Apri il menu principale

Geografia fisicaModifica

Posizionato a nord-ovest del Vesuvio, alle falde del Monte Somma, in passato era una frazione del comune di Cercola.

StoriaModifica

 
Lava del Vesuvio a Massa di Somma durante l'eruzione del 1944. Al centro è riconoscibile la chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo

Nel 1944 il villaggio fu quasi completamente distrutto dall'eruzione del Vesuvio, e oggi si presenta con un aspetto quasi completamente moderno.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

La vecchia chiesa dell'Assunta, molto antica, è stata ristrutturata; il centro è ricco di masserie vesuviane ben conservate; la più importante masseria è "Masseria Rendita".

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[3]

 

Geografia antropica e storia amministrativaModifica

Con la riforma murattiana, i casali di Massa, Pollena e Trocchia andarono a formare un solo comune, donde il detto, ancora diffuso tra la popolazione locale, «Massa, Pollena e Trocchia: tre paesi e una sola parrocchia».
Successivamente venne istituito il comune di Massa di Somma, comprendente Massa di Somma (capoluogo e le frazioni di Caravita e Cercola). Sotto il Fascismo la sede comunale fu spostata a Cercola e il comune assunse la denominazione del nuovo capoluogo.
Alla fine degli anni '80 del XX secolo, Massa di Somma fu ricostituito comune autonomo, comprendente il solo centro abitato omonimo.

AmministrazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 28 febbraio 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica