Apri il menu principale

Masterminds - La guerra dei geni

film del 1997 diretto da Roger Christian
Masterminds - La guerra dei geni
Titolo originaleMasterminds
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1997
Durata105 min
Genereazione, commedia
RegiaRoger Christian
SoggettoFloyd Byars, Alex Siskin, Chris Black
SceneggiaturaFloyd Byars
Casa di produzioneColumbia Pictures
MusicheAnthony Marinelli
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Masterminds - La guerra dei geni è un film del 1997 diretto da Roger Christian con Patrick Stewart e Vincent Kartheiser.

TramaModifica

Oswald "Ozzie" Paxton è un giovane cracker che si intrufola nel sito web di un videogame per rubarlo, pochi giorni prima della sua uscita nei negozi, e rivenderlo in anticipo ai suoi compagni di scuola, dividendo poi i guadagni con il suo migliore amico e "socio in affari" K-Dog. Tuttavia, il download illegale viene interrotto dall'ingresso senza permesso in camera della sorellastra minore di Ozzie, la piccola e viziata Melissa. Scoppia una lite tra i due, oramai diventata un'abitudine per i loro rispettivi genitori, che devono intervenire per sedare la discussione. È proprio in questo frangente che il padre di Ozzie, Jake, scopre il download pirata e, stanco degli atteggiamenti sbagliati del giovane adolescente, dà un ultimatum al suo figlio irruento: o Ozzie deciderà di comportarsi bene, accettando Melissa come sorella e Helen come madre, o lo attenderà il collegio militare.

Dopo questa ennesima lavata di capo, Ozzie è costretto anche ad accompagnare Melissa a Shady Glen, la scuola privata che la bambina frequenta e dalla quale "Oz" è stato espulso per aver fatto saltare in aria l'aula di scienze tempo prima. Infatti, poco prima di lasciare l'istituto, il ragazzo incontra la direttrice, la vulcanica Claire Maloney, che lo invita subito ad andarsene, accompagnata dal nuovo addetto alla sicurezza, Rafe Bentley. Quest'ultimo capisce subito chi è Ozzie, poiché, se ci fosse stato lui l'anno prima, il ragazzo non se la sarebbe cavata solo con l'espulsione da Shady Glen.

Per vendicarsi dei due, il ragazzo, prima di andarsene a scuola, organizza un piccolo scherzo per loro, grazie alle sue innate abilità informatiche, ereditate dal padre, non accorgendosi che Rafe, in realtà, ha risistemato la scuola per molti mesi col solo scopo di sequestrare tutte le scolaresche. Di fatto, mentre Oswald sta per uscire, il giovane è costretto a fuggire e rintanarsi di nuovo nell'edificio, perché sopraggiunge improvvisamente la banda di scagnozzi di Bentley, la quale seda tutti gli addetti dell'edificio e fa spostare tutte le classi nell'auditorium principale. Rafe, assistito dalla riluttante e scioccata Maloney, ha realizzato un piano, composto da vari livelli di azione e strutturato per ottenere ciò che vuole, facendo credere ai bambini che fa tutto parte di un'esercitazione con la polizia. Il suo interesse in realtà è solo uno: raggruppa dieci bambini specifici, figli delle più ricche famiglie d'America, per richiedere un immenso riscatto ai rispettivi genitori. Tra questi bambini, c'è anche la migliore amica di Melissa, ovvero la figlia di Miles, ricco capo del padre di Ozzie. Quando Bentley cerca di dividere le due bambine, la sorellastra di "Oz" e la sua amica impongono al sequestratore di prenderle entrambe, altrimenti non lo avrebbero seguito. Rafe è dunque costretto a portare via tutte e due in un'altra aula, con gli altri nove bambini selezionati.

È in questo frangente che Ozzie, rientrato nel palazzo, adocchia Melissa e cerca di dissuaderla a seguirlo, ma la bambina non gli crede ed Oswald tradisce la sua presenza a causa della sua ricetrasmittente, tramite la quale comunica con K-Dog ed Helen, giunti entrambi a Shady Glen insieme agli altri genitori allarmati e alla polizia, capitanata da Jankel. Uno degli uomini di Bentley insegue Ozzie, ma il ragazzo lo mette K.O., riuscendo a farla franca con l'astuzia e l'ingegno. Dopodiché, il giovane comincia a creare scompiglio nei piani di Rafe e dei suoi uomini, riuscendo ad intrufolarsi nel sofisticato sistema di difesa computerizzato dei sequestratori.

Infatti, la polizia tenta più volte di entrare nell'istituto, ma un vasto campo minato controllato dal computer di Marvin, l'esperto informatico di Bentley, nonché raffiche di mitra e missili lanciati da dei bazooka impediscono qualsiasi tipo di accesso con la forza. Rafe contatta Jankel, denigrandolo per i suoi metodi, definiti una brutta copia di quelli creati da Bentley, che afferma di essere del mestiere, e, come dimostrazione di buona volontà verso le autorità, rilascia la gran parte dei bambini e tutti i professori, tenendo però ancora in ostaggio i dieci bambini più ricchi degli USA, inclusa Melissa, e richiedendo un enorme riscatto ed un elicottero per fuggire entro mezzanotte, altrimenti i bambini e la direttrice avrebbero fatto una brutta fine.

Fortunatamente, Ozzie riesce a localizzare i dieci bambini e li porta al sicuro in un settore abbandonato di Shady Glen, tenuti a bada dalla direttrice Maloney, dimostratasi essere una vera guerriera contro uno dei sequestratori, causando il grande disappunto di Rafe che, scoperto chi è il sabotatore dei suoi piani, lo riconosce come suo unico vero avversario e rapisce Melissa, tenendola in ostaggio insieme ai suoi uomini. Nel frattempo, Miles e Jake, occupati in una lunga e difficile trattativa di acquisto di una compagnia avversaria, vengono raggiunti dalla notizia del sequestro e partono subito alla volta di Shady Glen, mentre il tutto viene lasciato nelle fidate mani di Deroy che, nonostante i suoi tentativi, non riesce a raggiungere un punto d'incontro tra le parti e l'accordo va a monte.

Giunti dunque all'istituto, Miles, Jake e, in seguito, anche Deroy, vengono contattati dal sequestratore e riconoscono immediatamente la voce di Rafe Bentley, un tempo capo della sicurezza della loro azienda ed ex agente dei servizi segreti britannici, licenziato tempo prima proprio da Deroy, in seguito ad un tentativo di furto. L'uomo, lieto di essere stato riconosciuto, per vendicarsi, chiede proprio allo stesso Miles un lauto riscatto, bluffando nell'affermare di avere ancora la figlia del suo ex dirigente nelle mani, mentre invece l'unica bambina tenuta da lui in ostaggio è ormai solo Melissa, che grida e viene riconosciuta dalla madre e dal patrigno. Bentley comanda di ricevere il riscatto in una valigetta che dev'essere consegnata proprio da Deroy, al fine di rivedere in faccia l'uomo che l'ha rovinato anni prima.

Deroy, impaurito, accetta coraggiosamente di consegnare i soldi ed inizia a dirigersi verso l'istituto. Nel frattempo, Ozzie, rubando delle bombe agli uomini di Bentley che stanno scavando un misterioso tunnel sotto la scuola, le piazza in vari punti di Shady Glen, impostando il timer ad un'ora determinata per bloccare del tutto i piani di Rafe. Ma, non appena il ragazzo scopre dove si trova Melissa, si getta eroicamente dal tetto, tramite una finestra, dentro l'aula e viene subito catturato dagli uomini di Bentley, che in quel momento stavano proprio perquisendo Deroy, trovando la cimice che lo teneva in contatto con la polizia e distruggendola. Approfittando di un attimo di distrazione, Oswald ruba una pistola e la dà a Deroy, il quale inizialmente la punta contro Bentley e i suoi uomini, ma poi fa legare lo sconcertato Ozzie ad una sedia, poiché lui si rivela essere il tramite tra i sequestratori e il mandante di tutto.

