Marrakech Express

film del 1989 diretto da Gabriele Salvatores
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la canzone di Crosby, Stills, and Nash, vedi Marrakesh Express.
Marrakech Express
Marrakech express.png
Ponchia, Paolino, Cedro e Marco nel deserto
Paese di produzioneItalia
Anno1989
Durata107 min
Rapporto1,66:1
Generecommedia, avventura
RegiaGabriele Salvatores
SoggettoUmberto Contarello, Carlo Mazzacurati ed Enzo Monteleone
SceneggiaturaUmberto Contarello, Carlo Mazzacurati ed Enzo Monteleone
ProduttoreGianni Minervini
Casa di produzioneA.M.A. Film
Distribuzione in italianoCecchi Gori Group
FotografiaItalo Petriccione
MontaggioNino Baragli
MusicheRoberto Ciotti
ScenografiaGabriele Serra
CostumiFrancesco Panni
TruccoClaudia Shone Reymond
Interpreti e personaggi

Marrakech Express è un film italiano del 1989 diretto da Gabriele Salvatores. La sceneggiatura è giunta finalista al Premio Solinas 1987.

TramaModifica

«Non bastano tutti i cammelli del deserto per comprarti un amico.»

(Proverbio arabo nella didascalia iniziale del film)

Marco, un giovane ingegnere, riceve a Milano la visita di Teresa, una sconosciuta che si presenta come la fidanzata di Rudy, un suo compagno di università che non vede da tempo, e che gli chiede in prestito 30 milioni di lire. È l'unico modo per salvare dalla galera Rudy, che rischia 20 anni di reclusione per detenzione di hashish a Marrakech, in Marocco. I soldi servono per corrompere un giudice, ma Marco, che non dispone di quella somma, decide di radunare i vecchi amici della comitiva dell'università: Maurizio Ponchia, Paolino e Cedro. Nonostante i molti dubbi e le perplessità, gli amici alla fine decidono di partire alla volta del Marocco con la somma necessaria a salvare Rudy. Comincia così l'avventuroso viaggio alla volta di Marrakech, a bordo della fuoristrada Mercedes messa a disposizione da Ponchia. Fra molti imprevisti e rocambolesche avventure, il gruppo riesce a giungere a destinazione, ma i quattro scoprono che i soldi non servivano per il rilascio dell'amico dal carcere, bensì per comprare una trivella che sarebbe servita a trovare acqua in un'oasi del deserto, per coltivare arance.

Tuttavia il lungo viaggio, l'esperienza vissuta, la riunione dopo molti anni dell'antico gruppo di amici, non passano senza conseguenze sui protagonisti e sui loro rapporti. Paolino e Cedro, che da anni non si rivolgevano parola per questioni di gelosia (Paolino ha sposato Elena, la ex di Cedro, che per ripicca si è presentato al matrimonio e lo ha malmenato), ritrovano l'amicizia; Ponchia, commerciante di auto, all'inizio ostenta un forte individualismo e sembra il più scettico e caustico nei confronti degli altri amici e dell'impresa progettata, ma si ritrova alla fine a essere il più attaccato al gruppo e il più entusiasta della ritrovata amicizia; viceversa Marco, l'entusiastico organizzatore del viaggio, che all'inizio addirittura fatica per convincere gli altri a seguirlo, si riscopre invece il più deluso dalla sorpresa finale, rendendosi conto che dopo tanti anni tutti loro sono ormai irrimediabilmente cambiati, e che non sarà più possibile rivivere la stessa amicizia degli anni giovanili.

ProduzioneModifica

Il film è tratto da una sceneggiatura (finalista del Premio Solinas) scritta da Carlo Mazzacurati, Umberto Contarello ed Enzo Monteleone. Inizialmente Mazzacurati avrebbe dovuto dirigere il film, poi il progetto passò a Luciano Manuzzi e, infine, a Salvatores.

Insieme a Mediterraneo, Turné e Puerto Escondido, forma la cosiddetta "tetralogia della fuga" di Salvatores, film nei quali domina il tema della fuga dalla realtà.

Colonna sonoraModifica

La colonna sonora è basata su brani del chitarrista blues italiano Roberto Ciotti. I brani scelti, come No More Blue (tema principale del film), sottolineano l'atmosfera "on the road" della vicenda. Nel film inoltre sono state inserite vecchie canzoni italiane, come La leva calcistica della classe '68 di Francesco De Gregori, o L'anno che verrà di Lucio Dalla, funzionali per evocare l'epoca in cui i protagonisti vivevano la loro amicizia giovanile.

RiferimentiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema