Apri il menu principale

Mario Angeloni

politico, antifascista e avvocato italiano

Mario Angeloni (Perugia, 15 settembre 1896Sariñena, 28 agosto 1936) è stato un politico, antifascista e avvocato italiano che combatté nella guerra civile spagnola, perdendovi la vita.

Indice

BiografiaModifica

Nacque a Perugia da una famiglia agiata di tradizioni repubblicane. Volontario nella Prima Guerra mondiale, ufficiale di cavalleria, ottenne a Caporetto la medaglia d'argento al valor militare. Divenne dottore in legge e nel 1921 sposò Giaele Franchini di Cesena, figlia dell'avvocato Enrico Franchini, repubblicano ed ultimo sindaco di Cesena prima del fascismo.

Nel 1922 fu iniziato in Massoneria[1] nella Loggia La Concordia di Perugia, appartenente al Grande Oriente d'Italia, loggia che nel 1924 fu selvaggiamente devastata dai fascisti. In seguito fu affiliato alla Loggia Italia Nuova di Parigi il 22 giugno del 1932, nella quale divenne maestro l'undici aprile del 1933[2] [3].

Si oppose al fascismo come dirigente del Partito repubblicano e nel 1924 costituì l'associazione clandestina Italia libera. Arrestato, fu inviato al confino a Lipari e poi a Ustica. Una volta scontata la pena, fu nuovamente arrestato e dopo un anno di carcere fu confinato per tre anni a Ponza. [4]

Emigrato a Parigi nel 1932, entrò in contatto con le cellule antifasciste attive d'oltralpe, in particolar modo conobbe i fratelli Rosselli, con i quali operò una stretta collaborazione. Dalla Francia tenne una corrispondenza epistolare con Randolfo Pacciardi. Durante il suo esilio la segreteria nazionale del Partito Repubblicano Italiano, di cui faceva parte, fu affidata alla sezione di Parigi e, dal febbraio 1935 al luglio 1936, Angeloni fu segretario nazionale del PRI collegialmente con Cipriano Facchinetti. Si impegnò attivamente, sia in Italia che in Francia, per la Lega dei Diritti dell'Uomo[5] [6].

Dal 1936 prese parte alla guerra civile spagnola e insieme a Carlo Rosselli costituì la prima colonna militare di volontari italiani impegnati a fianco della Repubblica. Cadde in battaglia il 28 agosto 1936, a Monte Pelato. Presso l'Istituto per la storia dell'Umbria contemporanea di Perugia è conservata parte del suo archivio privato. Il concittadino e compagno di partito Guglielmo Miliocchi si batté a lungo per il rimpatrio delle spoglie e l'intitolazione di una strada, e solamente quest'ultimo progetto fu attuato.

OnorificenzeModifica

  Medaglia d'argento al valore militare
«Assunto il comando di uno squadrone mitragliatrici, diede mirabile prova di alto sentimento militare, devozione al dovere e costante esempio di coraggio, slancio e volontà, portando personalmente ed impiegando l'unica arma rimastagli e adoprandola nelle successive resistenze opposte al nemico.»
— Casal del Moro (Pasian Schiavonesco), 29 ottobre 1917

NoteModifica

  1. ^ Gran Loggia 2017. Massoneria e i suoi trecento anni di modernità, una mostra ricorda i massoni protagonisti del Novecento, su Grande Oriente d'Italia - Sito Ufficiale, 4 aprile 2017. URL consultato il 6 aprile 2017 (archiviato il 22 Marzo 2017).
  2. ^ Giordano Gamberini, Mille volti di massoni, Roma, Ed. Erasmo, 1975, p. 242.
  3. ^ Vittorio Gnocchini, L'Italia dei Liberi Muratori, Erasmo ed., Roma, 2005, pp. 13-14.
  4. ^ Commissione di Roma, ordinanza del 18.11.1926 contro Mario Angeloni, Irriducibile avversario del regime. In: Adriano Dal Pont, Simonetta Carolini, L'Italia al confino 1926-1943. Le ordinanze di assegnazione al confino emesse dalle Commissioni provinciali dal novembre 1926 al luglio 1943, Milano 1983 (ANPPIA/La Pietra), vol. III, p. 1221; Sentenza n. 223 del 19.11.1928 contro Mario Angeloni e altri "per l'attività sovversiva da essi svolta nell'isola" (Ustica). In: Adriano Dal Pont, Simonetta Carolini, L'Italia dissidente e antifascista. Le ordinanze, le Sentenze istruttorie e le Sentenze in Camera di consiglio emesse dal Tribunale speciale fascista contro gli imputati di antifascismo dall'anno 1927 al 1943, Milano 1980 (ANPPIA/La Pietra), vol. I, S. 333-335
  5. ^ Mario Angeloni, Droit d'asile, special issue, Pour un Statut Juridique des Refugies Etrangers, in L'Homme reel, 1936, pp. 63.
  6. ^ Società di Mutuo Soccorso di Perugia, Atti del Convegno, "Un antifascista europeo" Università per Stranieri di Perugia, 2 dicembre 2016, in https://www.radioradicale.it/scheda/494106/mario-angeloni-un-antifascista-europeo.

BibliografiaModifica

  • Luigi Salvatorelli, Giovanni Mira, Storia d'Italia nel periodo fascista, Torino, Einaudi, 1957
  • Giaele Franchini Angeloni, Nel ricordo di Mario, Cesena, Società editrice "Il Ponte vecchio", 2002 (prima edizione Bologna, La Squilla, 1978)
  • Renato Traquandi, Mario Angeloni, Profilo biografico, documenti, testimonianze, Perugia, Volumnia Editrice 2016
Controllo di autoritàVIAF (EN175150264365005860006