività divenne infine Alfasigma nel 2015 con l'acquisizione della Sigma-Tau ed è presente in diciotto paesi, con circa 2.800 dipendenti, di cui circa 1.800 in Italia e sedi operative in Italia a Bologna, Milano, Pomezia, Alanno e Sermoneta.

Parallelamente all'attività imprenditoriale, coltiva l'arte contemporanea come estimatore e collezionista.

Attività filantropicaModifica

  • Dopo aver ospitato alcuni premi Nobel per le "Letture Schiapparelli" nei primi anni ottanta e nei primi di gennaio 1988 creò a Bologna la Fondazione Golinelli che si occupa di educazione, formazione e cultura con l'intento di aiutare la crescita professionale, la ricerca creativa e la capacità imprenditoriale dei giovani.[4] Come sede della fondazione e delle sue attività, nel 3 ottobre 2015 inaugurò a Bologna l'Opificio Golinelli, una cittadella di 9.000 m² creata per fornire ai giovani dai 18 mesi ai 35 anni strumenti per la conoscenza e la cultura con un suo investimento filantropico di decine di milioni di euro. Nell'ottobre 2017 quello spazio si è arricchito, con un investimento di 3 milioni di euro, di una nuova struttura, il Centro Arti e Scienze: un parallelepipedo luminoso di 700 metri quadrati, progettato da Mario Cucinella. Sarà utilizzato per ospitare un programma pluriennale di iniziative culturali per immaginare il futuro.[5]
  • È membro dei “200 del FAI”.

Onorificenze e riconoscimentiModifica

  Cavaliere del lavoro
— 2 giugno 1979[7]

NoteModifica

  1. ^ ". Intervista a Il Giornale, 19 settembre 1979. cfr. Alberto Mazzuca, Confindustria una poltrona che scotta, Milano, Edizioni Sphyrna, 1981, p. 47.
  2. ^ Mauro Castelli, Una marcia in più, Milano, Il Sole 24 Ore, 2006, p. 172.
  3. ^ Vecchiato Renato (2016) - Una cicatrice collettiva – 1958: un’anomala vaccinazione antitubercolare “all’italiana”, tra storia locale e nazionale– Roma- ISBN 9788892316645
  4. ^ "Per dare una mano alla scienza", disse. Mauro Castelli, Una marcia in più, op.cit., p. 174.
  5. ^ QN, 12 ottobre 2017.
  6. ^ Members nella pagina Advisory board dal sito ufficiale della Peggy Guggenheim Collection in Venice - URL consultato il 30 novembre 2015
  7. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  8. ^ Marino Golinelli, fondatore e presidente onorario di Fondazione Golinelli, è ora tra i laureati Honoris Causa di Unimore

BibliografiaModifica

  • Alberto Mazzuca, Marino Golinelli in Confindustria una poltrona che scotta, Milano, Edizioni Sphyrna, 1981.
  • Mauro Castelli, Neoborocillina e dintorni in Una marcia in più, Milano, Il Sole 24 Ore, 2006.
  • Vecchiato Renato (2016) - Una cicatrice collettiva – 1958: un’anomala vaccinazione antitubercolare “all’italiana”, tra storia locale e nazionale– Roma- ISBN 9788892316645- parte 2 prg 8.2 Mario Golinelli e la ALFA di Bologna

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN33205570 · GND (DE134053109