Mario Gómez

calciatore tedesco
Mario Gómez García
Mario Gómez, Germany national football team (07).jpg
Mario Gómez con la maglia della Germania nel 2011.
Nazionalità Germania Germania
Altezza 189 cm
Peso 88 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Stoccarda
Carriera
Giovanili
1990-1998SV Unlingen
1998-2000FV Bad Salgau
2000-2001Ulma
2001-2003Stoccarda
Squadre di club1
2003-2005Stoccarda II43 (21)
2004-2009Stoccarda121 (63)
2009-2013Bayern Monaco115 (75)
2013-2015Fiorentina29 (7)
2015-2016Beşiktaş33 (26)
2016-2017Wolfsburg45 (17)[1]
2018-Stoccarda10 (6)
Nazionale
2000-2001Germania Germania U-153 (1)
2001-2002Germania Germania U-1714 (5)
2002-2003Germania Germania U-184 (0)
2002-2004Germania Germania U-1919 (11)
2004-2006Germania Germania U-208 (2)
2005-2006Germania Germania U-216 (1)
2007-Germania Germania73 (31)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Sudafrica 2010
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Austria-Svizzera 2008
Bronzo Polonia-Ucraina 2012
Bronzo Francia 2016
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 marzo 2018

Mario Gómez García (pronuncia tedesca [ˈmaːʁjɔ ˈɡɔmɛs]; spagnolo [ˈɡomeθ]) (Riedlingen, 10 luglio 1985) è un calciatore tedesco di origine spagnola, attaccante dello Stoccarda e della nazionale tedesca, con la quale è stato vice-campione d'Europa agli Europei 2008.

Con la maglia del Bayern Monaco, squadra nella quale ha militato dal 2009 al 2013, ha conquistato sette trofei (due campionati tedeschi, due Coppe di Germania, due Supercoppe di Germania e una UEFA Champions League) e si è consacrato come uno dei più forti e prolifici attaccanti in circolazione.

Dopo aver vestito la maglia della Germania in molte nazionali giovanili, debutta in nazionale maggiore, con la quale ha preso parte all'Europeo 2008, al Mondiale 2010, all'Europeo 2012, di cui è risultato uno dei capocannonieri.[2]

Indice

BiografiaModifica

Gómez, di padre spagnolo di Albuñán (Andalusia)[3] e madre tedesca, è cresciuto a Unlingen, in Svevia superiore. È soprannominato SuperMario[4][5][6] e per le sue ascendenze iberiche, El torero.[7][8][9]

Caratteristiche tecnicheModifica

È un attaccante fisicamente prestante,[10] capace di calciare con entrambi i piedi, abile nel gioco aereo e dotato di ottima tecnica nel dribbling. Può ricoprire la posizione di punta in vari moduli (3-5-2, 4-2-3-1 e 4-3-3), per sfruttare i cross e i passaggi dei compagni di squadra. È inoltre abile nel battere i rigori.[11][12]

CarrieraModifica

ClubModifica

Inizi e StoccardaModifica

 
Gómez mentre festeggia lo scudetto del 2007 con lo Stoccarda alzando il prestigioso MeisterShalle

Comincia la sua carriera nelle giovanili di SV Unlingen, FV Saulgau e Ulma, dove milita fino al 2001, anno in cui passa allo Stoccarda. Passa due anni nelle giovanili e nel 2003 viene inserito nella squadra amatoriale della Regionalliga e, nella stessa stagione, scende in campo per la prima volta con la squadra professionistica in Champions League nella gara del 9 marzo contro il Chelsea[13] e in Bundesliga l'8 maggio.[14]

Nella stagione successiva gioca ancora stabilmente nella Regionalliga, realizzando 15 reti in 24 partite, e gioca 8 gare con la squadra professionista in Bundesliga. Dal 2005-2006 viene inserito stabilmente nella prima squadra giocando 30 partite e segnando 6 reti in campionato, aggiungendo 2 gol in 5 gare in Coppa UEFA e 3 reti in Coppa di Germania.

Nel marzo del 2007 si rompe una mano e soffre la lacerazione di un legamento del ginocchio che lo tiene fermo fino a maggio.[15] Al rientro, avvenuto il 12 maggio, realizza immediatamente una rete spingendo lo Stoccarda a ridosso della vetta del campionato, poi vinto a fine stagione con due punti di vantaggio sullo Schalke 04. Al termine della stagione viene nominato calciatore tedesco dell'anno.[16]

Nel 2007-2008 realizza 19 reti in 25 presenze, risultando secondo nella classifica marcatori dietro a Luca Toni, mentre diventa capocannoniere della Coppa di Germania con i suoi sei gol.[17] Il 26 maggio 2009 annuncia la sua volontà di trasferirsi al Bayern Monaco durante l'estate, lasciando dunque lo Stoccarda dopo 121 presenze.[18]

Bayern MonacoModifica

Stagione 2009-2010Modifica
 
Gómez nella finale di Champions League 2011-2012 contro il Chelsea

Viene ceduto al Bayern Monaco per € 30 milioni. Il suo acquisto è avvenuto prima della chiamata del nuovo tecnico, Louis van Gaal, che, ben poco entusiasta, dichiara presto che questa ingente spesa non era necessaria per il suo progetto.[19]

Esordisce per la prima volta con il Bayern il 2 agosto 2009 in Coppa di Germania contro il SpVgg Neckarelz, gara nel quale realizza una doppietta.[20] L'esordio in campionato avviene qualche giorno dopo, l'8 agosto, nella gara pareggiata 1-1 contro l'Hoffenheim.[21] Il 15 agosto, nella giornata successiva, realizza il suo primo gol in campionato nella gara pareggiata 1-1 contro il Werder Brema.[22] L'8 dicembre sigla un gol alla Juventus in Champions League, gara vinta dal Bayern per 4-1.[23] Al termine della stagione, Gómez festeggia la vittoria del suo secondo campionato personale e della sua prima Coppa di Germania. La sua prima stagione al Bayern si conclude con 14 realizzazioni: 3 in coppa, uno in Champions e 10 in campionato.

Stagione 2010-2011Modifica

Non è stato convocato per la Supercoppa di Germania vinta contro lo Schalke 04. I numerosi infortuni occorsi a gran parte del reparto offensivo della squadra nella stagione 2010-2011, tra tutti quelli di Arjen Robben, Frank Ribéry, Miroslav Klose e Ivica Olic, danno a Gómez l'opportunità di giocare e segnare con continuità.[24] Il 16 ottobre 2010 gioca titolare contro l'Hannover 96 e sfodera una prestazione eccellente realizzando una tripletta, suoi primi gol stagionali per lui.[24][25] In campionato segna con continuità fino alla fine della stagione (28 gol in totale), conquista il titolo di capocannoniere e contribuisce in maniera decisiva al terzo posto in campionato. Con le sue 5 triplette è andato vicino a eguagliare il primato di sei che appartiene a Gerd Müller del 1971-1972.[26] In Coppa di Germania, Gómez segna 3 gol: il primo ad agosto 2010 nella vittoria per 4-0 sul Germania Windeck,[27] il secondo a dicembre nella vittoria per 6-3 contro lo Stoccarda,[28] e il terzo a gennaio nella vittoria per 4-0 contro l'Alemannia Acquisgrana[29] In Champions League segna il gol decisivo contro contro i romeni del CFR Cluj nell'incontro della fase a girono disputato il 19 ottobre che si conclude 3-2.[30] Sempre contro il Cluj realizza una tripletta nella gara disputata il 3 novembre 2010.[31] Il 23 novembre segna una doppietta nella sconfitta per 3-2 contro la Roma.[32] Il 23 febbraio 2011 trova il gol della vittoria allo scadere nella partita d'andata degli ottavi di finale di Champions League contro l'Inter e porta il Bayern alla vittoria.[33][34] Segna anche nella partita di ritorno contro l'Inter, gara che vede il Bayern sconfitto per 3-2 ed eliminato dalla competizione.[35] In totale conclude la competizione con 8 gol in 8 gare.

Stagione 2011-2012Modifica
 
Gómez dopo la sconfitta ai rigori nella finale di Champions League 2011-2012 contro il Chelsea

Il 27 agosto 2011 realizza una tripletta contro il Kaiserslautern (0-3).[36] Il 23 agosto realizza l'unico gol contro lo Zurigo che consente al Bayern di qualificarsi per la UEFA Champions League 2011-2012,[37] mentre il 10 settembre sigla la sua prima quaterna nella gara contro il Friburgo.[38] Si riconferma decisivo in Champions League anche in questa stagione, andando a segno contro il Manchester City, partita in cui realizza una doppietta;[39] in questa manifestazione si ripete il 2 novembre 2011, stavolta firmando una tripletta nella partita contro il Napoli, partita vinta 3-2 dai tedeschi all'Allianz Arena.[40] Il 13 marzo 2012 segna il suo primo poker in Champions League, nel 7-0 con cui la sua squadra batte il Basilea.[41] Il 17 aprile segna nella semifinale di andata contro il Real Madrid,[42] mentre nella finale contro il Chelsea non riesce a trovare il gol e il Bayern viene sconfitto ai rigori per 4-3.[43] Conclude la sua terza stagione al Bayern con 41 realizzazioni: 26 in campionato, una nelle qualificazioni di Champions League, 12 in quest'ultima competizione e 2 in Coppa.

