Martufello

comico, cabarettista, umorista e attore italiano

Martufello, pseudonimo di Fabrizio Maturani (Sezze, 21 dicembre 1952), è un comico, cabarettista, umorista e attore italiano.

Martufello nel 2017

BiografiaModifica

Fabrizio Maturani nasce a Sezze nel 1952, fin da bambino ha uno spiccato senso umoristico e caricaturistico, in paese gli stroppivano il nome in "Fabbrizzio", con la tipica cadenza ciociara, finché un giorno la madre lo "ribatezzò" Maurizio,da lì inizia la carriera di comico e cabarettista nelle feste paesane della natia cittadina e nei locali della provincia di Latina. Durante un suo spettacolo a Latina viene notato da un manager che, a sua volta, lo segnala a Pier Francesco Pingitore. Questi, verso la fine degli anni settanta, lo chiama come aiutante barzellettiere nella sua compagnia teatrale "Il Bagaglino".[1][2]

Martufello lega successivamente la propria carriera al Bagaglino, divenendo col tempo uno dei membri più rappresentativi degli spettacoli teatrali, televisivi e cinematografici messi in scena dal gruppo, fino al 2011 (anno di scioglimento della compagnia). Lungo gli anni ottanta, recita anche in piccole parti in alcuni film di Steno (Il tango della gelosia, Bonnie e Clyde all'italiana e Sballato, gasato, completamente fuso), nel censurato W la foca di Nando Cicero e nella seconda e ultima pellicola diretta da Renzo Arbore "FF.SS." - Cioè: "...che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene?".

Nel 1995 scrive un libro di barzellette intitolato Di più, nin zo', nel quale ripropone i suoi sketch basati sulla figura del "burino" (come lui stesso si definisce); nello stesso anno è il protagonista del film Chiavi in mano di Mariano Laurenti, sfortunato remake di Quel gran pezzo dell'Ubalda tutta nuda e tutta calda, nel ruolo di Baccello da Sarnano. Da settembre 2014 fa parte del cast di Avanti un altro! su Canale 5, nel ruolo di barzellettiere. Il 25 luglio 2015 rimane vittima di un incidente stradale a Vetralla, riportando la frattura del setto nasale e varie altre contusioni alla testa e alle gambe.[3]

CarrieraModifica

TelevisioneModifica

  • Biberon (Rai 1, 1987-1990)
  • Cocco (Rai 2, 1988-1989)
  • Stasera mi butto (Rai 2, 1990)
  • Crème Caramel (Rai 1, 1991)
  • Saluti e baci (Rai 1, 1993)
  • Bucce di banana (Rai 1, 1994)
  • Beato tra le donne (Rai 1, 1994-1995; Canale 5, 1996-1997)
  • Champagne! (Canale 5, 1995)
  • Rose Rosse (Canale 5, 1996)
  • Viva l'Italia! e Viva le italiane! (Canale 5, 1997)
  • Gran Caffè (Canale 5, 1998)
  • La Canzone del Secolo (Canale 5, 1999)
  • BuFFFoni (Canale 5, 2000)
  • Saloon (Canale 5, 2001)
  • Marameo (Canale 5, 2002)
  • Miconsenta (Canale 5, 2003)
  • Barbecue (Canale 5, 2004)
  • Tele fai da te (Canale 5, 2005)
  • Torte in faccia (Canale 5, 2006)
  • E io... pago! (Canale 5, 2007)
  • Zona Martufello (Teleuniverso, 2007)
  • Gabbia di matti (Canale 5, 2008)
  • Bellissima-Cabaret Anticrisi (Canale 5, 2009)
  • Avanti un altro! (Canale 5, 2014-2015)
  • Magnamose tutto! (Canale 5, 2017)
  • Soliti ignoti (Rai 1, 2020)
  • Avanti un altro! Pure di sera (Canale 5, 2022)

TeatroModifica

  • 50 sfumature di Renzi, testo e regia di Pier Francesco Pingitore (2015)
  • L'imbianchino, regia di Donald Churchill (2019)
  • La Presidente - Valeria Marini eletta al Quirinale, testo e regia di Pier Francesco Pingitore (2019-2020)

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

LibriModifica

  • Martufello, Di più, nin zo', Roma, Gremese Editore, 1995, ISBN non esistente.
  • Martufello e Claudio Napoleone, Il riso fa buon sangue... figuriamoci il risotto, Roma, CISU, 2007.
  • Martufello e Claudio Napoleone, Ritete con me... cioè... io, Roma, MGC, 2010, ISBN 978-88-488-1177-4.

NoteModifica

  1. ^ Costanzo Spineo, Intervista con Martufello, comico del Bagaglino in questi giorni protagonista a Porto Cervo «Il mio? Successo da ridere», in La Nuova Sardegna, 17 settembre 1999. URL consultato il 26 settembre 2022 (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2016).
  2. ^ Daniela Doremi, Martufello, su Giorgio Dell'Arti (a cura di), Catalogo dei viventi 2015, Corriere della Sera, 14 maggio 2014. URL consultato il 26 settembre 2022 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  3. ^ Martufello, incidente in scooter: il comico ricoverato in gravissime condizioni, in Il Messaggero, 25 luglio 2015. URL consultato il 26 settembre 2022.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica