Apri il menu principale

Marvel One-Shots

serie di cortometraggi del 2011-2014 prodotti dai Marvel Studios
Marvel One-Shots
(serie di 5 cortometraggi)
Titolo
originale
Marvel One-Shots
Lingua
originale
inglese
Paese di
produzione
Stati Uniti d'America
Anno 2011 - 2014
Durata 4 - 15 min
Genere azione
Regia (Vedi sotto)
Soggetto Personaggi pubblicati da
Marvel Comics
Scenegggiatura (Vedi sotto)
Produttore Kevin Feige
Casa di
produzione
Marvel Studios
Distribuzione Paramount Home Media
Distribution (2011)

Walt Disney Studios Home
Entertainment (2012-2014)

Marvel One-Shots è una serie di cortometraggi direct-to-video annunciati dai Marvel Studios il 2 agosto 2011.[1] I cortometraggi sono parte integrante del Marvel Cinematic Universe (MCU) e, tramite storie autoconclusive di durata variabile tra i 4 e i 15 minuti circa, si propongono di espandere l'universo narrativo suddetto esplorando background o personaggi visti nei lungometraggi.[2] I Marvel One-Shots vengono distribuiti nelle edizioni Blu-ray e digitali dei film del MCU, ma non sono inclusi nelle versioni DVD. Due dei cortometraggi sono stati l'ispirazione per le serie televisive ambientate nell'MCU.

I primi due cortometraggi hanno come protagonista Phil Coulson (Clark Gregg) e offrono storie autonome che mostrano la giornata tipo di un agente dello S.H.I.E.L.D.. Il terzo segue le vicende di una giovane coppia, Bennie (Jesse Bradford) e Claire (Lizzy Caplan), che dopo gli eventi di The Avengers ritrovano un'arma chitauriana. Nel quarto cortometraggio si scopre che Peggy Carter (Hayley Atwell) è stata una dei fondatori dello S.H.I.E.L.D. (notizia ripresa in Captain America: The Winter Soldier come uno dei motivi per cui Steve Rogers vi ha aderito). Nel quinto si scopre che il vero Mandarino, capo del gruppo terroristico I Dieci Anelli, è furioso con Trevor Slattery (Ben Kingsley) per averlo impersonato, dopo gli eventi di Iron Man 3.

SviluppoModifica

I primi due cortometraggi sono stati realizzati da una collaborazione tra i Marvel Studios e la casa di produzione cinematografica The Ebeling Group, sono stati diretti da Leythum e scritti da Eric Pearson. Winderbaum ha aggiunto che il nome del programma dei cortometraggi deriva dall'etichetta usata dalla Marvel Comics per i fumetti one-shot. Il co-produttore Brad Winderbaum si è dichiarato emozionato del progetto definendolo un modo di sviluppare nuove idee e «raccontare storie che esistono al di fuori delle nostre trame».[1] Invece Louis D'Esposito, il co-presidente degli studios, ha dichiarato di considerarli un modo per mostrare l'elemento più umano dell'MCU, nonché un metodo alternativo di introdurre nuovi personaggi, affermando: «C'è sempre il potenziale per introdurre un personaggio. Ne abbiamo 8000 e non possono essere tutti allo stesso livello. Quindi magari ce ne sono alcuni che non sono molto popolari, noi li introduciamo [con un corto] e loro spopolano. Posso vederlo capitare.».[3] Alla domanda se un supereroe Marvel sarebbe mai potuto apparire in un One-Shot, D'Esposito ha risposto che «Ci piacerebbe, ma è difficile perché c'è un costo per questo. Se Iron Man sta volando in giro mentre fa qualcosa, che [è] molto costoso. E prima di tutto, qual è la storia? È importante che quel supereroe sia nella storia?»[4]

Nel luglio 2013 D'Esposito ha dichiarato di aver considerato la realizzazione di Marvel One-Shots incentrati su Loki, Pantera Nera o la giovinezza di Nick Fury. In seguito il progetto è stato abbandonato per via del costo eccessivo necessario per ambientare un cortometraggio ad Asgard o realizzare il design dei costumi.[5] In seguito, al San Diego Comic-Con International del 2013 dopo l'uscita di Agente Carter,[6] il co-presidente ha dichiarato di valutare l'ipotesi di proiettare i Marvel One-Shots al cinema prima dell'inizio dei film.[7]

Nell'ottobre 2013 Ben Kingsley ha dichiarato di essere al lavoro su un "progetto segreto della Marvel" assieme a numerosi membri della troupe di Iron Man 3,[8] che in seguito si è scoperto essere All Hail the King.[9] In un'intervista con Total Film del febbraio 2014 il regista Drew Pearce ha menzionato alcune altre sceneggiature non realizzate da lui scritte incentrate su Sin, Crossbones e la Damage Control.[10]

Nel 2014 non sono stati prodotti One-Shot né con Captain America: The Winter Soldier[11] né con Guardiani della Galassia.[12][13] Nel 2019 Kevin Feige, nel corso di una sessione "ask me anything" su Reddit, ha dichiarato che ci potrebbe essere possibilità di vedere qualche nuovo one-shot con l'arrivo di Disney+[14] ed ha rivelato l'esistenza di un One-shot con Luis, personaggio di Ant-Man interpretato da Michael Peña, che riassume l'MCU. Questo One-shot è stato realizzato per il San Diego Comic-con quando venne annunciato che Michelle Pfeiffer avrebbe interpretato il ruolo di Janet van Dyne in Ant-Man and the Wasp.[15]

FilmModifica

Titolo Titolo originale Anno Data di uscita negli Stati uniti Regista Sceneggiatore Produttore Edizione video che lo contiene
Il consulente The Consultant 2011 3 settembre 2011 Leythum Eric Pearson Kevin Feige Thor
Scena comica nel raggiungere il martello di Thor A Funny Thing Happened on the Way to Thor's Hammer 25 ottobre 2011 Captain America - Il primo Vendicatore
Item 47

 Voce principale: Item 47.

Item 47 2012 25 ottobre 2011 Louis D'Esposito The Avengers
Agente Carter

 Voce principale: Agente Carter (film).

Agent Carter 2013 3 settembre 2013 (Digitale), 24 settembre 2013 (Fisico) Iron Man 3
All Hail the King

 Voce principale: All Hail the King.

All Hail the King 2014 4 febbraio 2014 (Digitale), 25 febbraio 2014 (Fisico) Drew Pearce Thor: The Dark World

Il consulente (2011)Modifica

 
Clark Gregg ha ripreso il suo ruolo nei film dell'MCU come Agente Phil Coulson nei primi due cortometraggi.

Il primo cortometraggio, Il consulente (The Consultant), è stato incluso nel Blu-ray di Thor, uscito il 21 settembre 2011, ed è ambientato dopo gli eventi di Iron Man e L'incredibile Hulk.[1]

Phil Coulson informa Jasper Sitwell che il Consiglio di Sicurezza Mondiale vuole Emil Blonsky/Abominio, da loro visto come un eroe di guerra (e incolpano Bruce Banner/Hulk della distruzione di Harlem), rilasciato di prigione per aderire al progetto Vendicatori e, quindi, ha ordinato allo S.H.I.E.L.D. di inviare un agente per inoltrare la richiesta di scarcerazione sotto la loro custodia al Generale Ross. Tuttavia, poiché Fury non vuole Blonsky tra gli Avengers, i due agenti decidono di inviare un "capro espiatorio" per sabotare la riunione. Sollecitato da Sitwell, Coulson manda a malincuore "Il consulente": Tony Stark. Come parzialmente illustrato nella scena post-crediti de L'incredibile Hulk, Ross, frustrato per i risultati dell'ultima operazione, si siede a bere in un bar e viene avvicinato da Stark, il quale lo infastidisce al punto che questi cerca di farlo cacciare. In risposta, Stark compra il bar e lo demolisce. Il giorno successivo, Coulson informa Sitwell che il loro piano ha funzionato e che Blonsky rimarrà in carcere.

