Apri il menu principale
Matilda Herrera-Diaz
UniversoCentoVetrine
1ª app. in23 agosto 2011
Puntata 2.427
Interpretato daGiusi Cataldo
Sessofemminile
ProfessioneEx Direttrice di un
Orfanotrofio
Co - Presidente della
Fondazione Anita Ferri
Co - Responsabile dei Progetti Umanitari
della
Fondazione Anita Ferri

Matilda Herrera-Diaz. Personaggio della soap opera CentoVetrine, interpretato da Giusi Cataldo a partire dal 23 agosto 2011: è la madre di Jacopo e e Viola Castelli.

Indice

DescrizioneModifica

Figlia di Henghel Herrera-Diaz, potente boss mafioso sud-americano, capo di una spietata holding del crimine, assassinato da un clan rivale. La sua attività principale era il contrabbando d'armi. Alla sua morte gli affari passarono in mano a Sebastian Castelli, marito della donna. Matilda da anni vive su un'isola dove è direttrice di un orfanotrofio. Ettore Ferri, venuto a conoscenza dell'esistenza della ex moglie di Sebastian, decide di andare in Corsica a cercarla.

Una volta trovata, se ne innamora e la porta con sé a Torino per far crollare Sebastian Castelli e riprendersi la holding. Matilda Herrera-Diaz, di nascosto, vede Jacopo Castelli al centro commerciale e Viola Castelli nella palestra. Poco tempo dopo, decide tornare in Corsica e rinunciando a qualsiasi vendetta contro Sebastian Castelli. Ivan Bettini, grazie ad una foto trovata a casa di Laura Beccaria, che ritrae Matilda Herrera-Diaz, Sebastian Castelli e i loro figli, capisce tutto. Giunta in Corsica, Matilda Herrera-Diaz riceve la visita di Ivan Bettini che si vuole rassicurare. Il giorno delle nozze, Matilda Herrera-Diaz si presenta in chiesa mandando a monte il matrimonio.

La conoscenza di Ettore Ferri e la falsa identitàModifica

Un ragazzino di poco più di dieci anni si intrufola nella barca di Ettore Ferri, arrivato sull'isola per cercare Matilda Herrera-Diaz, ruba dei biscotti e fugge via quando viene scoperto. Il ragazzino torna di nuovo sulla barca dell'uomo e ruba una bussola. Ettore Ferri viene a sapere che il ragazzo si chiama Milo e decide di regalargli la bussola. La direttrice dell'istituto dove Milo vive, la signora Greta Babich, si reca Ettore Feri, gli restituisce gli oggetti creduti rubati, pregandolo di lasciare l'isola per non turbare più i bambini, in realtà molto curiosi, ma Ferri, dopo essersi accorto della somiglianza della direttrice al disegno a carboncino in suo possesso, non si scoraggia e la invita a cena.

Durante il pasto, i due si lasciano andare a delle reciproche confidenze, ma Ettore Ferri non rivela i suoi propositi. Intanto preleva le impronte dal bicchiere nel quale ha bevuto la donna, consegnandolo ad un suo uomo di fiducia, per l'indagine. Il giorno dopo, Greta Babich accompagna Ettore Ferri in visita alla colonia ma lo tiene sempre a debita distanza. Intanto Milo si reca di nuovo nella barca del Ferri, trova un ritratto della direttrice e va a mostrarglielo. Greta Babich intuisce i propositi di Ettore Ferri e lo raggiunge sulla sua barca in cerca di spiegazioni. Ettore tenta di convincere la donna che il ritratto è stato disegnato da lui dopo il loro incontro. Lei gli chiede di farne un altro e lascia la barca ancora più sospettosa di prima.

Tornata nel suo ufficio, la donna osserva piangendo, delle scarpette da bambino, e una foto che ritrae Sebastian Castelli con due bambini: Ettore Ferri è in procinto di partire, ma i sensi di colpa per aver ingannato la donna, lo spingono a scriverle una lettera prima di lasciare l'isola, ma la donna lo raggiunge e tra i due scoppia la passione. Ettore Ferri le consegna la lettera raccomandandole di aprirla solo quando sarà sola in ufficio. Matilda Herrera-Diaz tornata alla colonia, apre la busta e dentro vi trova il suo nuovo ritratto.

