Apri il menu principale

I martiri di Laval sono un gruppo di 19 tra sacerdoti, religiosi e fedeli giustiziati dai rivoluzionari a Laval nel corso del 1794.

I nomi dei martiriModifica

Il gruppo più numeroso, costituito da Jean-Baptiste Turpin du Cormier e 13 compagni (12 sacerdoti diocesani e un francescano conventuale), salì sul patibolo il 21 gennaio:

  • Jean-Baptiste Turpin du Cormier, sacerdote della diocesi di Laval, nato nel 1732 a Laval
  • Jean-Marie Gallot, sacerdote della diocesi di Laval, nato il 14 luglio 1747 a Laval
  • Joseph Pellé, sacerdote della diocesi di Laval, nato il 22 gennaio 1720 a Laval
  • René-Louis Ambroise, sacerdote della diocesi di Laval, nato il 1º marzo 1720 a Laval
  • François Duchesne, sacerdote della diocesi di Laval, nato l'8 gennaio 1736 a Laval
  • Julien-François Morin, sacerdote della diocesi di Laval, nato il 14 dicembre 1733 a Saint-Fraimbault-de-Prières
  • Jean-Baptiste Triquerie, sacerdote professo dell'Ordine dei Frati Minori Conventuali, nato il 1º luglio 1737 a Laval
  • Jacques André, sacerdote della diocesi di Laval, nato il 15 ottobre 1743 a Saint-Pierre-la-Cour
  • André Duliou, sacerdote della diocesi di Laval, nato il 18 luglio 1727 a Saint-Laurent-des-Mortiers
  • Louis Gastineau, sacerdote della diocesi di Laval, nato il 10 novembre 1727 a Loiron
  • François Migoret-Lamberdière, sacerdote della diocesi di Laval, nato nel 1728 a Saint-Fraimbault-de-Lassay
  • Julien Moulé, sacerdote della diocesi di Laval, nato il 29 marzo 1716 a Le Mans
  • Augustin-Emmanuel Philippot, sacerdote della diocesi di Laval, nato l'11 giugno 1716 a Parigi
  • Pierre Thomas, sacerdote della diocesi di Laval, nato il 13 dicembre 1729 a Mesnil-Rainfray

Il 5 febbraio venne giustiziata una maestra elementare che aveva dato asilo a dei vandeani feriti:

  • Françoise Mézière, laica secolare della diocesi di Laval, nata il 25 agosto 1745 a Mézangers

Il 20 marzo furono ghigliottinate due Suore della Carità di Nostra Signora:

Il 25 giugno fu giustiziata una canonichessa agostiniana della Misericordia di Gesù:

Il 17 ottobre fu scoperto e ucciso a colpi di fucile un sacerdote che esercitava clandestinamente il ministero:

Il cultoModifica

La loro causa fu introdotta il 2 marzo 1952; il 3 maggio 1955 papa Pio XII riconobbe l'autenticità del loro martirio e il 19 giugno successivo li proclamò beati.

I beati sono ricordati singolarmente o a gruppi nel Martirologio romano nel giorno del loro martirio.

Altri progettiModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo