Apri il menu principale

Massimo Gaudioso

sceneggiatore, regista e attore italiano

BiografiaModifica

Dopo aver conseguito la laurea in Economia e Commercio si trasferisce prima a Milano e poi a Roma, dove lavora come copywriter, sceneggiatore e regista free-lance. Dal 1983 al 1995 realizza numerosi documentari, programmi televisivi, video istituzionali, spot e sigle. Nello stesso periodo, 1986/1987, frequenta alcuni corsi e seminari di regia con Nanni Loy e Nikita Michalkov, e di sceneggiatura con Robert McKee, Linda Seger, Ugo Pirro, Leo Benvenuti.

Gli esordiModifica

Nel 1995, insieme a Eugenio Cappuccio e Fabio Nunziata, scrive, dirige, produce e interpreta Il caricatore, un cortometraggio in bianco e nero in 16mm che vince numerosi premi e l'anno successivo viene sviluppato come lungometraggio, anche questo vincitore di diversi premi tra cui il Premio Holden per la sceneggiatura al Festival di Torino, il Ciak d'oro come migliore opera prima, il Premio Casa Rossa a Bellaria come miglior film indipendente italiano dell'anno, la targa d'oro Anec e il Sacher d'oro per la produzione. Nel 1999 ricompone il trio con Cappuccio e Nunziata, insieme ai quali firma sceneggiatura e regia del loro secondo lungometraggio, La vita è una sola.

FilmografiaModifica

SceneggiatoreModifica

CinemaModifica

CortometraggiModifica

RegistaModifica

CinemaModifica

CortometraggiModifica

Direttore Artistico

  • Pranzo di Ferragosto (2008), sceneggiatura e regia Gianni Di Gregorio e Massimo Gaudioso (non accreditato)

AttoreModifica

CinemaModifica

CortometraggiModifica

RiconoscimentiModifica

European Film Awards

Festival di Cannes

David di Donatello

Nastro d'argento

Ciak d'oro

Altri premi

  • Festival di Torino 1996 - Miglior film e Migliore sceneggiatura per Il caricatore
  • Festival di Locarno 1995 - Pardo di domani e Premio pubblico dei giovani per Il caricatore
  • Premio Amidei 2003 - Migliore sceneggiatura per Primo amore

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN96830869 · ISNI (EN0000 0001 2018 6787 · LCCN (ENno2009122834 · GND (DE1066409773 · BNF (FRcb16517357j (data) · WorldCat Identities (ENno2009-122834