Apri il menu principale

Massimiliano II di Baviera

Re di Baviera
Massimiliano II Giuseppe di Baviera
MaximilianII.jpg
Massimiliano II, Re di Baviera.
Re di Baviera
In carica 1848-1864
Predecessore Ludovico I
Successore Ludovico II
Nome completo Massimiliano Giuseppe di Wittelsbach
Nascita Monaco di Baviera, 28 novembre 1811
Morte Monaco di Baviera, 10 marzo 1864
Luogo di sepoltura Chiesa dei Teatini, Monaco
Casa reale Wittelsbach
Padre Ludovico I
Madre Teresa di Sassonia-Hildburghausen
Consorte Maria di Prussia
Figli Ludovico II
Ottone

Massimiliano II Giuseppe di Wittelsbach (Monaco di Baviera, 28 novembre 1811Monaco di Baviera, 10 marzo 1864) fu re di Baviera dal 1848 alla sua morte.

Indice

BiografiaModifica

Figlio di Ludovico I e di Teresa di Sassonia-Hildeburghausen, succedette al padre dopo la sua abdicazione avvenuta nel 1848. Alla morte gli succedette il figlio primogenito Ludovico II di Baviera.

Principe ereditarioModifica

 
Dipinto dell'Incoronazione di Massimiliano II

Dopo aver compiuto gli studi a Gottinga ed a Berlino e dopo aver compiuto viaggi in Germania, Italia e Grecia, venne introdotto dal padre nel consiglio di stato (1836). Dapprima dimostrò un grande interesse verso gli studi, dichiarando in un'occasione che se non fosse nato in una famiglia reale, la sua scelta di vita sarebbe stata quella della carriera di professore. Come principe ereditario, nel castello di Hohenschwangau presso Füssen, che aveva ricostruito con gusto eccellente, si attorniò della compagnia di artisti, uomini di cultura e sacrificò gran parte del suo tempo agli studi scientifici e storici.

Re di BavieraModifica

Quando l'abdicazione di Ludovico I (28 marzo 1848), lo chiamò al trono, la sua scelta dei ministri promise un regno liberale.

Il difficile periodo della rivoluzione, però, frenò molti dei suoi progetti. Si oppose strenuamente al parlamento di Francoforte e appoggiò l'Austria per riprendere il controllo sugli stati tedeschi, rinunciando alla costituzione concessa proprio in quell'anno dalla monarchia asburgica. Dal 1850 la sua politica si tramutò sempre più in un assolutismo: rifiutandosi di divenire uno strumento nelle mani della Chiesa, chiamò numerosi esponenti e pensatori della religione a Monaco.

Nel 1859 licenziò il ministro reazionario Ludwig Karl Heinrich von der Pfordten, ed incontrò i favori della popolazione concedendo una costituzione moderata. La sua politica in Germania fu quella di sostenere l'unità e l'indipendenza dei vari principati, ben conscio delle rivalità presenti tra Prussia ed Austria.

Morì nel 1864 e il suo corpo riposa nella Chiesa dei Teatini di Monaco accanto a quello della moglie, ma suo cuore, come anche quello della consorte, è conservato in una teca argentata presso la Gnadenkapelle di Altötting.

Matrimonio e discendenzaModifica

Massimiliano sposò nel 1842 Maria Federica Francesca Edvige, figlia del principe Guglielmo di Prussia, dalla quale ebbe due figli:

Carattere e comportamentoModifica

Massimiliano veniva descritto come un uomo dalle qualità personali ed intellettuali assolutamente amabili, ma come re non fu molto presente nelle questioni di stato in quanto fu sovente minato da malattie che lo costringevano a lunghi periodi all'estero per supportare delle cure.

Hans Christian Andersen fece visita al "re Max" (come soleva chiamarlo) nel suo castello di Starnberg, e lo descrisse come un uomo giovane ed amabile. Il re, che aveva letto gran parte dei suoi racconti, gli confidò di essere stato fortemente impressionato da L'Improvvisatore, La sirenetta e Strada per il Paradiso.

Regno di Baviera
Wittelsbach

Massimiliano I Giuseppe (1805 - 1825)
Ludovico I di Baviera (1825 - 1848)
Massimiliano II (1848 - 1864)
Ludovico II (1864 - 1886)
Otto I (1886 - 1913)
Ludovico III (1913 - 1918)
Figli
  • Rupprecht (1869-1955)
  • Adelgonda (1870-1958)
  • Maria Ludovica (1872-1954)
  • Carlo (1874-1927);
  • Francesco
  • Matilde
  • Wolfgang (1879-1895)
  • Ildegarda (1881-1948);
  • Notburga (1883)
  • Wiltrud (1884-1975)
  • Helmtrud (1886-1977)
  • Dietlinde (1888-1889)
  • Gundelinde (1891-1983)
Rupprecht (1921 - 1955)
Figli
  • Luitpold (1901-1914)
  • Irmingarda (1902-1903)
  • Alberto (1905-1996)
  • figlia (1906)
  • Rodolfo (1909-1912)
  • Enrico (1922-1958)
  • Irmingarda (n. 1923)
  • Editta (n. 1924)
  • Ilda (n. 1926)
  • Gabriella (n. 1927)
  • Sofia (n. 1935)

AscendenzaModifica

Massimiliano II di Baviera Padre:
Ludovico I di Baviera
Nonno paterno:
Massimiliano I Giuseppe di Baviera
Bisnonno paterno:
Federico Michele di Zweibrücken-Birkenfeld
Trisnonno paterno:
Cristiano III del Palatinato-Zweibrücken
Trisnonna paterna:
Carolina di Nassau-Saarbrücken
Bisnonna paterna:
Maria Francesca del Palatinato-Sulzbach
Trisnonno paterno:
Giuseppe Carlo del Palatinato-Sulzbach
Trisnonna paterna:
Elisabetta Augusta Sofia del Palatinato-Neuburg
Nonna paterna:
Augusta Guglielmina d'Assia-Darmstadt
Bisnonno paterno:
Giorgio Guglielmo d'Assia-Darmstadt
Trisnonno paterno:
Luigi VIII d'Assia-Darmstadt
Trisnonna paterna:
Carlotta Cristina Maddalena Giovanna di Hanau-Lichtenberg
Bisnonna paterna:
Maria Luisa Albertina di Leiningen-Dagsburg-Falkenburg
Trisnonno paterno:
Cristiano Carlo Reinardo di Leiningen-Dachsburg-Falkenburg-Heidesheim
Trisnonna paterna:
Caterina Polissena di Solms-Rödelheim-Assenheim
Madre:
Teresa di Sassonia-Hildburghausen
Nonno materno:
Federico di Sassonia-Altenburg
Bisnonno materno:
Ernesto Federico III di Sassonia-Hildburghausen
Trisnonno materno:
Ernesto Federico II di Sassonia-Hildburghausen
Trisnonna materna:
Carolina di Erbach-Fürstenau
Bisnonna materna:
Ernestina Augusta di Sassonia-Weimar
Trisnonno materno:
Ernesto Augusto I di Sassonia-Weimar
Trisnonna materna:
Sofia Carlotta di Brandeburgo-Bayreuth
Nonna materna:
Carlotta di Meclemburgo-Strelitz
Bisnonno materno:
Carlo II di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonno materno:
Carlo Ludovico Federico di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonna materna:
Elisabetta Albertina di Sassonia-Hildburghausen
Bisnonna materna:
Federica Carolina Luisa d'Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Giorgio Guglielmo d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Maria Luisa Albertina di Leiningen-Dagsburg-Falkenburg

OnorificenzeModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN73912453 · ISNI (EN0000 0001 0801 7796 · LCCN (ENn83199450 · GND (DE118579347 · BNF (FRcb12269873m (data) · CERL cnp00395786