I dubbi di Matilda Herrera-Diaz e la partenza per TorinoModifica

Matilda Herrera-Diaz rivede la barca di Ettore Ferri ormeggiata sul porto dell'isola, lo raggiunge e gli rivela di essere innamorata di lui. Con la voce rotta dal dolore gli confessa di essere stata sposata con un uomo che la trascurava per inseguire il potere. Dopo aver iniziato a bere e a prendere psicofarmaci, decise di scappare coi suoi due figli, ma, a causa di un terribile incidente d'auto vene ricoverata in una clinica, e i due figli le furono sottratti. Quando il marito, cioè Sebastian Castelli, le impedì di rivederli, lei decise di occuparsi degli orfani. Ettore Ferri decide di confessarle che lui è lì per portarla a Torino ed aiutarla a combattere Sebastian Castelli. Le rivela che i figli la credono morta ma non la odiano. La donna non gli crede e lo manda via dal suo ufficio. Matilda Herrera-Diaz allora decide di telefonare a Sebastian Castelli, ma non riesce a parlare. Ettore Ferri tenta di convincerla di nuovo ad andare in Italia, e la donna, dopo aver parlato con Milo, si fa trovare sulla barca dell'uomo pronta per andare a Torino ma mette le cose in chiaro: lei lo aiuterà, ma tra di loro non ci sarà più nulla.

Il giorno dopo la barca attracca a Genova. Matilda Herrera-Diaz decide di dimenticare il falso nome di Greta Babich e iniziare una nuova vita. Ettore Ferri le propone di abitare assieme: lei accetta ma chiede ad Ettore Ferri di rivedere subito i suoi due figli. Ettore Ferri allora la porta a CentoVetrine dove vede per la prima volta, Jacopo Castelli: l'emozione per la donna è incontenibile. Ettore Ferri rivela che presto Sebastian Castelli sposerà una sua vecchia conoscenza e Matilda Herrera-Diaz, delusa e amareggiata, vorrebbe urlare in faccia all'ex marito tutto il suo odio e disprezzo. Ettore Ferri la prega di non fare altre pazzie, ma deve nasconderla, perché nei bagni entra Laura Beccaria e qui Matilda Herrera-Diaz, conosce la sua rivale. Indirettamente Matilda Herrera-Diaz fa la conoscenza di Ivan Bettimo, giunto a villa Ferri per tornare in società con Ettore Ferri. Il mattino dopo Matilda Herrera-Diaz, legge sul giornale il fidanzamento ufficiale tra Sebastian Castelli e Laura Beccaria ma dopo i futuri sposi si recano a villa Ferri dove invitano l'uomo al loro matrimonio e Matilda Herrera-Diaz li spia da dietro una porta, l'uomo ridendo accetta l'invito. Ettore Ferri porta Matilda Herrera-Diaz a fare un giro in barca spiegandole che irromperanno proprio durante la cerimonia.

La rivelazione e l'odio dei figli verso Matilda Herrera-DiazModifica

Matilda Herrera-Diaz non vorrebbe far parte del terribile piano di Ettore Ferri. Lui le spiega che è l'unico modo per dimostrare che Sebastian Castelli è un uomo falso e senza scrupoli. Il giorno delle nozze tutti sono a villa Castelli, e proprio mentre Sebastian sta pronunciando le sue promesse, Matilda Herrera-Diaz compare, rispondendo alle domande del prete con un raggelante: "Sono sua moglie". Sebastian Castelli è terrorizzato, Laura Beccaria, Viola e Jacopo Castelli sconvolti, Ettore Ferri ride seraficamente. I figli le chiedono dove sia stata tutto questo tempo e Sebastian Castelli racconta ai figli tutta la verità, ma questo non basta a calmare le cose. Viola Castelli inviperita caccia via la madre e anche Ettore Ferri. Giorni dopo, Matilda Herrera-Diaz si reca a villa Castelli da Viola Castelli. Con lei sperimenta un doloroso confronto, ma la gelida Viola Castelli non si commuove, fino a quando arriva Sebastian Castelli ubriaco, che caccia via la Matilda Herrera-Diaz. Viola Castelli si frappone tra i due genitori e viene difesa da Matilda Herrera-Diaz. Sebastian Castelli dice alla donna che non riacquisterà mai l'affetto dei figli. Ad un certo punto arriva Ettore Ferri che convince Matilda Herrera-Diaz ad andarsene insieme a lui. Valerio Bettini chiama Matilda Herrera-Diaz in commissariato riferendogli che, alla sua presunta morte, l'uomo si è impossessato di tutti i suoi averi. Incontra Jacopo Castelli che l'accusa di aver denunciato il padre, cosa che lei non ha fatto solo per il loro amore.