Stagione 2012-2013Modifica

Gómez salta la Supercoppa di Germania vinta contro il Borussia Dortmund poiché operato in estate alla caviglia.[44] Mentre era in convalescenza per il recupero, il Bayern acquista Mario Mandžukić dal Wolfsburg per coprire la sua momentanea assenza, anche se il nuovo acquisto, grazie alle sue buone prestazioni, relega Gómez, per tutta la stagione, in panchina.[45] Il 6 aprile 2013 vince il suo secondo campionato con la maglia dei bavaresi, quindi il suo terzo in totale, con sei giornate di anticipo dalla fine del campionato.[46] Il 16 aprile 2013 il Bayern conquista l'accesso alla finale della Coppa di Germania battendo per 6-1 il Wolfsburg con una tripletta di Gómez in sei minuti, tra l'80' e l'86'.[47] Il 25 maggio 2013 vince la sua prima Champions League, grazie alla vittoria per 2-1 dei bavaresi nella finale contro il Borussia Dortmund.[48] Il 1º giugno 2013 mette a segno una doppietta nella finale di Coppa di Germania contro lo Stoccarda, partita vinta 3-2, che permette ai bavaresi di vincere il titolo e di essere la prima squadra tedesca a ottenere il traguardo del triplete.[49][50] Risulta inoltre, con 6 gol, capocannoniere di quest'ultima competizione.

Con il Bayern, in Bundesliga, Gómez ha totalizzato 115 presenze e realizzato ben 75 goal in totale .

FiorentinaModifica

Stagione 2013-2014Modifica
 
Mario Gómez appena sbarcato all'aeroporto di Peretola nell'estate 2013

Il 12 luglio 2013 si trasferisce alla società italiana della Fiorentina,[51] per una cifra complessiva di € 21 milioni (15,5 subito e i restanti dilazionati).

Esordisce in maglia viola il 22 agosto, nella gara di Europa League Grasshoppers-Fiorentina 1-2.[52] Esordisce nel campionato italiano il 26 agosto seguente, nella partita della prima giornata vinta per 2-1 sul Catania.[53] Segna la sua prima rete con la maglia viola il 1º settembre, in occasione della seconda giornata di campionato, mettendo a segno una doppietta nella vittoria esterna per 5-2 contro il Genoa.[54] Nella partita successiva contro il Cagliari, giocata il 15 settembre e terminata con un pareggio,[55] si infortuna al ginocchio destro. L'esito delle visite mediche evidenzia una lesione parziale al legamento del ginocchio interessato, stabilendo un tempo di recupero di circa sette-otto settimane. Il subentrare di un'infiammazione al tendine della zampa d'oca causa però l'allungamento del tempo di recupero, che arriva a tenerlo fuori quasi cinque mesi. Torna in campo esattamente cinque mesi dopo, il 15 febbraio 2014, subentrando nel corso della gara interna contro l'Inter, persa 2-1. Segna il primo gol in Europa League il 13 marzo 2014, contro la Juventus.[56] Il 23 marzo 2014, nella partita contro il Napoli, s'infortuna al ginocchio sinistro e riporta una lesione di I grado del legamento collaterale mediale.[57] Conclude la prima stagione in maglia viola con 15 presenze e 4 gol.

Stagione 2014-2015Modifica

Il 21 settembre 2014, durante la partita contro l'Atalanta, è costretto ancora una volta a fermarsi per un infortunio, questa volta alla coscia. Torna in campo a due mesi esatti dallo stop, giocando gli ultimi 21' della sconfitta esterna contro la Sampdoria (3-1). Spesso criticato dai giornalisti per il suo scarso rendimento, Mario viene sempre difeso dalla tifoseria viola e dal suo allenatore Montella,[senza fonte] tanto da farlo capitano nella trasferta contro il Cagliari del 30 novembre, dove Gómez segna il gol del definitivo 0-4, tornando al gol dopo sette mesi. Il 21 gennaio segna una doppietta nella gara di Coppa Italia contro l'Atalanta: il secondo gol risulterà il numero 5000 nella storia della Fiorentina.[58] Il 3 febbraio 2015, nell'incontro di Coppa Italia valevole per i quarti di finale della competizione, firma una doppietta contro la Roma, risultando decisivo per la vittoria che porta i viola in semifinale con la Juventus. Il 5 marzo, nel corso della gara d'andata della semifinale di Coppa Italia Juventus-Fiorentina, viene sostituito durante il secondo tempo per un infortunio alla caviglia sinistra. Ritorna in campo il 22 marzo seguente, nella partita di campionato in trasferta contro l'Udinese, realizzando una doppietta (2-2). Finisce la stagione con 10 gol in partite ufficiali tra coppe e campionato, risultando essere il capocannoniere della Coppa Italia 2014-2015 con 4 reti.

Il prestito al BeşiktaşModifica

Il 30 luglio si trasferisce in prestito ai turchi del Beşiktaş.[59] Il suo esordio in Süper Lig avviene nella prima giornata di campionato, il 16 agosto, quando subentra al 74' nella vittoriosa trasferta contro il Mersin (2-5). Il 13 settembre seguente, segna due gol all'İstanbul Başakşehir (2-0). Il 27 settembre successivo, si gioca il derby di Istanbul tra Besiktas e Fenerbahçe, rispettivamente 2a e 1a in campionato. Gómez firma una doppietta che vale il successo (3-2) e l'aggancio in vetta da parte del suo club. A fine stagione, contribuisce in modo decisivo alla conquista del titolo turco da parte del Besiktas, realizzando 26 gol in 33 partite di campionato e laureandosi miglior marcatore del torneo.

Il 20 luglio 2016 annuncia che non tornerà in Turchia a causa dell'instabilità politica facendo così ritorno alla Fiorentina.[60]

Wolfsburg e il ritorno allo StoccardaModifica

Il 17 agosto 2016 passa a titolo definitivo dal Wolfsburg.[61]

Il 22 dicembre 2017, dopo un anno e mezzo trascorso con i Lupi, viene acquistato dallo Stoccarda, con cui firma fino al 2020, facendo così ritorno alla squadra biancorossa dopo 8 anni.[62]

NazionaleModifica

 
Gómez contrasta Julian Baumgartlinger durante la sfida Austria-Germania valida per le qualificazioni a Euro 2012

Ha fatto parte di tutte le nazionali giovanili di calcio della Germania. Ha esordito in nazionale maggiore il 7 febbraio 2007, nella gara contro la Svizzera. Nella partita ha segnato anche il suo primo gol in nazionale.[63] Ha segnato la sua prima doppietta con la maglia della nazionale maggiore nella gara vinta 6-0 contro San Marino, valida per le qualificazioni a Euro 2008.[64] Viene, così, convocato all'Europeo 2008,[65] ma la sua prestazione non convince e la Germania viene sconfitta in finale dalla Spagna il 29 giugno.[66]

Viene convocato per il Mondiale 2010. Ha giocato quasi tutte le partite, venendo sempre sostituito, e anche stavolta non riesce a realizzare nessun gol.[67] Dopo il terzo posto al mondiale precedente, Gómez viene convocato per l'Europeo 2012, risultando capocannoniere della competizione insieme ad altri cinque giocatori con i suoi tre gol segnati nella fase a gironi: uno al Portogallo e una doppietta ai Paesi Bassi.[2]

Gli infortuni lo tengono lontano dal giro della nazionale, nonché dal Mondiale 2014,[68] dove, dopo un paio di apparizioni nel 2013, torna ad essere convocato solo nell'estate 2014[69] scatenando una serie di polemiche per eventuali ulteriori impieghi.[70] Il 6 novembre 2015 riconquista la Nazionale grazie ai gol realizzati in Turchia con il Besiktas.[71]

Viene convocato per gli Europei 2016 in Francia.[72] Il 21 giugno 2016 torna a segnare in nazionale dopo quattro anni, realizzando il gol del definitivo 1-0 contro l'Irlanda del Nord.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Tra club, nazionale maggiore e nazionali giovanili, ha giocato globalmente 648 partite segnando 339 reti, alla media di 0,52 gol a partita.

Statistiche aggiornate al 16 marzo 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2003-2004   Stoccarda II RL 19 6 - - - - - - - - - 19 6
2004-2005 RL 24 15 - - - - - - - - - 24 15
Totale Stoccarda II 43 21 - - - - 43 21
2003-2004   Stoccarda BL 1 0 CG - - UCL 1 0 - - - 2 0
2004-2005 BL 8 0 CG 1 0 CU 1 0 - - - 10 0
2005-2006 BL 30 6 CG+CdL 0+3 0 CU 5 2 - - - 38 8
2006-2007 BL 25 14 CG 5 2 - - - - - - 30 16
2007-2008 BL 25 19 CG 3 6 UCL 4 3 - - - 32 28
2008-2009 BL 32 24 CG 2 3 CU 10[73] 8[74] - - - 44 35
2009-2010   Bayern Monaco BL 29 10 CG 4 3 UCL 12 1 - - - 45 14
2010-2011 BL 32 28 CG 5 3 UCL 8 8 SG 0 0 45 39
2011-2012 BL 33 26 CG 5 2 UCL 14[73] 13[75] - - - 52 41
2012-2013 BL 21 11 CG 4 6 UCL 7 2 SG 0 0 32 19
Totale Bayern Monaco 115 75 18 14 41 24 - - 174 113
2013-2014   Fiorentina A 9 3 CI 0 0 UEL 6 1 - - - 15 4
2014-2015 A 20 4 CI 4 4 UEL 8 2 - - - 32 10
Totale Fiorentina 29 7 4 4 14 3 - - 47 14
2015-2016   Beşiktaş SL 33 26 TK 3 0 UEL 5 2 - - - 41 28
2016-2017   Wolfsburg BL 33+2[76] 16+1[76] CG 2 1 - - - - - - 37 18
2017-gen. 2018 BL 12 1 CG 3 0 - - - - - - 15 1
Totale Wolfsburg 45+2 17+1 5 1 - - - - 52 19
gen.-giu. 2018   Stoccarda BL 10 6 CG - - - - - - - - 10 6
Totale Stoccarda 131 69 14 11 21 13 - - 166 93
Totale carriera 377+2 210+1 44 30 81 42 0 0 523 288

