Apri il menu principale
Mary Beth Hughes nel film Scandalo premeditato (1941)

Mary Beth Hughes, all'anagrafe Mary Elizabeth Hughes (Alton, 13 novembre 1919Los Angeles, 27 agosto 1995), è stata un'attrice statunitense.

Indice

BiografiaModifica

I suoi genitori, George Joseph Hughes e Mary Frances Hughes, si separarono quando Mary Beth era piccola e divorziarono nel 1923. Mentre recitava in una rappresentazione teatrale scolastica nei primi anni trenta, la sua performance attirò l'attenzione di Clifford Brown, proprietario di una compagnia teatrale di repertorio, che le offrì una parte in una produzione itinerante di Alice nel paese delle meraviglie. Durante un tour con un'altra produzione della compagnia di Brown, le venne offerto un contratto da un talent scout della Gaumont-British Studios, ma la Hughes rifiutò l'offerta preferendo terminare gli studi alla scuola superiore.

Dopo essersi diplomata nel 1937, tornò alla compagnia di Brown, dove continuò ad apparire in varie produzioni teatrali fino all'estate del 1938, quando si trasferì a Los Angeles con la madre per tentare di intraprendere la carriera cinematografica. L'anno successivo ottenne un ruolo non accreditato nel film Broadway Serenade (1939), prodotto dalla MGM, cui seguirono altre parti secondarie in Donne (1939) con Norma Shearer, Dancing Co-Ed (1939) con Lana Turner e Fast and Furious (1939) di Busby Berkeley.

Nel 1940 la Hughes firmò un contratto con la 20th Century-Fox e nello stesso anno affiancò John Barrymore nel film Il grande profilo. Nel 1943 passò alla Universal Pictures e in quell'anno apparve in quello che è forse il suo ruolo più famoso, l'ex fidanzata di Henry Fonda nel western Alba fatale (1943), che fu candidato all'Oscar al miglior film dell'anno. Durante gli anni quaranta la Hughes apparve in altri film di rilievo, quali I Accuse My Parents (1944), un dramma sulla delinquenza giovanile, La fine della signora Wallace (1945), capolavoro noir di Anthony Mann, in cui recitò accanto a Erich von Stroheim e Dan Duryea, i western Sfida all'ultimo sangue (1948) e El Paso (1949).

Durante gli anni cinquanta la Hughes iniziò a diradare le apparizioni cinematografiche si dedicò maggiormente al piccolo schermo, lavorando in diverse popolari serie come Gianni e Pinotto (1953), Studio One (1958), Ricercato vivo o morto (1959), e nel decennio successivo privilegiò le apparizioni nei nightclub. Ebbe anche un ruolo fisso nello spettacolo televisivo The Red Skelton Show, apparendo in 11 episodi prima che lo show terminasse nel 1970. Dopo un'ultima apparizione cinematografica nel film Tanya, nel 1976 si ritirò dal mondo dello spettacolo e gestì un salone di bellezza a Canoga Park, in California, fino alla fine degli anni ottanta, dopodiché si dedicò fino al 1991 a un'attività di telemarketing.

Vita privataModifica

Nel 1943 la Hughes sposò l'attore Ted North, da cui ebbe un figlio, Donald, e da cui divorziò nel 1947. L'anno successivo si risposò con il cantante e attore David Street, da cui divorziò nel 1956. Anche il terzo matrimonio (1973) con il suo manager Nicky Stewart, terminò con il divorzio quattro anni dopo. L'attrice morì il 27 agosto 1995, per cause naturali, a Los Angeles.

Filmografia parzialeModifica

Doppiatrici italianeModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN49431835 · ISNI (EN0000 0000 5168 3375 · LCCN (ENno90011057 · BNF (FRcb141556583 (data)