Al Comic-Con di San Diego del 2011, la Marvel ha annunciato che Il consulente apparirà esclusivamente sul Blu-ray di Thor il 13 settembre 2011. È stato diretto da Leythum e scritto da Eric Pearson, con musiche di Paul Oakenfold.[1] Il corto è stato girato in 2-3 giorni.[16] Clark Gregg e Maximiliano Hernández tornano a interpretare l'agente Phil Coulson e l'agente Jasper Sitwell, rispettivamente, dai film.[1][17] Si uniscono per mezzo di filmati d'archivio di Robert Downey Jr. come Tony Stark/Il consulente, William Hurt come Generale Thaddeus "Thunderbolt" Ross e Tim Roth nel ruolo di Emil Blonsky/Abominio.[17] Il co-produttore Brian Winderbaum ha detto che i produttori "volevano dipingere una foto dello SHIELD che tira le corde ed è responsabile di alcuni degli eventi visti nei film. Quale personaggio migliore per rappresentare questa idea rispetto all'agente Coulson, il primo agente SHIELD che ci è stato presentato nel primo film di Iron Man? ".[1] Gregg ha detto che gli è stato detto del programma dei cortometraggi nella stessa telefonata che lo ha avvertito che Coulson sarebbe morto in The Avengers. L'attore ha notato che gli One-Shots potevano quindi fornire maggiori informazioni su Coulson, per "costruire un rapporto con il pubblico assieme a lui" prima della sua morte. Il consulente è stato scritto dopo Scena comica nel raggiungere il martello di Thor, a causa del fatto che quest'ultimo ha accupato l'80% del budget della Marvel riservato per i due cortometraggi, lasciando un budget rimanente " per due ragazzi che parlano ". Per aiutare con questo, Pearson ha incluso Sitwell nel corto, che ha avuto un ruolo minore in Thor, e aveva lui e Coulson "a fare il brainstorming per affrontare questa burocratica politica dell'iniziativa Avengers".

Scena comica nel raggiungere il martello di Thor (2011)Modifica

Il secondo One-Shots, Scena comica nel raggiungere il martello di Thor (A Funny Thing Happened on the Way to Thor's Hammer), è stato incluso nel Blu-ray di Captain America - Il primo Vendicatore, uscito il 14 dicembre 2011[18], ed è ambientato prima di Thor.[1]

Coulson, lungo la strada per Albuquerque in Nuovo Messico, dove è stato ritrovato Mjolnir, si ferma presso una stazione di servizio. Mentre sta scegliendo uno snack nel retro della stazione, entrano due rapinatori e chiedono i soldi del registratore di cassa, ma non si accorgono di lui. Quando i ladri chiedono di chi è la macchina fuori, Coulson sorprendentemente si rivela e consegna loro le chiavi della macchina e nel consegnare anche la sua pistola li distrae e in pochi secondi li mette KO. Salvo, con nonchalance paga gli snack e consiglia alla cassiera di non dire nulla dell'accaduto e riparte per il Nuovo Messico.

È stato diretto da Leythum e scritto da Eric Pearson, con musiche di Paul Oakenfold.[1] Il corto è stato girato in 2-3 giorni.[16] Clark Gregg riprende il suo ruolo di agente Phil Coulson,[1] e serve per mostrare Coulson come "più di un fastidioso burocrate" dello S.H.I.E.L.D.

Item 47 (2012)Modifica

 Voce principale: Item 47.

I nuovi arrivati all'MCU, Jesse Bradford (a sinistra) e Lizzy Caplan (a destra) hanno recitato in Item 47 .

Il terzo cortometraggio, Item 47, è stato incluso nel Blu-Ray di The Avengers, uscito il 29 agosto 2012, ed è ambientato dopo i fatti narrati nello stesso film. Rispetto ai precedenti due, la durata passa da 4 a 12 minuti circa.[3]

Benjamin "Bennie" Pollack e Claire Wise sono una giovane coppia segnata dalle ristrettezze economiche da quando lui ha perso il suo lavoro di ricercatore. Dopo i fatti di New York, la sfortunata coppia trova un'arma chitauriana ed inizia ad usarla per rapinare le banche, attirando l'attenzione dello S.H.I.E.L.D., che ordina agli agenti Sitwell e Blake di recuperare l'arma (denominata "Item 47") e neutralizzare i due rapinatori. Rintracciati Bennie e Claire in un motel, Sitwell riesce ad arrestarli dopo una breve colluttazione nella quale distruggono la stanza e i soldi ma, in seguito, impressionato dal lavoro svolto dallo scienziato sul manufatto alieno, anziché ucciderli come ordinatogli, propone loro di unirsi allo S.H.I.E.L.D.; Bennie viene quindi assegnato alla sezione ricerca e sviluppo mentre Claire diviene l'assistente personale di Blake.

Il film vede protagonisti rispettivamente Jesse Bradford e Lizzy Caplan come Bennie e Claire. Il film vede anche il ritorno dell'agente Sitwell, interpretato da Maximiliano Hernández, e ha presentato l'agente Blake, interpretato da Titus Welliver.[3] È stato diretto dal co-presidente della Marvel Studios Louis D'Esposito, scritto da Eric Pearson,[3] e presenta musiche di Christopher Lennertz.[19] Il cortometraggio, è stato girato in quattro giorni.[20] Pearson e D'Esposito hanno avuto l'idea per il corto dopo aver visto The Avengers e aver pensato: "New York è un casino, ci devono essere armi ovunque". Item 47 ha aiutato a ispirare la serie televisiva dell' MCU Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D.[11]

Agente Carter (2013)Modifica

 Voce principale: Agente Carter (film).

 
Hayley Atwell ha ripreso il suo ruolo da Captain America - Il primo Vendicatore, continuando la storia di Peggy Carter.

Il quarto One-Shot, Agente Carter (Agent Carter), è stato incluso nel Blu-ray di Iron Man 3, uscito il 28 agosto 2013, ed è un flashback ambientato dopo le vicende di Captain America - Il primo Vendicatore.[6]

Ad un anno dalla scomparsa di Steve Rogers, Peggy Carter è assegnata alla mansione di compilazione ed elaborazione dati come membro della SSR (Strategic Scientific Reserve) in un ufficio in cui, come unica donna, viene costantemente sottovalutata dai colleghi misogini, in particolare il capufficio, l'agente John Flynn. Una notte, lasciata a riordinare l'ufficio, intercetta una chiamata per un'operazione contro il misterioso gruppo criminale denominato "Zodiac". Sebbene per lo svolgimento dell'azione fossero consigliati dai 3 ai 5 agenti, Peggy si reca sul luogo indicato e, da sola, sbaraglia sette uomini e recupera un imprecisato siero completando la missione. Il giorno seguente, anziché dei complimenti, l'agente Flynn le fa una ramanzina per la sua insubordinazione, insinuando che il solo motivo per cui le sia stato dato il lavoro attuale sia la pietà nutrita nei confronti dell'ex-fiamma di Captain America. La discussione è interrotta dallo squillo del telefono: dall'altro capo c'è Howard Stark, il quale, ordina a Flynn di comunicare all'agente Carter che è stata trasferita al neonato S.H.I.E.L.D. come vice-comandante.

A metà dei titoli di coda lo sbalordito Dum Dum Dugan, in piscina con Howard Stark, osserva due ragazze con addosso il neo-inventato bikini.

