Markarian 421

blazar nella costellazione dell'Orsa Maggiore
Markarian 421
Blazar
Mark421-U3WS2701M.jpg
Markarian 421 visto dalla WFPC2 del telescopio spaziale Hubble. Visibile anche la sua galassia compagna 421-5
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneOrsa Maggiore
Ascensione retta11h 04m 27.3139s[1]
Declinazione+38° 12′ 31.799″[1]
Distanza360 milioni a.l.  
Magnitudine apparente (V)13,1 [1]
Dimensione apparente (V)0′,8 x 0′,6
Caratteristiche fisiche
TipoBlazar
Altre designazioni
QSO B1101+3828, UGC 6132, B2 1101+38, PGC 33452, 2E 2393, Mark 421
Mappa di localizzazione
Markarian 421
Ursa Major IAU.svg
Categoria di blazar

Coordinate: Carta celeste 11h 04m 27.3139s, +38° 12′ 31.799″

Markarian 421 (Mrk 421, Mkn 421) è un blazar situato nella costellazione dell'Orsa Maggiore. È classificabile come galassia attiva, oggetto BL Lacertae e forte sorgente di raggi gamma.

La distanza dalla Terra è compresa tra 397 milioni di anni luce (redshift: z=0,0308 equivalenti a 122 M pc)[2] e 434 milioni di anni luce (133 Mpc)[3] il che lo rende uno dei blazar più vicini alla Terra e questo fa sì che esso sia anche uno dei quasar più luminosi del cielo notturno.

Data la sua notevole attività si ritiene che ospiti un buco nero supermassiccio al suo centro; ha una galassia compagna (Markarian 421-5) che rifornisce di materiale i getti di gas che si originano dall'oggetto.

Nel 1992, M. Punch del Whipple Observatory,[4] rilevò per la prima volta che l'oggetto emetteva raggi gamma ad altissima energia, mentre nel 1996 J. Gaidos sempre del Whipple Observatory registrò un rapidissimo picco di emissione (della durata di 15 minuti) di questi raggi gamma altamente energetici.[5]

Makarian 421 che è monitorato dal progetto Whole Earth Blazar Telescope[6] ha mostrato un altro picco di emissione nel 2001.

Data la sua luminosità (magnitudine media 13,3 con minimo a 16 e massimo di 11,6), l'oggetto rientra nel campo di osservabilità dei telescopi amatoriali.

NoteModifica

  1. ^ a b c SIMBAD basic query result, su Object query : markarian 421. URL consultato il 15 aprile 2009.
  2. ^ NASA/IPAC Extragalactic Database, su Results for MRK 0421. URL consultato il 12 aprile 2010.
  3. ^ Distance Results for MRK 0421, su NASA/IPAC Extragalactic Database. URL consultato il 13 aprile 2010.
  4. ^ Detection Of Tev Photons From The Active Galaxy Markarian 421, Nature, Volume 358, Issue 6386, pp 477-478 (Aug. 6, 1992), su adsabs.harvard.edu.
  5. ^ Extremely rapid bursts of TeV photons from the active galaxy Markarian 421, Nature, Volume 383, Issue 6598, pp. 319-320 (1996), su adsabs.harvard.edu.
  6. ^ Optical monitoring of the blazar Mk421 during the TeV outburst, su adsabs.harvard.edu.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari