Apri il menu principale

Mario Genta

calciatore e allenatore di calcio italiano
Mario Genta
Mario Genta.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex mediano)
Ritirato 1951 - giocatore
1974 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1932-1934Juventus1 (0)
1934-1935Pavia17 (0)
1935-1946Genoa[1]222 (7)
1946-1950Prato108 (2)
1950-1951Entella? (?)
Nazionale
1938-1939 Italia Italia 2 (0)
Carriera da allenatore
1946-1947 Prato
1954-1955 Siena
1956-1958 Frosinone
1959-1960 Entella
1961-1963 Parma
1963-1964 Modena
196?? Sestri Levante
1965-1967 Massese [2][3]
1967-1969 Entella
1969-1970 Carrarese
1970-1971 Torres
1971-1973 Grosseto
1973-1974 Entella
Palmarès
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Oro Francia 1938
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Mario Genta (Torino, 1º marzo 1912Genova, 9 gennaio 1993) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, campione del mondo con la Nazionale italiana nel 1938.

Indice

CarrieraModifica

ClubModifica

Iniziò la carriera agonistica nella Juventus, sodalizio con cui, grazie ad un'unica presenza il 18 giugno 1933, nella sconfitta esterna per 3-2 contro il Genova 1893, si aggiudicò lo scudetto nella stagione 1932-1933.

Successivamente passò al Pavia e nel 1935 al Genova 1893.

Con i rossoblù esordì il 22 settembre 1935 nella sconfitta esterna per 4-1 contro il Bologna. Nella sua militanza con i liguri vinse la Coppa Italia 1936-1937.

Genta era nella rosa della squadra rossoblù che partecipò alla Coppa Città di Genova, che nei primi mesi del 1945 sostituì il normale campionato a causa degli eventi bellici che sconvolgevano l'Europa in quel periodo.[4] La competizione fu vinta dai rossoblù, che sorpassarono all'ultima giornata i rivali del Liguria; a Genta e a ciascun vincitore della competizione furono date in premio 20.000 lire dal futuro presidente rossoblù Antonio Lorenzo.[5]

Dopo la seconda guerra mondiale indossò le maglie del Prato, club in cui rivestì nel suo primo anno di militanza anche l'incarico di allenatore e infine dell'Entella Chiavari.

AllenatoreModifica

Dopo il ritiro dall'attività agonistica, è stato in seguito apprezzato allenatore di numerose squadre, tra cui Siena[6], Parma, Grosseto, Frosinone[7], Modena, Torres[8], Sestri Levante ed Entella.

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
26/03/1939 Firenze Italia   3 – 2   Germania Amichevole -
26/11/1939 Berlino Germania   5 – 2   Italia Amichevole -
Totale Presenze 2 Reti -

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Juventus: 1932-1933
Genova 1893: 1936-1937
  • Coppa Città di Genova: 1
Genova 1893: 1945
Prato: 1948-1949

NazionaleModifica

Francia 1938

AllenatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Entella: 1959-1960
Grosseto: 1972-1973

NoteModifica

  1. ^ Sino al 1945 "Genova 1893".
  2. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Carcano edizioni, 1967, p. 196.
  3. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Carcano edizioni, 1968, p. 233.
  4. ^ Maiorca, p.200
  5. ^ ESCLUSIVA PIANETAGENOA – Emilio Caprile: «Io azzurro nel 1950, ho girato in tanti club. Ma il Genoa è rimasto sempre nel mio cuore», su Pianetagenoa1893.net. URL consultato l'8 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2014).
  6. ^ Tutti i presidenti e gli allenatori dal 1904 (PDF), sienaclubfedelissimi.it. URL consultato il 14 giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2013).
  7. ^ Quarta Serie, i quadri del girone F, da Corriere dello Sport, 222 (XXXVII), 20 settembre 1956, p. 5
  8. ^ Almanacco illustrato del calcio 1971, edizioni Panini, pag. 288

BibliografiaModifica

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, Genova, De Ferrari, 2008, ISBN 978-88-6405-011-9.
  • Gianluca Maiorca, Marco Montaruli, Paolo Pisano, Almanacco storico del Genoa, Trebaseleghe, Fratelli Frilli Editori, 2011, ISBN 978-88-7563-693-7.
  • Ettore Balbi, Guida rossoblu, Genova, Edizioni Programma, 1973.

Collegamenti esterniModifica