Matilda Herrera-Diaz riferirà questo a Viola Castelli e la inviterà a cena, per recuperare il loro rapporto, ma la ragazza rifiuta. Laura Beccaria, nel frattempo, si presenta a Matilda Herrera-Diaz e gli chiede il perché del suo arrivo a Torino. Matilda Herrera-Diaz le risponde che lo ha fatto solo per i suoi figli e che non ha mire di alcun tipo verso Sebastian Castelli. In seguito Matilda Herrera-Diaz, si reca da Ettore Ferri, speranzosa e sicura di recuperare il rapporto con i figli, ma nel centro si verifica una rapina: una delle ladre si rivela essere Viola Castelli sferra un calcio a Ettore Ferri, che viene prontamente soccorso da Matilda Herrera-Diaz. Venuta a sapere della fuga di Sebastian Castelli, si preoccupa per i figli abbandonati nuovamente da un genitore, ma Ettore Ferri la rassicura ed insieme si recano al wine bar. Qui Jacopo Castelli insulta la madre che prontamente gli dà uno schiaffo; Jacopo Castelli replica dicendole che non la considererà mai una madre.

L'amore contrastato con Ettore FerriModifica

A causa delle dure parole di Jacopo Castelli, Matilda Herrera-Diaz, decide di lasciare villa Ferri. I suoi figli vedono Ettore Ferri come un nemico, ma lei non vuole perderlo. Il mattino dopo Matilda Herrera-Diaz, legge un articolo di giornale riguardante Ettore Ferri, scoprendo che ha fatto rinchiudere la moglie in una clinica psichiatrica per impossessarsi del suo patrimonio. Ettore Ferri cerca di spiegarle tutto, ma la donna è furiosa, confidandogli che lui non è tanto diverso da Sebastian Castelli. Si reca quindi da Jacopo Castelli e gli rivela di aver lasciato Ettore Ferri. Jacopo Castelli capisce che l'affetto della madre è sincero e la invita a trasferirsi a villa Castelli e i due si abbracciano, ma Viola Castelli non è d'accordo e finisce per litigare col fratello, lite che viene sedata dalla stessa Matilda Herrera-Diaz, che decide di non andare a vivere a villa Castelli.

Al wine bar Jacopo Castelli presenta alla madre Alessio Nisi, l'uomo che sta scrivendo la biografia non autorizzata su Ettore Ferri: la donna capisce che Jacopo Castelli vuole metterla contro Ettore Ferri, e torna dall'uomo rivelandogli che con l'inganno ha ceduto a Jacopo Castelli il suo patrimonio e le sue azioni della holding. Ettore Ferri sostiene di non essere il mostro dipinto in quell'articolo e di amarla sinceramente e quindi la Matilda cede. I due fanno l'amore ma il mattino dopo Matilda Herrera-Diaz si pente del suo gesto; Ettore Ferri per non perderla le racconta tutta la verità, ma per Matilda Herrera-Diaz è già troppo tardi: non può perdonarlo.