Bentley, Deroy e i suoi uomini cominciano a dirigersi nei sotterranei, la loro vera via di fuga, avendo preteso l'elicottero come semplice specchietto per le allodole per le autorità, portando via Melissa e lasciando il suo fratellastro legato alla sedia. Solo poco dopo, vedendo l'ora, Ozzie si rende conto che il timer delle bombe sta per terminare e che la sorellastra è in grave pericolo. Mentre cerca di liberarsi le mani con un vetro rotto, le bombe esplodono, riversando tutta l'acqua della piscina di Shady Glen nei sotterranei, neutralizzando tutti gli uomini di Rafe, al di fuori di sé stesso e Melissa, e quasi travolgendo lo stesso K-Dog, che si era introdotto nell'istituto, tramite le fognature, in cerca di Ozzie, e che stava avendo una colluttazione con Marvin, trascinato poi via dalla corrente.

Bentley prende i soldi e porta via Melissa come ostaggio su uno dei quad preparati per la fuga, lasciando indietro l'intontito Deroy e quasi travolgendo Maloney che aveva cercato di fermarlo. Oswald raggiunge K-Dog e si lanciano all'inseguimento nei tunnel con un altro quad. I due ragazzi cercano più volte di prendere Melissa e, finalmente, giunti ad un bivio nelle gallerie, ci riescono, facendosi però sfuggire l'esaltato e trionfante Rafe. Una volta usciti dalle fogne, i tre si mettono in contatto, tramite la radio di un taxi, con i genitori di Ozzie e Melissa e, riferendo tutto ciò che è accaduto alla polizia, che ha appena ritrovato Deroy, lo incastrano immediatamente, anche grazie alla rinsavita Maloney che lo riconosce come complice di Bentley, facendolo subito arrestare e scoprendo, tramite il suo telefono, chi è il vero mandante del piano, ovvero Miller, il padrone della compagnia avversaria con cui Miles era in trattative.

Intanto, Bentley, ancora in fuga e non sapendo dove si trovi, riesce finalmente a vedere la luce e la fine del tunnel, urlando dapprima per la contentezza e poi per la rabbia: la galleria termina in un'enorme pozza di liquami della fognatura. Dopo l'inevitabile caduta, mentre il quad affonda, l'irritato e schifato Rafe si immerge nella vasca, cercando disperatamente di recuperare la valigetta coi soldi, che man mano sta sprofondando nei rifiuti. Nel frattempo, le sirene della polizia sono sempre più vicine, segnando la fine della fuga del capo dei sequestratori.

CuriositàModifica

  • Il gioco che all'inizio del film Ozzie cerca di rubare e scaricare illegalmente si chiama Scream II ed è un horror esattamente come l'omonimo film, realmente uscito nelle sale, sempre nel 1997.
  • La canzone che si sente nei titoli di testa, durante il tentativo di cracking da parte di Ozzie, è What Do I Have To Do? degli Stabbing Westward, mentre quella ascoltabile sia quando Ozzie accompagna Melissa a scuola e sia nei titoli di coda, quando Rafe Bentley termina la sua fuga finendo nella pozza di liquami della fognatura, è Youth of America dei Birdbrain.

ProduzioneModifica

Le riprese ambientate nella scuola Shady Glen si sono svolte nell'Hatley Castle di Colwood, nella Columbia Britannica, mentre tutte le altre sono ambientate a Victoria e Vancouver. Le riprese studio si sono svolte invece negli Shepperton Studios in Inghilterra.

IncassiModifica

Masterminds - La guerra dei geni si rivelò un totale flop al botteghino, incassando solo 1.8 milioni di dollari nel weekend del Labor Day.

AccoglienzaModifica

A giugno 2014, la pellicola si attesta ad una bassissima percentuale di gradimento, all'incirca il 19%, basata su 16 recensioni, sul sito Rotten Tomatoes.

Collegamenti esterniModifica