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-2-2007 Düsseldorf Germania   3 – 1   Svizzera Amichevole 1   58’
2-6-2007 Norimberga Germania   6 – 0   San Marino Qual. Euro 2008 2   59’
6-6-2007 Amburgo Germania   2 – 1   Slovacchia Qual. Euro 2008 -   65’
13-10-2007 Dublino Irlanda   0 – 0   Germania Qual. Euro 2008 -   64’
17-10-2007 Monaco di Baviera Germania   0 – 3   Rep. Ceca Qual. Euro 2008 -   65’
17-11-2007 Hannover Germania   4 – 0   Cipro Qual. Euro 2008 -   73’
21-11-2007 Francoforte sul Meno Germania   0 – 0   Galles Qual. Euro 2008 -   70’
6-2-2008 Vienna Austria   0 – 3   Germania Amichevole 1   59’
26-3-2008 Basilea Svizzera   0 – 4   Germania Amichevole 2   75’
31-5-2008 Gelsenkirchen Germania   2 – 1   Serbia Amichevole -
8-6-2008 Klagenfurt am Wörthersee Germania   2 – 0   Polonia Euro 2008 - 1º turno -   75’
12-6-2008 Klagenfurt am Wörthersee Croazia   2 – 1   Germania Euro 2008 - 1º turno -   65’
16-6-2008 Vienna Austria   0 – 1   Germania Euro 2008 - 1º turno -   60’
29-6-2008 Vienna Germania   0 – 1   Spagna Euro 2008 - Finale -   79’
20-8-2008 Norimberga Germania   2 – 0   Belgio Amichevole -   46’
6-9-2008 Vaduz Liechtenstein   0 – 6   Germania Qual. Mondiali 2010 -   64’
10-9-2008 Helsinki Finlandia   3 – 3   Germania Qual. Mondiali 2010 -   68’
11-10-2008 Dortmund Germania   2 – 1   Russia Qual. Mondiali 2010 -   71’
15-10-2008 Mönchengladbach Germania   1 – 0   Galles Qual. Mondiali 2010 -   82’
19-11-2008 Berlino Germania   1 – 2   Inghilterra Amichevole -   57’
11-2-2009 Düsseldorf Germania   0 – 1   Norvegia Amichevole -   68’
28-3-2009 Lipsia Germania   4 – 0   Liechtenstein Qual. Mondiali 2010 -
1-4-2009 Cardiff Galles   0 – 2   Germania Qual. Mondiali 2010 -
29-5-2009 Shanghai Cina   1 – 1   Germania Amichevole -   64’
2-6-2009 Dubai Emirati Arabi Uniti   2 – 7   Germania Amichevole 4
12-8-2009 Baku Azerbaigian   0 – 2   Germania Qual. Mondiali 2010 -   83’
5-9-2009 Leverkusen Germania   2 – 0   Sudafrica Amichevole 1   46’
9-9-2009 Hannover Germania   4 – 0   Azerbaigian Qual. Mondiali 2010 -   46’
10-10-2009 Mosca Russia   0 – 1   Germania Qual. Mondiali 2010 -   89’
14-10-2009 Amburgo Germania   1 – 1   Finlandia Qual. Mondiali 2010 -   77’
18-11-2009 Gelsenkirchen Germania   2 – 2   Costa d'Avorio Amichevole -   70’
3-3-2010 Monaco di Baviera Germania   0 – 1   Argentina Amichevole -   46’
29-5-2010 Budapest Ungheria   0 – 3   Germania Amichevole 1   61’
3-6-2010 Francoforte sul Meno Germania   3 – 1   Bosnia ed Erzegovina Amichevole -   80’
13-6-2010 Durban Germania   4 – 0   Australia Mondiali 2010 -   74’
18-6-2010 Port Elizabeth Germania   0 – 1   Serbia Mondiali 2010 -   77’
27-6-2010 Bloemfontein Germania   4 – 1   Inghilterra Mondiali 2010 - Ottavi di finale -   72’
7-7-2010 Durban Germania   0 – 1   Spagna Mondiali 2010 - Semifinale -   81’
11-8-2010 Copenaghen Danimarca   2 – 2   Germania Amichevole 1
12-10-2010 Astana Kazakistan   0 – 3   Germania Qual. Euro 2012 1   55’
29-3-2011 Mönchengladbach Germania   1 – 2   Australia Amichevole 1   73’
29-5-2011 Sinsheim Germania   2 – 1   Uruguay Amichevole 1
3-6-2011 Vienna Austria   1 – 2   Germania Qual. Euro 2012 2   90+1’
7-6-2011 Baku Azerbaigian   1 – 3   Germania Qual. Euro 2012 1
10-8-2011 Stoccarda Germania   3 – 2   Brasile Amichevole -   46’
7-10-2011 Istanbul Turchia   1 – 3   Germania Qual. Euro 2012 1
11-10-2011 Düsseldorf Germania   3 – 1   Belgio Qual. Euro 2012 1   76’
11-11-2011 Kiev Ucraina   3 – 3   Germania Amichevole -   83’
29-2-2012 Brema Germania   1 – 2   Francia Amichevole -   47’
31-5-2012 Lipsia Germania   2 – 0   Israele Amichevole 1   67’
9-6-2012 Leopoli Germania   1 – 0   Portogallo Euro 2012 - 1º turno 1   80’
13-6-2012 Charkiv Paesi Bassi   1 – 2   Germania Euro 2012 2   72’
17-6-2012 Leopoli Danimarca   1 – 2   Germania Euro 2012 -   74’
22-6-2012 Danzica Germania   4 – 2   Grecia Euro 2012 - Quarti di finale -   80’
28-6-2012 Varsavia Germania   1 – 2   Italia Euro 2012 - Semifinale -   46’
6-2-2013 Saint-Denis Francia   1 – 2   Germania Amichevole -   57’
14-8-2013 Kaiserslautern Germania   3 – 3   Paraguay Amichevole -   54’
3-9-2014 Düsseldorf Germania   2 – 4   Argentina Amichevole -   57’
13-11-2015 Parigi Francia   2 – 0   Germania Amichevole -
26-3-2016 Berlino Germania   2 – 3   Inghilterra Amichevole 1   79’
29-5-2016 Augusta Germania   1 – 3   Slovacchia Amichevole 1   46’
4-6-2016 Gelsenkirchen Germania   2 – 0   Ungheria Amichevole -   46’
16-6-2016 Saint-Denis Germania   0 – 0   Polonia Euro 2016 - 1º turno -   71’
21-6-2016 Parigi Irlanda del Nord   0 – 1   Germania Euro 2016 - 1º turno 1
26-6-2016 Lille Germania   3 – 0   Slovacchia Euro 2016 - Ottavi di finale 1
30-6-2016 Bordeaux Germania   1 – 1   Italia Euro 2016 - Quarti di finale -   72’
11-11-2016 Serravalle San Marino   0 – 8   Germania Qual. Mondiali 2018 -   71’
26-3-2017 Baku Azerbaigian   1 – 4   Germania Qual. Mondiali 2018 1   61’
4-9-2017 Stoccarda Germania   6 – 0   Norvegia Qual. Mondiali 2018 1   66’
23-3-2018 Düsseldorf Germania   1 – 1   Spagna Amichevole -   84’
27-3-2018 Berlino Germania   0 – 1   Brasile Amichevole -   62’
Totale Presenze 73 Reti 31

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Stoccarda: 2006-2007
Bayern Monaco: 2009-2010, 2012-2013
Bayern Monaco: 2009-2010, 2012-2013
Bayern Monaco: 2010, 2012
Besiktas: 2015-2016

Competizioni internazionaliModifica

Bayern Monaco: 2012-2013

IndividualeModifica

2007
2010-2011 (28 gol)
2012-2013 (6 gol)
2014-2015 (4 gol, a pari merito con Antonio Di Natale)
2015-2016 (26 gol)
Polonia-Ucraina 2012 (3 gol, a pari merito con Mario Mandžukić, Mario Balotelli, Cristiano Ronaldo, Alan Dzagoev e Fernando Torres)

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ 47 (18) se si comprendono le presenze nei play-out.
  2. ^ a b (EN) Euro 2012: Spain striker Fernando Torres wins Golden Boot award, in bbc.com, 2 luglio 2012. URL consultato il 25 aprile 2015.
  3. ^ (ES) Jesus Javier Pérez, Mario I de Albuñán y V de Alemania, in Ideal, 28 giugno 2008. URL consultato il 17 giugno 2012.
  4. ^ http://www.calciomercato.com/news/supermario-gomez-e-tornato-e-si-e-preso-la-germania-fiorentina-c-954470
  5. ^ http://it.eurosport.com/calcio/euro-2016/2016/euro-2016-germania-italia-mario-gomez-e-tornato-ad-essere-super-mario-ora-ha-sete-di-vendetta_sto5670171/story.shtml
  6. ^ (DE) „Super Mario“ Gomez brachte seine Kritiker zum Schweigen, in Südtirol Online, 14 giugno 2012. URL consultato il 17 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2012).
  7. ^ (DE) Torero Gomez erlegt die "Büffel", in Sportgate, 28 settembre 2011. URL consultato il 17 giugno 2012.
  8. ^ http://www.calciomercatonews.com/2015/01/15/fiorentina-flop-mario-gomez-uomo-scudetto-bidone/
  9. ^ http://www.gazzettadifirenze.it/la-carriera-di-gomez-la-vita-gli-amori-la-fidanzata-carina-ha-contribuito-alla-scelta/
  10. ^ http://m.calciomercato.it/news/200587/LA-TATTICA-DEL-MERCATO-Fiorentina-il-sogno-e-Gomez.html
  11. ^ SCHEDA e VIDEO di Mario Gomez, il nostro bomber Archiviato il 14 luglio 2013 in Internet Archive. violanews.com
  12. ^ Willkommen Mario! Il benvenuto di Fiorentina.it (SCHEDA E VIDEO) fiorentina.it
  13. ^ (EN) Barry Glendenning, Chelsea 0 – 0 Stuttgart (Agg: 1–0), in The Guardian, 9 marzo 2004. URL consultato il 15 marzo 2014.
  14. ^ (EN) Hamburg SV 2–1 VfB Stuttgart, in ESPN FC, 8 maggio 2004. URL consultato il 15 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2014).
  15. ^ "Gomez bricht sich aus Wut die Hand" Focus.de, 15.03.2007
  16. ^ (EN) Gomez voted Germany's footballer of the year, in Reuters, 8 agosto 2007. URL consultato il 15 marzo 2014.
  17. ^ (DE) DFB Pokal 2007/08 Top Scorers, weltfussball.de, giugno 2008. URL consultato il 15 marzo 2014.
  18. ^ (DE) Stuttgart striker opts for Bayern switch, in www.fcbayern.t-home.de, 26 maggio 2009. URL consultato il 26 maggio 2009.
  19. ^ [1] Sporth24.com
  20. ^ (EN) SpVgg Neckarelz vs. Bayern München football-lineups.com
  21. ^ (EN) Hoffenheim vs. Bayern München football-lineups.com
  22. ^ (EN) Bayern München vs. Werder Bremen football-lineups.com
  23. ^ (EN) Juventus vs. Bayern München football-lineups.com
  24. ^ a b Il Bayern si ritrova e il Mainz crolla it.eurosport.yahoo.com
  25. ^ (EN) Bayern München vs. Hannover 96 football-lineups.com
  26. ^ Massimo Perrone, I numeri, in Extra Time, 10 maggio 2011, p. 4.
  27. ^ (EN) TSV Germania Windeck vs. Bayern München football-lineups.com
  28. ^ (EN) TSV VfB Stuttgart vs. Bayern München football-lineups.com
  29. ^ (EN) Alemannia Aachen vs. Bayern München football-lineups.com
  30. ^ (EN) Bayern München vs. CFR Cluj football-lineups.com
  31. ^ (EN) CFR Cluj vs. Bayern München football-lineups.com
  32. ^ (EN) Roma vs. Bayern München football-lineups.com
  33. ^ Bundesliga: Mario Gomez trascina il Bayern, continua a STUPIRE il Friburgo! - Goal.com
  34. ^ (EN) Inter Milan vs. Bayern München football-lineups.com
  35. ^ (EN) Bayern München vs. Inter Milan football-lineups.com
  36. ^ Super Gomez, Bayern primo, gazzetta.it, 27 agosto 2011. URL consultato il 28 agosto 2011.
  37. ^ (EN) FC Zürich vs. Bayern München football-lineups.com
  38. ^ Bayern esagerato: 7-0!Poker Mario Gomez al Friburgo, in gazzetta.it, 10 settembre 2011.
  39. ^ (EN) Bayern München vs. Manchester City football-lineups.com
  40. ^ (EN) Bayern München vs. Napoli football-lineups.com
  41. ^ (EN) Bayern Munich 7 Basel 0 (agg 7–1): Blitz in Bavaria as Gomez nets four, in dailymail.co.uk, 14 marzo 2012. URL consultato il 15 marzo 2014.
  42. ^ (EN) Phil Dawkes, Bayern Munich will face Chelsea in the Champions League final after beating Real Madrid in a penalty shoot-out following an engrossing semi-final., in BBC Sport, 25 aprile 2012. URL consultato il 15 marzo 2014.
  43. ^ (EN) Shoot-out win ends Chelsea's long wait for glory, in UEFA, 19 marzo 2012. URL consultato il 15 marzo 2014.
  44. ^ Infortunio per Mario Gomez, il tedesco dovrà subire un intervento alla caviglia, in fanpage.it, 7 agosto 2012. URL consultato il 25 aprile 2015.
  45. ^ Mario Gomez: “Al Bayern sto bene, ma basta panchina sennò...” [collegamento interrotto], in ibtimes.com, 18 marzo 2013. URL consultato il 25 aprile 2015.
  46. ^ Bundesliga, titolo al Bayern Monaco, in lastampa.it, 7 aprile 2013. URL consultato il 25 aprile 2015.
  47. ^ Bayern in finale di Coppa di Germania: Wolfsburg cancellato, in sportmediaset.mediaset.it, 16 aprile 2013. URL consultato il 25 aprile 2015.
  48. ^ (EN) Robben ends Bayern's run of final misery, in UEFA, 25 maggio 2013. URL consultato il 15 marzo 2014.
  49. ^ (EN) Heynckes hints at move, in ESPNFC, 2 giugno 2013. URL consultato il 15 marzo 2014.
  50. ^ (DE) 3:2! Die Bayern machen das Triple perfekt, in kicker, 1º giugno 2013. URL consultato il 15 marzo 2014.
  51. ^ Raggiunto l'accordo con il Bayern Monaco per Mario Gomez, in ViolaChannel, 13 luglio 2013. URL consultato il 14 luglio 2013.
  52. ^ Zurigo espugnata, la Fiorentina va, in UEFA.com, 22 agosto 2013. URL consultato il 24 agosto 2013.
  53. ^ Stagione 2013-14 - 1ª Giornata Archiviato il 21 settembre 2013 in Internet Archive. legaseriea.it
  54. ^ Stagione 2013-14 - 2ª Giornata Archiviato il 14 ottobre 2013 in Internet Archive. legaseriea.it
  55. ^ Stagione 2012-14 - 3ª Giornata Archiviato il 29 settembre 2013 in Internet Archive. legaseriea.it
  56. ^ Juventus-Fiorentina, Gomez gol dopo 193 giorni: "Piano piano sto tornando", in gazzetta.it, 13 marzo 2014. URL consultato il 17 marzo 2014.
  57. ^ Report su Mario Gomez, in violachannel.tv, 24 marzo 2014. URL consultato il 25 marzo 2014.
  58. ^ 5000 goal Viola. La firma è di Gomez, in violachannel.tv.
  59. ^ Gomez al Besiktas violachannel.tv
  60. ^ Mario Gomez scappa dalla Turchia, su gazzettadiparma.it.
  61. ^ (EN) Mario Gomez joins the Wolves
  62. ^ Mario Gomez kehrt zum VfB zurück vfb.de
  63. ^ (EN) Germany vs. Switzerland 3 – 1, in US Soccerway, 7 febbraio 2007.
  64. ^ (EN) Germany clear after six-goal romp, in UEFA, 2 giugno 2007.
  65. ^ (EN) UEFA EURO 2008™ squad lists announced (PDF), in UEFA, 28 maggio 2008.
  66. ^ (EN) Phil McNulty, Germany 0–1 Spain, in BBC Sport, 29 giugno 2008.
  67. ^ (EN) Phillip Quinn, Euro 2012 Player Profiles: Mario Gomez, SB Nation, 8 giugno 2012.
  68. ^ Germania, ecco i 30 per il Mondiale C’è Klose, resta fuori Mario Gomez, in lastampa.it, 8 maggio 2014. URL consultato il 25 aprile 2015.
  69. ^ Germania, Gomez convocato per amichevole con Argentina, in repubblica.it, 29 agosto 2014. URL consultato il 25 aprile 2015.
  70. ^ Gomez, quanti errori. E la Germania lo boccia [collegamento interrotto], in gazzetta.it, 4 settembre 2014. URL consultato il 25 aprile 2015.
  71. ^ Mario Gomez: la soluzione della Germania?, in Uefa.com, 10 novembre 2015. URL consultato il 1º gennaio 2016.
  72. ^ (DE) LÖW STREICHT BELLARABI, BRANDT, REUS UND RUDY, dfb.de, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  73. ^ a b 2 presenze nei turni preliminari.
  74. ^ 2 reti nei turni preliminari.
  75. ^ Una rete nei turni preliminari.
  76. ^ a b Play-out.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN251599504 · GND (DE1023941171