È stato visto come un buon metodo per collegare quel film con l'allora imminente Captain America: The Winter Soldier. In precedenza era stato pensato per essere rilasciato anche su altri media domestici.[5] Vede Hayley Atwell riprendere il suo ruolo di Peggy Carter,[21] insieme a Dominic Cooper, Neal McDonough e Chris Evans riprendendo il ruolo di Howard Stark, Timothy "Dum Dum" Dugan e Steve Roger /Captain America, rispettivamente, con Evans che appare tramite filmati d'archivio. Il cortometraggio introduce Bradley Whitford nei panni dell'agente John Flynn e Shane Black nel ruolo della voce disincarnata.[22][23] Fu diretto da Louis D'Esposito e scritto da Eric Pearson.[6] Il cortometraggio è stato girato in cinque giorni,[20] e ha riutilizzato riprese di effetti speciali degli anni '40 di New York di Captain America - Il primo Vendicatore per risparmiare denaro.[5] Christopher Lennertz collaborò nuovamente con D'Esposito al corto, componendo musica per questo. Compone anche la musica per la serie televisiva Marvel's Agent Carter, che è direttamente correlato al corto.[11][19]

All Hail the King (2014)Modifica

 Voce principale: All Hail the King.

 
Dopo che Ben Kingsley fu attaccato a All Hail the King, altri membri dell'equipaggio firmarono.

Il quinto cortometraggio, All Hail the King, è stato incluso nel Blu-Ray di Thor: The Dark World,[24] uscito il 7 febbraio 2014, ed è ambientato dopo gli eventi di Iron Man 3.

In seguito al suo arresto Trevor Slattery, il falso Mandarino, viene rinchiuso nel carcere di "Seagate Prison", dov'è trattato come una star: ha una cella lussuosa, un "cameriere" personale e perfino un fan club che lo protegge da tutti gli altri detenuti, come Herman. Un giorno il documentarista Jackson Norris, intenzionato a girare un documentario su Slattery e quella che egli considera la sua più grande interpretazione (il Mandarino), si reca nel carcere per intervistarlo. Dopo alcune domande sul passato da attore dell'uomo (dal suo primo casting come bambino alla sua interpretazione come protagonista in un fallito episodio pilota della CBS), Norris comunica che la sua "interpretazione" ha fatto arrabbiare alcune persone, tra cui i Dieci Anelli, gruppo terroristico di cui Slattery non sapeva la sua esistenza, ma a cui il vero Mandarino era affiliato. Dopo aver ucciso le altre persone in cella con lui, dunque, Norris rivela la sua vera missione: far evadere Slattery per condurlo dal vero Mandarino, desideroso di "riprendersi il suo nome".

Nella scena durante i titoli di coda, Justin Hammer,[25] a sua volta rinchiuso a Seagate, si domanda a voce alta cosa abbia Slattery di tanto speciale per ricevere tutte quelle attenzioni.

Nell'ottobre del 2013, Ben Kingsley disse che stava lavorando a un progetto segreto con Marvel che coinvolgeva "molti membri dell'equipaggio che erano coinvolti in Iron Man 3",[26] in seguito rivelò essere il corto All Hail the King.[9] Nel corto Ben Kingsley interpreta Trevor Slattery, riprendendo il ruolo di Iron Man 3; Scoot McNairy è nei panni di Jackson Norriss, membro dell'organizzazione terroristica dei Dieci Anelli in posa come regista di documentari;[9][27] Lester Speight è nel ruolo di Herman;[27] e Sam Rockwell nei panni di Justin Hammer, riprendendo il ruolo di Iron Man 2.[28] Il corto è scritto e diretto da Drew Pearce, il co-sceneggiatore di Iron Man 3,[9] ed è stato girato a Los Angeles.[24] Pearce e il produttore Stephen Broussard hanno avuto l'idea per il cortometraggio durante la produzione di Iron Man 3, per fornire "un nuovo approccio" al personaggio del Mandarino. La musica per il corto è stata composta da Brian Tyler, con le scene di Caged Heat composte dall'icona della musica TV degli anni '80 Mike Post.[27]

Personaggi e interpretiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Attori dei film del Marvel Cinematic Universe e Attori delle serie televisive del Marvel Cinematic Universe.

Legenda

  • Una cella grigia indica che il personaggio non appare.
  • La A indica che l'attore appare solo attraverso immagini d'archivio.
  • La V indica un ruolo solo vocale
  • La T indica che il personaggio riappare in una serie televisiva.
Personaggi Il Consulente (2011) Scena comica nel raggiungere il martello di Thor (2011) Item 47 (2012) Agente Carter (2013) All Hail The King (2014)

Introdotti nei filmModifica

Emil Blonsky
Abominio
Tim RothA V  
Peggy CarterT   Hayley Atwell  
Phil CoulsonT Clark Gregg  
Timothy "Dum Dum" DuganT   Neal McDonough  
Justin Hammer   Sam Rockwell
Steve Rogers
Captain America
  Chris EvansA  
Generale Thaddeus "Thunderbolt" Ross William HurtA  
Jasper SitwellT Maximiliano Hernández   Maximiliano Hernández  
Trevor Slattery   Ben Kingsley
Howard StarkT   Dominic Cooper  
Tony Stark
Il consulente
Robert Downey Jr.A  

Introdotti negli One-ShotsModifica

Felix BlakeT   Titus Welliver  
John Flynn   Bradley Whitford  
Herman   Lester Speight
Jackson Norriss   Scoot McNairy
Bennie Pollack   Jesse Bradford  
Claire Wise   Lizzy Caplan  

CollezioneModifica

Tutti i Marvel One-Shots sono stati inclusi nel disco bonus del cofanetto "Marvel Cinematic Universe: Phase Two Collection" (disponibile solo in versione inglese), che comprende tutti i film della Fase due del Marvel Cinematic Universe. Gli One-Shots hanno anche un commento audio, con Gregg che lo fornisce per Il consulente e Scena comica nel raggiungere il martello di Thor; D'Esposito, Hernandez, Welliver e Bradford per Item 47; D'Esposito e Atwell per Agent Carter; e Pearce e Kingsley con All Hail the King. La collezione è stata distribuita l'8 dicembre 2015.[29]

Voci correlateModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i Marc Strom, Marvel One-Shots: Expanding the Cinematic Universe, marvel.com, 2 agosto 2011. URL consultato il 16 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2014).
  2. ^ Marc Graser, How Marvel is Turning to Short Films to Sell More DVDs, Blu-rays, Variety, 23 luglio 2013. URL consultato il 19 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2014).
  3. ^ a b c d Anthony Breznican, First Look: Marvel unveils top-secret 'Avengers' short film 'Item 47' – Exclusive", Entertainment Weekly, 13 gennaio 2014. URL consultato il 29 aprile 2014.
  4. ^ (EN) Marvel One-Shots: Ms. Marvel, Loki, young Nick Fury, or Black Panther?, su EW.com, 17 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2014).
  5. ^ a b c (EN) Anthony Breznican, Marvel One-Shots: Might 'Agent Carter' clear way for Ms. Marvel, Loki, young Nick Fury, or Black Panther?, Entertainment Weekly, 17 luglio 2013. URL consultato il 29 aprile 2014.
  6. ^ a b c (EN) Shaun Manning, SDCC: Marvel Debuts Atwell's "Agent Carter One-Shot" | CBR, su www.cbr.com, 22 luglio 2013. URL consultato il 17 luglio 2019.
  7. ^ Scott Collura, Comic-Con: We Have Seen Agent Carter, the New Marvel One-Shot -- and It Rules, IGN., 19 aprile 2013. URL consultato il 29 aprile 2014.
  8. ^ Kingsley for 'secret' Marvel job, Belfast Telegraph, 22 ottobre 2013. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  9. ^ a b c d Anthony Breznican, Marvel One-Shot: First Look at Ben Kingsley's Mandarin encore in 'All Hail the King' short film -- EXCLUSIVE, Entertainment Weekly, 9 gennaio 2014. URL consultato il 9 gennaio 2014.
  10. ^ Matt Risley, All Hail The King: Drew Pearce Interview, Total Film, 6 febbraio 2014. URL consultato il 6 febbraio 2014.
  11. ^ a b c (EN) Anthony Breznican, Marvel won't make a 'One-Shot' short film for 'Captain America: The Winter Soldier' – Exclusive, Entertainment Weekly, 30 maggio 2014. URL consultato il 18 luglio 2019.
  12. ^ Stitch Kingdom, Guardians of the Galaxy’ on Blu-Ray 12/9 with Deleted Scenes, Audio Commentary and More; Digital HD in November, su stitchkingdom.com, 3 ottobre 2014. URL consultato il 3 ottobre 2014.
  13. ^ (EN) James Gunn, RT @Jgooda34 @JamesGunn No Marvel One-Shot? - Literally (using that correctly) no room, and we want to fit in as much GotG stuff as possible, su @JamesGunn, 2014T13:58. URL consultato il 17 luglio 2019.
  14. ^ Redxilio, Kevin Feige: potrebbero esserci altri one-shot Marvel su Disney+, su Game Legends, 16 maggio 2019. URL consultato il 9 giugno 2019.
  15. ^ Kevin Feige conferma che esiste un video di Luis che riassume tutto l'MCU, su Nerdmovieproductions, 18 maggio 2019. URL consultato il 9 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 9 giugno 2019).
  16. ^ a b (EN) Albert Ching, Marvel Studios' Short Films Get Bigger with "Agent Carter", su CBR, 9 settembre 2013. URL consultato il 17 luglio 2019.
  17. ^ a b (EN) Cindy White, First Impression: Thor 3D Blu-ray Special Features - IGN, in IGN, 29 agosto 2011. URL consultato il 17 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 27 maggio 2014).
  18. ^ (EN) Marvel News, Blog, Articles & Press Releases | Marvel, su Marvel Entertainment, 13 gennaio 2012. URL consultato il 17 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2014).
  19. ^ a b (EN) Russ Burlingame, Agent Carter One-Shot Composer Likely Headed to the TV Series, su Comicbook.com, 21 giugno 2014). URL consultato il 18 luglio 2019.
  20. ^ a b (EN) Anthony Breznican, 'Marvel One-Shot: Agent Carter' -- FIRST LOOK at poster and three photos from the new short!, su EW.com, 11 luglio 2013. URL consultato il 18 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2014).
  21. ^ (EN) Marc Strom, Agent Carter Lines Up Her One-Shot, marvel.com, 24 luglio 2013. URL consultato il 18 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2019).
  22. ^ (EN) Rosie Fletcher, Marvel's Agent Carter reaction: Comic-Con 2013, su gamesradar, 20 luglio 2013. URL consultato il 18 luglio 2019.
  23. ^ (EN) Leah Marilla Thomas, What Happened To Peggy Carter in 'Captain America'? 'Agent Carter' Will Fill in the Gaps, su Bustle, 6 gennaio 2015. URL consultato il 18 luglio 2019.
  24. ^ a b (EN) Nick Venable, Thor: The Dark World Hammers Home A Packed Blu-ray Set This February, su CINEMABLEND, 2 gennaio 2014. URL consultato il 19 luglio 2019.
  25. ^ (EN) Ali Plumb, Drew Pearce On Making Marvel One-Shot All Hail The King, Empire, 25 febbraio 2014. URL consultato il 25 febbraio 2014.
  26. ^ (EN) Kingsley for 'secret' Marvel job, in BelfastTelegraph.co.uk, 22 ottobre 2013. URL consultato il 19 luglio 2019.
  27. ^ a b c (EN) Brian Gallagher, Marvel Previews ‘Marvel One-Shot: All Hail the King’, su Movieweb, 25 febbraio 2014. URL consultato il 19 luglio 2019.
  28. ^ (EN) Andrew Wheeler, Gay Punchlines and Marvel's Short Film 'All Hail The King', su ComicsAlliance, 28 marzo 2014. URL consultato il 19 luglio 2019.
  29. ^ (EN) Matt Goldberg, ‘Marvel Cinematic Universe: Phase Two Collection’ Unveiled; Contains First Look at Phase 3, su Collider, 23 ottobre 2015. URL consultato il 18 luglio 2019.

Collegamenti esterniModifica