Apri il menu principale

Massimo Coda

calciatore italiano
Massimo Coda
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Benevento
Carriera
Giovanili
1998-2005 Cavese
Squadre di club1
2004-2005 Cavese2 (0)
2005-2006 Bellinzona21 (0)
2006-2007 Cisco Roma8 (0)
2007-2008 Treviso0 (0)
2008 Crotone4 (0)
2008 Bologna0 (0)
2008-2011 Cremonese82 (24)
2011-2012 Bologna0 (0)
2012 Siracusa15 (2)
2012-2013 San Marino32 (10)
2013-2014 Gorica33 (18)
2014-2015 Parma18 (2)
2015-2017 Salernitana82 (33)
2017-Benevento70 (28)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 maggio 2019

Massimo Coda (Cava de' Tirreni, 10 novembre 1988) è un calciatore italiano, attaccante del Benevento.

CarrieraModifica

ClubModifica

Gli iniziModifica

Cresciuto nella Cavese, la squadra della sua città, esordisce in Serie C2 nella stagione 2004-2005, all'età di 16 anni. La stagione successiva è in Svizzera, al Bellinzona, giocando 21 partite nella Challenge League. Nel 2006 torna in Italia giocando per il Cisco Roma, ancora in Serie C2. L'anno successivo passa al Treviso, in Serie B, e senza giocare si trasferisce a gennaio nel Crotone, in Serie C1. Resta in terza serie anche dopo il trasferimento alla Cremonese, dove rimane per tre stagioni.

Bologna e prestitiModifica

Nel 2011 passa al Bologna, in Serie A, e senza presenze all'attivo si trasferisce a gennaio 2012 al Siracusa, in Lega Pro Prima Divisione. Nella stagione 2012-2013 gioca nel San Marino ancora in terza serie, segnando 10 reti. Nel 2013 passa a parametro zero al Parma, in Serie A, che lo presta al Gorica[1][2], nella massima serie slovena, giocando 33 partite con 18 gol all'attivo e vincendo la Coppa di Slovenia. A fine stagione è eletto miglior giocatore del campionato e viene inserito nella Top 11[1].

Parma e SalernitanaModifica

Nella stagione 2014-2015 è aggregato alla rosa degli emiliani ed esordisce in Serie A il 31 agosto 2014, nella gara contro il Cesena, gara terminata 1 a 0 per i romagnoli[3]. Il 21 settembre segna la sua prima rete stagionale contro il Chievo Verona, rete decisiva per la vittoria finale del Parma per 3 a 2[4]. Durante la partita con l'Inter del 1º novembre, viene sostituito al 18° del primo tempo a causa di un infortunio al legamento crociato che lo terrà lontano dai campi per diversi mesi. Il 29 agosto 2015 firma un contratto triennale con la Salernitana[5].

Il bilancio della stagione di Serie B 2015-2016 è comunque positivo nonostante la squadra non vada troppo bene, e conta una presenza in Coppa Italia 2015-2016, 40 presenze e 15 gol in campionato e 2 reti nel doppio confronto dei play-out contro la Virtus Lanciano: 1-4 e 1-0 i risultati che determinano la salvezza della Salernitana e il ritorno dei frentani in Lega Pro dopo 4 anni.

BeneventoModifica

Durante l'estate 2017 firma per il Benevento, club appena promosso in A.[6] Al suo nome sono legate le prime vittorie dei sanniti in massima serie[7]: il 30 dicembre realizza la rete del successo contro il Chievo[8], mentre una settimana dopo segna due gol contro la Sampdoria e fornisce un assist a Brignola, contribuendo al 3-2 finale. Il 22 aprile 2019, realizza la sua prima tripletta in carriera nella partita Hellas Verona-Benevento terminata 0-3 per la squadra campana. [9]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 27 ottobre 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005   Cavese C2 2 0 - - - - - - - - - 2 0
2005-2006   Bellinzona CL 21 0 CS 2 0 - - - - - - 23 0
2006-2007   Cisco Roma C2 8 0 - - - - - - - - - 8 0
2007-gen. 2008   Treviso B 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
gen.-giu. 2008   Crotone C1 2+2[10] 0 - - - - - - - - - 4 0
ago. 2008   Bologna A 0 0 CI 1 0 - - - - - - 1 0
ago. 2008-2009   Cremonese 1D 21 6 CI 0 0 - - - - - - 21 6
2009-2010 1D 29+1[10] 10 CI 3 0 - - - - - - 33 10
2010-2011 1D 31 8 CI 2 0 - - - - - - 33 8
Totale Cremonese 81+1 24 5 0 - - - - 87 24
2011-gen. 2012   Bologna A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
gen.-giu. 2012   Siracusa 1D 14+1[10] 2 CI 0 0 - - - - - - 15 2
2012-2013   San Marino 1D 32 10 - - - - - - - - - 32 10
2013-2014   Gorica 1. SNL 33 18 CS 3 0 - - - - - - 36 18
2014-2015   Parma A 18 2 CI 0 0 - - - - - - 18 2
2015-2016   Salernitana B 40+2[11] 15+2[11] CI 1 0 - - - - - - 43 17
2016-2017 B 40 16 CI 2 0 - - - - - - 42 16
Totale Salernitana 80+2 31+2 3 0 - - - - 85 33
2017-2018   Benevento A 24 4 CI 1 0 - - - - - - 25 4
2018-2019 B 34+1[10] 21+1[10] CI 4 1 - - - - - - 39 23
2019-2020 B 9 1 CI 1 0 - - - - - - 10 1
Totale Benevento 67+1 26+1 6 1 - - - - 74 28
Totale carriera 358+7 116 20 1 - - - - 385 117

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Gorica: 2013-2014

NoteModifica

  1. ^ a b Contra-Ataque.it, 15 maggio 2014, https://www.contra-ataque.it/2014/05/15/massimo-coda-il-bomber-di-slovenia.html/amp. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  2. ^ Alfredo Pedullà, Massimo Coda principe di Slovenia, premiato l’italiano, su AlfredoPedulla.com, 15 maggio 2014. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  3. ^ Pietro Razzini, Serie A, Cesena-Parma 1-0. Decide Rodriguez al 38', su Gazzetta.it, 5 novembre 2014. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  4. ^ Alex Frosio, Chievo-Parma 2-3: gol di Izco, poi lo Show di Cassano. In rete anche Coda e Paloschi, su Gazzetta.it, 21 settembre 2014. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  5. ^ Massimo Coda è un giocatore della Salernitana, su USSalernitana1919.it, 29 agosto 2015. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  6. ^ Tullio Trezza, Salernitana, calciomercato: Massimo Coda passa al Benevento, su salernotoday.it, 22 giugno 2017.
  7. ^ Colpo di Coda, Benevento vince la prima in A, su ansa.it, 30 dicembre 2017.
  8. ^ Giacomo Luchini, Benevento-Chievo 1-0: Coda firma il primo storico successo in A dei sanniti, su repubblica.it, 30 dicembre 2017.
  9. ^ Pierluigi Melillo, Coda, che giornata: gol, assist e pali De Zerbi felice: "Meritiamo rispetto", in la Repubblica, 7 gennaio 2018, p. 18.
  10. ^ a b c d e Play-off
  11. ^ a b Play-out

Collegamenti esterniModifica