Apri il menu principale

Marmilla

regione storica della Sardegna
Marmilla
subregione
Marmilla – Veduta
Sullo sfondo il castello di Las Plassas o "di Marmilla"
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Oristano-Stemma.svg Oristano
Sud Sardegna
Territorio
Coordinate39°42′N 8°47′E / 39.7°N 8.783333°E39.7; 8.783333 (Marmilla)Coordinate: 39°42′N 8°47′E / 39.7°N 8.783333°E39.7; 8.783333 (Marmilla)
Superficie480 km²
Abitanti28 320
Densità59 ab./km²
ComuniAlbagiara (OR), Ales (OR), Assolo (OR), Asuni (OR), Baradili (OR), Baressa (OR), Barumini (SU), Collinas (SU), Curcuris (OR), Furtei (SU), Genuri (SU), Gesturi (SU), Gonnoscodina (OR), Gonnostramatza (OR), Las Plassas (SU), Lunamatrona (SU), Masullas (OR), Mogoro (OR), Mogorella (OR), Morgongiori (OR), Nureci (OR), Pau (OR), Pauli Arbarei (SU), Pompu (OR), Ruinas (OR), Segariu (SU), Senis (OR), Setzu (SU), Siddi (SU), Simala (OR), Sini (OR), Siris (OR), Tuili (SU), Turri (SU), Ussaramanna (SU), Villa Sant'Antonio (OR), Villa Verde (OR), Villaurbana (OR), Villamar (SU), Villanovaforru (SU), Villanovafranca (SU)
Divisioni confinantiCampidano di Oristano, Barigadu, Sarcidano, Trexenta, Campidano di Cagliari, Campidano di Sanluri
Altre informazioni
Lingueitaliano, sardo
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Marmilla – Localizzazione

Marmilla è una subregione geografica della Sardegna, posta nella zona centro-meridionale della regione. È delimitata a ovest e a sud dal Campidano, a nord-ovest dal monte Arci, a nord dalla Giara di Gesturi e dalla Giara di Serri, a est dal Flumini Mannu.

EtimologiaModifica

Il nome "Marmilla" proviene dalle vaste colline tondeggianti, somiglianti verosimilmente a mammelle (vedi castello di Marmilla a Las Plassas). Altra ipotesi è quella secondo la quale vista la presenza di molte paludi nella zona, il paesaggio poteva apparire punteggiato da "mille mari".

Geografia fisicaModifica

Il territorio della Marmilla risale al miocene e quindi può essere considerato geologicamente recente rispetto al resto della Sardegna. Il paesaggio è prevalentemente collinare e comprende la Giara di Gesturi, la Giara di Siddi, la Giara di Serri, l'altopiano di Genoni ed il bacino del Rio Mannu d'Isili.

Le attività principali della zona sono l'agricoltura e il turismo. Le coltivazioni sono prevalentemente di cereali, ma è diffusa anche la coltivazione delle fave.

StoriaModifica

La regione della Marmilla è stata abitata fino dai tempi più antichi come testimoniano i numerosi monumenti di età nuragica presenti nella zona.

Del periodo cartaginese resta la fortezza di Santu Antine a Genoni, mentre in età romana rivestirono una certa importanza i centri di Biora (l'attuale Serri) e Valentia (l'attuale Nuragus).

Nel periodo giudicale la regione appartenne al Regno di Arborea (curatorie di Marmilla e di Part'e Alenza) e al Giudicato di Cagliari (curatoria di Siurgus).

EconomiaModifica

TurismoModifica

Il turismo nella Marmilla può fare leva su vari fattori che vanno dei beni ambientali, ai numerosi centri nuragici della zona, alle operare architettoniche. Si segnalano in particolare:

  • Beni ambientali:
    • Giara di Gesturi
    • Parco naturale Monte Arci
  • Centri nuragici:
    • Villaggio nuragico di Su Nuraxi a Barumini,
    • Nuraghe Cuccurada a Mogoro,
    • Area Archeologica Nuraghe Sa Fogaia a Siddi
    • Tomba dei Giganti "Sa Domu e s'Orcu" a Siddi
    • Complesso di Genna Maria a Villanovaforru,
    • Fortezza di Su Mulinu a Villanovafranca,
    • Santuario nuragico di Santa Vittoria a Serri.

Opere Architettoniche

Musei:

  • Museo "Sa Corona Arrubuia" a Lunamatrona
  • Museo Ornitologico a Siddi
  • Museo dell'ossidiana a Pau
  • Geomuseo Monte Arci a Masullas
  • Museo " I Cavalieri delle Colline" a Masullas
  • Museo "Turcus e Morus" a Gonnostramatza

ComuniModifica

Stemma Comune Popolazione

(ab)

Densità

(ab/km²)

Superficie

(km²)

Altitudine

(m s.l.m)

Albagiara

(Ollasta in sardo)

263 29,65 8,87 215
Ales

(Abas in sardo)

1.416 63,07 22,45 194
Assolo

(Assòu in sardo)

382 23,34 16,37 255
Asuni

(Asùni in sardo)

344 16,12 21,34 233
Baradili

(Bobadri in sardo)

83 14,9 5,57 165
Baressa

(Aressa in sardo)

644 51,48 12,51 165
Barumini 1.127 42,69 26,4 202
Collinas

(Forru in sardo)

841 40,37 20,83 249
Curcuris

(Crucuris in sardo)

303 42,2 7,18 159
Furtei

(Futei in sardo)

1.636 62,66 26,11 90
Genuri

(Jauni in sardo)

322 42,82 7,52 243
Gesturi 1.233 26,33 46,83 310
Gonnoscodina

(Gonnagodina in sardo)

471 53,4 8,82

112

Gonnostramatza

(Gonnatramtza in sardo)

866 50,23 17,64 104
Las Plassas

(Is Pratzas in sardo)

264 22,28 11,04 148
Lunamatrona 1.708 82,95 20,59 169
Masullas

(Masùddas in sardo)

1.078 57,71 18,68 129
Mogoro

(Mogùru in sardo)

4.275 87,26 48,99 136
Mogorella

(Mogoredda in sardo)

444 26,03 17,06 265
Morgongiori

(Mragaxòri in sardo)

720 15,93 45,2 351
Nureci 360 27,97 12,87 335
Pau 316 22,87 13,82 315
Pauli Arbarei 608 40,16 15,14 140
Pompu 282 53,01 5,32 147
Segariu 1.207 72,32 16,69 129
Senis 450 28,02 16,06 256
Setzu 150 19,31 7,77 206
Siddi 650 58,98 11,02 184
Simala

(Simaba in sardo)

355 26,76 13,38 155
Sini 496 56,69 8,75 255
Siris 220 36,67 6 161
Tuili 1.029 41,85 24,59 208
Turri 419 43,65 9,6 164
Usellus 773 22,4 35,7 289
Ussaramanna

(Soramanna in sardo)

545 55,84 9,76 157
Villa Sant'Antonio

(Sant'Antoni Arruinas in sardo)

352 18,48 19,05 249
Villa Verde

(Bàini in sardo)

319 18,07 17,65 204
Villamar

(Mara Arbarei in sardo)

2.759 71,61 38,53 108
Villanovaforru

(Biddanòa de Forru in sardo)

626 57,27 10,93 324
Villanovafranca

(Biddanòa Franca in sardo)

1.373 49,76 27,59 292

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sardegna