Apri il menu principale

Marko Marin

calciatore tedesco
Marko Marin
Marko Marin (Sevilla).jpg
Marin con la maglia del Siviglia nel 2013.
Nazionalità Germania Germania
Altezza 170 cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Stella Rossa
Carriera
Giovanili
non conosciuta SG 01 Hoechst
1996-2005Eintracht Francoforte
2005-2006Borussia Mönchengladbach
Squadre di club1
2006-2007Borussia Monchengladbach II16 (3)
2007-2009Borussia Mönchengladbach68 (8)
2009-2012Werder Brema87 (8)
2012-2013Chelsea6 (1)
2013-2014Siviglia18 (0)
2014-2015Fiorentina0 (0)
2015Anderlecht6 (0)
2015-2016Trabzonspor24 (2)
2016-2018Olympiakos37 (11)
2018-Stella Rossa22 (6)
Nazionale
2004-2005Germania Germania U-169 (0)
2005-2006Germania Germania U-1716 (5)
2006-2007Germania Germania U-184 (2)
2007-2009Germania Germania U-2112 (1)
2008-2010Germania Germania16 (1)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Bronzo Sudafrica 2010
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 settembre 2018

Marko Marin (Bosanska Gradiška, 13 marzo 1989) è un calciatore tedesco, centrocampista della Stella Rossa.

BiografiaModifica

Nato a Bosanska Gradiška in Bosnia, emigrò fin da giovanissimo in Germania a Francoforte, dove i genitori si trasferirono quando non aveva nemmeno tre anni.[1]

Caratteristiche tecnicheModifica

Agli inizi di carriera era considerato uno degli astri nascenti del calcio tedesco.[2][3] È un centrocampista offensivo che può giocare trequartista o esterno offensivo, ma predilige partire dalla sinistra per poi accentrarsi e andare al tiro col suo piede preferito.[2] Rapido e capace di colpi imprevedibili e assist precisi per i compagni è in grado di saltare con facilità l'avversario grazie all'abilità nel dribbling.[2] Destro naturale, è in possesso di un buon mancino,[3] dotato di una tecnica superiore alla media.[3]

CarrieraModifica

ClubModifica

Borussia MönchengladbachModifica

 
Marin con il Borussia Mönchengladbach

Marin gioca nelle giovanili del SG 01 Höchst per poi passare in quelle dell'Eintracht Francoforte. Nel 2005 si trasferisce al Borussia Mönchengladbach che inizialmente lo impiega nella selezione Under 23 in Regionalliga, ma già dal gennaio 2007 lo aggrega alla rosa della prima squadra. Il 31 marzo 2007 in occasione della partita contro l'Eintracht Francoforte, sua ex squadra, l'allenatore Jos Luhukay lo convoca per la prima volta per un incontro di Bundesliga e quello stesso giorno lo fa esordire inserendolo al 63' al posto di Marvin Compper. Il debutto è coronato dall'assist su calcio di punizione che permette a Federico Insúa di siglare il gol dell'1-1. Il 13 giugno 2007 firma il suo primo contratto professionistico che lo lega al Borussia, retrocesso in Zweite Bundesliga, fino a giugno 2010. Nella seconda parte di stagione fornisce otto assist e realizza quattro marcature, facendosi notare dai tifosi, che lo eleggono calciatore dell'anno del Borussia.[3] Il Borussia domina la stagione successiva e conquista prontamente il ritorno nella massima divisione.

Werder BremaModifica

 
Marin con il Werder Brema

Il 24 giugno 2009 viene acquistato dal Werder Brema.[4] Nella prima stagione colleziona presenze importanti con la maglia verde-arancio: 32 presenze e 4 reti in campionato, 12 presenze e 2 reti in Europa, 6 presenze ed una rete in Coppa per un totale di 55 presenze e 7 reti. Nella stagione 2010-2011 si fa notare nel ritorno della sfida di Champions contro la Sampdoria: grazie alle sue giocate il Werder arrivare a passare il turno rimontando da 3-0 a 3-2.[5] Gioca tutte le partite nella fase a gironi in cui incontra i detentori dell'Inter, il Twente e il Tottenham.[6] Il 14 settembre 2010 realizza una rete in Werder Brema-Tottenham 2-2.[7]

ChelseaModifica

Il 28 aprile 2012 il Chelsea, tramite il suo sito ufficiale, annuncia che Marko Marin a partire dalla stagione seguente sarà un giocatore dei Blues.[8] Firma un contratto di cinque anni. In cambio al Werder Brema vanno circa 12 milioni di euro. Il 9 febbraio 2013 segna il suo primo gol in Premier League nel 4-1 contro il Wigan Athletic. Il 15 maggio 2013 vince l'Europa League 2012-2013 contro il Benfica.

SivigliaModifica

Il 28 giugno 2013 passa in prestito al Siviglia, dove dopo un ottimo inizio di campionato si perde tra gli infortuni e viene relegato in panchina dall'allenatore Emery. Il 14 maggio 2014 vince l'Europa League ancora contro il Benfica. Al termine della stagione fa ritorno al Chelsea.

FiorentinaModifica

Il 18 agosto 2014 viene ceduto alla Fiorentina[9] con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 8 milioni di euro.[10] Esordisce in maglia viola il 23 ottobre nella partita di Europa League PAOK Salonicco-Fiorentina (0-1), subentrando al 77' al posto di Josip Iličič.[11] Segna il suo primo gol con i viola il 27 novembre nella gara di Europa League Guingamp-Fiorentina (1-2).[12] Si ripete l'11 dicembre sempre in Europa League segnando il gol del 2-1 contro la Dinamo Minsk allo stadio Franchi. Chiude la parentesi italiana nel gennaio 2015, senza esordire in Serie A.

AnderlechtModifica

Il 20 gennaio 2015 dopo aver terminato in anticipo il prestito alla Fiorentina passa, sempre in prestito, all'Anderlecht.[13]

TrabzonsporModifica

Il 25 agosto 2015 dopo essere tornato per fine prestito al Chelsea viene ceduto in prestito ai turchi del Trabzonspor. Il 18 novembre 2015 prende parte ad una rissa con il compagno di squadra Aykut Demir durante un allenamento.

NazionaleModifica

Dopo aver giocato nelle varie selezioni giovanili della nazionale tedesca, Marin approda all'Under-21 a 18 anni, esordendo il 21 agosto 2007 nella partita contro l'Irlanda.[14] Al termine della stagione viene convocato per il ritiro della Nazionale maggiore in vista dei Campionati europei. Esordisce a 19 anni nell'amichevole contro la Bielorussia il 27 maggio 2008, ma non viene incluso nella rosa definitiva che prende parte al torneo.[3] Il 20 agosto 2008 colleziona la seconda presenza contro il Belgio,[3] sempre in amichevole, e realizza il suo primo gol con la maglia della Germania mettendo a segno la rete del definitivo 2-0 dopo uno slalom tra i difensori avversari.[15]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 22 aprile 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006-2007   Borussia M'bach. BL 4 0 CG 0 0 - - - - - - 4 0
2007-2008 ZL 31 4 CG 2 1 - - - - - - 33 5
2008-2009 BL 33 4 CG 2 3 - - - - - - 35 7
Totale Borussia M'bach. 68 8 4 4 - - - - 72 12
2009-2010   Werder Brema BL 32 4 CG 6 1 UEL 12[16] 2 - - - 50 7
2010-2011 BL 34 3 CG 2 1 UCL 8[16] 1 - - - 44 5
2011-2012 BL 21 1 CG 1 0 - - - - - - 22 1
Totale Werder Brema 87 8 9 2 20 3 - - 116 13
2012-2013   Chelsea PL 6 1 FACup+CdL 3+3 0 UCL+UEL 0+3 0 CS+SU+Cmc 0+0+1 0 16 1
2013-2014   Siviglia PD 18 0 CR 0 0 UEL 12[17] 2[18] - - - 30 2
2014-gen. 2015   Fiorentina A 0 0 CI 0 0 UEL 4 2 - - - 4 2
gen.-giu. 2015   Anderlecht D1 6 0 CB 2 0 UEL - - - - - 8 0
2015-2016   Trabzonspor SL 24 2 TK 5 0 UEL - - - - - 29 2
2016-2017   Olympiakos SL 14 4 CG 5 0 UCL+UEL 0+4 0 - - - 23 4
2017-2018 SL 23 7 CG 6 0 UCL 7[19] 1 - - - 36 8
Totale Olympiakos 37 11 11 0 11 1 - - 59 12
Totale carriera 246 30 37 6 50 8 1 0 334 44

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
27-5-2008 Kaiserslautern Germania   2 – 2   Bielorussia Amichevole -
20-8-2008 Norimberga Germania   2 – 0   Belgio Amichevole 1
6-9-2008 Vaduz Liechtenstein   0 – 6   Germania Qual. Mondiali 2010 -
19-11-2008 Berlino Germania   1 – 2   Inghilterra Amichevole -
11-2-2009 Düsseldorf Germania   0 – 1   Norvegia Amichevole -
28-3-2009 Lipsia Germania   4 – 0   Liechtenstein Qual. Mondiali 2010 -
5-9-2009 Leverkusen Germania   2 – 0   Sudafrica Amichevole -
3-6-2010 Francoforte sul Meno Germania   3 – 1   Bosnia ed Erzegovina Amichevole -
13-6-2010 Durban Germania   4 – 0   Australia Mondiali 2010 - 1º turno -
18-6-2010 Port Elizabeth Germania   0 – 1   Serbia Mondiali 2010 - 1º turno -
11-8-2010 Copenaghen Danimarca   2 – 2   Germania Amichevole -
3-9-2010 Bruxelles Belgio   0 – 1   Germania Qual. Euro 2012 -
7-9-2010 Colonia Germania   6 – 1   Azerbaigian Qual. Euro 2012 -
8-10-2010 Berlino Germania   3 – 0   Turchia Qual. Euro 2012 -
12-10-2010 Astana Kazakistan   0 – 3   Germania Qual. Euro 2012 -
17-10-2010 Göteborg Svezia   0 – 0   Germania Amichevole -
Totale Presenze 16 Reti 1

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Borussia Mönchengladbach: 2007-2008
Werder Brema: 2009[20]
Olympiakos: 2016-2017
Stella Rossa: 2018-2019

Competizioni internazionaliModifica

Chelsea: 2012-2013
Siviglia: 2013-2014

NazionaleModifica

Svezia 2009

RiconoscimentiModifica

Il 16 agosto 2006 viene premiato con la Medaglia Fritz-Walter d'argento come secondo miglior giocatore tedesco under 17, mentre il 12 settembre 2007 riceve lo stesso riconoscimento, ma questa volta d'oro, come miglior giocatore tedesco under 18.

Nel febbraio 2007 viene convocato dalla UEFA nella selezione che disputa la Meridian Cup. Marin gioca in entrambe le gare della competizione in cui la squadra europea si impone su quella africana per 6-1 e 4-0.[21]

Nel 2010 è stato inserito nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1989 stilata da Don Balón.[22]

NoteModifica

  1. ^ SCHEDA Marko Marin, il talismano dell'E.L. Archiviato il 19 agosto 2014 in Internet Archive. violanews.com
  2. ^ a b c Stefano Cantalupi, Valerio Clari, Next Generation: Marin. Colpi e finte "alla Haessler", gazzetta.it, 17 settembre 2009. URL consultato il 2 giugno 2011.
  3. ^ a b c d e f (EN) Sky Sports Scout - Marko Marin, Sky Sports, 26 agosto 2008. URL consultato il 2 giugno 2011.
  4. ^ (EN) Marko Marin, Footballdatabase.eu. URL consultato il 2 giugno 2011.
  5. ^ Stefano Cantalupi, Sampdoria, una beffa atroce Werder avanti ai supplementari, in gazzetta.it, 24 agosto 2010. URL consultato il 13 marzo 2011.
  6. ^ (EN) Profilo e statistiche su Uefa.com - UEFA Champions League, Uefa.com. URL consultato il 2 giugno 2011.
  7. ^ (EN) Bremen bounce back to check Tottenham, Uefa.com, 14 settembre 2010. URL consultato il 2 giugno 2011.
  8. ^ (EN) MARIN TO SIGN, chelseafc.com, 28 aprile 2012. URL consultato il 28 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2012).
  9. ^ Perfezionato l'acquisto di Marko Marin, violachannel.tv, 18 agosto 2014. URL consultato il 20 agosto 2014.
  10. ^ Marin viola: prestito con diritto di riscatto per la Fiorentina ad 8 milioni di euro, fiorentina.it, 19 agosto 2014. URL consultato il 20 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2014).
  11. ^ La Fiorentina non sbaglia un colpo uefa.com
  12. ^ Fiorentina, missione compiuta uefa.com
  13. ^ L'international allemand Marko Marin chez les Mauve et Blanc Archiviato il 23 gennaio 2015 in Internet Archive. rsca.be
  14. ^ (EN) Marko Marin, Uefa.com. URL consultato il 2 giugno 2011.
  15. ^ (DE) Marin sorgt fürs Glanzstück, kicker.de, 20 agosto 2008. URL consultato il 2 giugno 2011.
  16. ^ a b 2 presenze nei play-off.
  17. ^ 2 presenze nei turni preliminari.
  18. ^ Nei turni preliminari.
  19. ^ 4 nei turni preliminari
  20. ^ Edizione non ufficiale.
  21. ^ UEFA.com. URL consultato il 15 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2008).
  22. ^ (EN) Don Balon’s list of the 100 best young players in the world, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 24 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2013).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica