Apri il menu principale

Mario Mondello (Roma, 7 agosto 1914Roma, 22 marzo 2003) è stato un diplomatico e ambasciatore italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Roma il 7 agosto 1914, ha frequentato l'Università degli Studi di Messina dove si è laureato in giurisprudenza nel 1937. La sua biblioteca è stata donata dagli eredi alla Biblioteca della Pontificia Università Antonianum[1].

CarrieraModifica

In seguito ad esame di concorso è nominato Volontario nella carriera diplomatico-consolare il 1º giugno 1939 la cui carriera è la seguente. Al Gabinetto del Ministro, 12 agosto 1939. Addetto consolare, 22 gennaio 1940. Vice console di 2ª classe, 16 ottobre 1940. Terzo segretario alla Santa Sede, gennaio 1943. Alla Dir. Gen. Affari Politici, 15 luglio 1944. Terzo segretario a Washington, 23 febbraio 1945. Vice console di 1ª classe, 1º giugno 1945. Console di 3ª classe, 13 aprile 1946. Al Ministero, 26 febbraio 1947. Console di 2ª classe, 1º aprile 1947. Al Gabinetto del Ministro, 1º giugno 1947. Capo di Gabinetto del Ministro, 11 gennaio 1949. Membro Delegazione Italiana per partecipare alle trattative per la costituzione della N.A.T.O., Washington, marzo-aprile 1949. Console a Losanna, 29 ottobre 1951. Primo segretario, 13 luglio 1953. Consigliere a Mosca, 20 marzo 1954. Consigliere di legazione, 1º luglio 1956. Consigliere di ambasciata, 1º settembre 1956. Capo Uff. IV, Dir. Gen. Affari Politici, 26 ottobre 1956. Ambasciatore a Tripoli, 9 ottobre 1958. Inviato straordinario e Ministro plenipotenziario di 2ª classe, 23 dicembre 1960. Inviato straordinario e Ministro plenipotenziario di 1ª classe, 8 agosto 1962. Direttore Generale aggiunto degli Affari Economici, 15 settembre 1962. Ambasciatore ad Ankara, 5 gennaio 1967. Ambasciatore, 29 settembre 1970. Direttore Generale delle Relazioni Culturali, 11 novembre 1970. Ambasciatore a Varsavia, 8 febbraio 1974[2]. Direttore Generale degli Affari Economici, 1º maggio 1976. Cessa di far parte dell’Amministrazione in data 1º settembre 1979. Tenente di complemento, Arma di Fanteria, 1º gennaio 1941. Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica, 1964. Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica, 1974. Quale ambasciatore in Turchia dal 1967 al 1971, il 12 agosto 1967 inviò un rapporto al ministro degli esteri Amintore Fanfani per riferire con dovizia di particolari il colloquio avuto col patriarca Atenagora di Costantinopoli pochi giorni dopo che ebbe incontrato Paolo VI il 25 giugno 1967 a Istanbul[3].

OpereModifica

  • Mario Mondello, Valutazione della portata dei movimenti a sfondo nazionale verificatasi in taluni stati satelliti. Posizione della Cina, India e Jugoslavia nella questione, Roma, 1957.

NoteModifica

Voci correlateModifica