Apri il menu principale

Matamoros (religione)

soldati cristiani nella Reconquista spagnola

Col termine spagnolo di matamoros ("ammazza mori") erano definiti quei soldati cristiani che nella penisola iberica combattevano i musulmani che ne avevano invaso le coste.

Cenni storiciModifica

Quando nel 1492 la resa di Granada pose fine alla Reconquista cristiana del suolo iberico, incominciò l'epurazione degli elementi islamici che avevano occupato le zone meridionali della Spagna. Molti di questi furono giustiziati o espulsi dai matamoros i quali, pur non avendo ottenuto particolari privilegi o riconoscimenti ad operare dalla chiesa come invece era stato concesso a suo tempo ai crociati, ne ricalcavano il medesimo spirito e, almeno idealmente, lo scopo.

A livello popolare, l'operato dei matamoros venne posto sotto l'ideale protezione di Santiago Matamoros, San Giacomo nella sua qualifica di "distruttore dei mori", un chiaro elemento di propaganda anti-islamica che impregnò buona parte del periodo bellico della Reconquista e della conquista spagnola dell'America del Sud.

Al termine matamoros è associato anche il personaggio carnevalesco spagnolo del Capitan Matamoros, nato appunto nel XV secolo.

Voci correlateModifica