Apri il menu principale

Mariolina Cannuli

conduttrice televisiva, annunciatrice televisiva e cantante italiana
Mariolina Cannuli, al centro, insieme a Lucio Battisti (a sinistra) e Mogol (a destra) nel 1971 durante il programma radiofonico estivo Arriva il compressore

Mariolina Cannuli (Siena, 15 ottobre 1940) è un'annunciatrice televisiva e conduttrice televisiva italiana, attiva per la Rai dal 1961 al 1994.

BiografiaModifica

Di origine siciliana (il padre era di Siracusa) e figlia dell'attrice teatrale Minù Calimera,[1] dopo la maturità scientifica ha intrapreso la carriera universitaria dando alcuni esami alla facoltà di Scienze politiche e debuttando come speaker radiofonica nella trasmissione Classe unica. Nel 1961 ha vinto il concorso per annunciatrici dell'allora nascente Secondo Programma (l'attuale Rai 2)[1] e ha lavorato dagli studi di Roma prima e, dal 1977, da quelli di Milano fino al 1994. È diventata popolare soprattutto grazie ad un'esilarante imitazione che ne fece Alighiero Noschese nello spettacolo Doppia coppia.[1] A causa dello sguardo e della voce sensuale era infatti considerata, negli anni sessanta e settanta, la femme fatale fra le annunciatrici Rai,[1] ruolo che poi cedette, negli anni ottanta, a Beatrice Cori.

La popolarità, raggiunta anche grazie all'imitazione di Noschese, col quale ha condiviso lo schermo durante alcune trasmissioni della fine degli anni sessanta, le ha dato la possibilità di avviare anche una carriera parallela come conduttrice televisiva, presentando diverse trasmissioni e rubriche della Rai, come Canzonissima il giorno dopo, Milledischi, Circo Studio (in cui compariva sia come donna del Circo con cilindro, body, collant, tacchi a spillo, sia come clownesse), Vedo sento parlo, Teatromusica, Il pomeriggio, La domenica sportiva, TV Story.[1] Ha anche interpretato due film della "commedia all'italiana": Amore mio aiutami di e con Alberto Sordi e Monica Vitti (1969) e Mazzabubù... Quante corna stanno quaggiù? di Mariano Laurenti con Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Carlo Giuffré ed Isabella Biagini (1971).[1]

In virtù delle proprie qualità canore (ha anche inciso tre dischi), è stata in seguito protagonista anche di performance in partecipazioni a trasmissioni di intrattenimento, come avvenuto in occasione di uno speciale di Canale 5 per il Capodanno 1991 in cui interpretò, accompagnata al pianoforte, un'apprezzata versione dello standard statunitense Night and Day. Dopo aver abbandonato il suo ruolo di signorina buonasera Rai alla fine del 1994 (realizzò il suo ultimo annuncio il 26 dicembre), la sua presenza in video si è diradata, pur senza scomparire dalle scene completamente, intervenendo spesso in trasmissioni celebrative in cui ha ripercorso la propria carriera artistica. Negli anni 2010 è stata spesso una dei presidenti della giuria popolare di Verdetto finale, condotto da Veronica Maya, e nella stagione 2011-2012 ha partecipato a La prova del cuoco come giurata assieme ad altre due storiche ex annunciatrici Rai: Nicoletta Orsomando e Rosanna Vaudetti. È stata sposata con il regista radiofonico Marco Lami.

DiscografiaModifica

45 giriModifica

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f Grasso, pp. 113-114.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica