Martin Ferdinand Quadal

pittore e incisore austriaco

Martin Ferdinand Quadal (Mohelnice, 28 ottobre 1736San Pietroburgo, 10 gennaio 1811) è stato un pittore, incisore e docente austriaco.

Autoritratto di Quadal, 1788, (Cincinnati Art Museum)

BiografiaModifica

Martin Ferdinand Quadal - noto anche come Chwátal, o Chvátal, o Chcoatal - si è distinto in particolare come pittore animalista. Dalla natìa Moravia[1] si trasferì a Vianna, dove rimase dal 1758 al 1762, per frequentare l'Accademia di belle arti. Era ancora molto giovane, quando visitò Parigi, nel 1767; poi andò a Londra, dove rimase dal 1771 al 1773. Viaggiò, instancabilmente, in Francia, in Italia, in Germania, in Russia. Nel 1779 era a Dublino. Il suo Grand Tour in Italia si svolse dal 1783 al 1784 (Firenze, Roma, Napoli). Quadal trascorse poi a Vienna un altro lungo periodo, dal 1786 al 1790 e, dopo un lungo soggiorno in Inghilterra e in Olanda, andò a San Pietroburgo, dove insegnò alla locale Accademia di belle arti.

Prediligeva, oltre ad animali domestici e selvatici, dipingere soggetti storici, scene militari e di genere. Fu anche un abile e richiesto ritrattista. Un suo Autoritratto, dipinto durante il soggiorno in Italia, nel 1785 circa, fu donato dall'autore al Granduca di Toscana ed è presente nella Collezione di autoritratti agli Uffizi.

 
Quadal, Bevitori di vino, 1786 (Museo nazionale di Varsavia)

OpereModifica

  • Ritratto di suonatore di flauto, 1777, Tate Gallery, Londra
  • Gruppo di gatti
  • Ragazzo con cane
  • Studi di animali domestici e selvatici
  • Ritratto di Gennaro Rossi, canettiere di Ferdinando IV di Borbone, con cani e cinghiali, 1784, Reggia di Caserta
  • Ritratto di Domenico Salerno, canettiere di Ferdinando IV di Borbone, con cani e cacciagione, 1784, Reggia di Caserta

NoteModifica

  1. ^ La Moravia, assieme alla Boemia, era allora un possedimento della corona asburgica, quindi Quadal era austriaco.

BibliografiaModifica

  • (DE) Ulrich Thieme - Felix Becker, Allgemeines Lexikon der bildenden Kunstler von der Antike bis zur Gegenwart. vol. 27, Leipzig, E. A. Seeman, 1933, p. 487, SBN IT\ICCU\MIL\0324190.
  • (EN) A checklist of painters, c.1200-1994: represented in the Witt Library, Courtauld Institute of art, London-Chicago, Mansel-Fitzroy Dearborn, 1978, p. 252, SBN IT\ICCU\UBO\1423188.
  • (DE) Allgemeines Künstlerlexikon: die bildenden Künstler aller Zeiten und Völker, Leipzig, Saur, 1998, vol. 19, p. 113.
  • (FR) Bénézit, Dictionnaire critique et documentaire des peintres, sculpteurs, dessinateurs et graveurs de tous les temps et de tous les pays, Paris, Gründ, 1999, vol. 11, pp. 331-332, SBN IT\ICCU\VEA\0108356.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN282477 · ISNI (EN0000 0001 1735 9202 · LCCN (ENno2010067386 · GND (DE138364397 · BNF (FRcb149660735 (data) · ULAN (EN500006165 · CERL cnp01175728 · WorldCat Identities (ENno2010-067386