Matilda Herrera-Diaz, riceve una telefonata da Viola Castelli, ma la donna non riesce a rispondere e si reca subito al wine bar dove Carmen Rigone gli riferisce che forse Viola Castelli è partita e gli dice di parlare col commissario Damiano Bauer, padrone di casa di Viola Castelli. L'uomo racconta alla donna tutti i misfatti compiuti dalla ragazza, Matilda Herrera-Diaz è scioccata e cerca di rintracciarla. Alla fine è Ettore Ferri a indirizzare Matilda Herrera-Diaz sulle tracce di Viola Castelli, lei la raggiunge sulla barca di Niccolò Castelli e la supplica di non partire, ma la freddezza della ragazza ha la meglio e la madre va via disperata.

Matilda Herrera-Diaz prega Jacopo Castelli di aiutare sua sorella, dato che lui è l'unico che può fare qualcosa e ci riesce. Ettore Ferri racconta alla donna, di Anita Ferri, e del fatto che forse abbia una sorella, ma l'uomo non ci crede sarebbe troppo bello per lui. Intanto si recano alla mostra fotografica dove Ettore Ferri parla a Carmen Rigoni della lezione che darà a Jacopo Castelli, Matilda Herrera-Diaz lo sente e lo prega di non farlo, ma l'uomo è irremovibile, infatti Jacopo Castelli viene ridicolizzato di fronte agli ospiti della mostra e il ragazzo chiede alla madre come possa stare con lui dopo quello che gli ha fatto. Matilda Herrera-Diaz decide di non schierarsi da nessuna parte e lascia il centro ed Ettore Ferri. Saputo che Viola Castelli si è fatta male Matilda Herrera-Diaz va a trovarla e qui finalmente tra le due c'è il primo abbraccio sincero.

Il tradimento del figlio e la verità sull'incidenteModifica

Matilda Herrera-Diaz scopre che Jacopo Castelli ha mostrato ad Ettore Ferri le foto di Diana Canellieri e che lui ha ricattato Ettore Ferri per fargli perdere il posto: infuriata, gli getta addosso il suo disgusto per il suo ignobile gesto e lo minaccia di togliergli le quote. Decide quindi di andare a parlare con Diana Cancellieri e le dice che il padre, per amor suo, si sta dimettendo, ma la giovane, per salvare il padre, decide di rivelarsi al mondo.Sebastian Castelli decide di convocare la sua intera famiglia e i due figli e la ex moglie si ritrovano tutti a villa Castelli e qui Sebastian Castelli rivela di essere stato lui il responsabile dell'incidente occorso anni prima a Matilda Herrera-Diaz, è stato lui a buttarla fuori strada, lei non era ubriaca. Sebastian Castelli se ne va e lascia i figli scioccati assieme a Matilda Herrera-Diaz, ancora più sconvolta e qui i tre si abbracciano condividendo il terribile dolore.

Raggiunto Sebastian Castelli in terrazza, Matilda Herrera-Diaz lo abbraccia e gli dice che non lo perdonerà mai, dovendo vivere tutta la vita con questo terribile senso di colpa. Ettore Ferri e Matilda Herrera-Diaz, decidono di fare un viaggio in Inghilterra assieme a Pietro Ferri, il figlio di Ettore Ferri. sull'aereo il tycoon chiede alla donna di sposarlo. Tornati a Torino, la donna si reca da Sebastian Castelli e gli chiede il divorzio: l'uomo ovviamente acconsente e lei accetta la proposta di Ettore Ferri.

Intanto, ha un altro scontro con Jacopo Castelli a cui ha deciso di togliere le quote del gruppo. Sebastian Castelli ribadisce alla donna che forse dovrebbe lasciare le quote al figlio. Matilda Herrera-Diaz, in buona fede chiede ad Ettore Ferro di nominare il figlio vicepresidente, in modo da dargli fiducia, ad insegnargli ad essere onesto e meno meschino; l'uomo accetta. Matilda Herrera-Diaz vede Diana Cancelleri distruggere una foto di Anita Ferri e la ragazza gli racconta che gli è caduta di mano ma la donna finge di crederci. Quando Ettore Ferri vede la foto con la cornice in pezzi Matilda Herrera-Diaz gli racconta che è stata Diana Cancelleri e si dà lui la colpa di tutto dato che non ha fatto altro che mettere la ragazza sotto pressione per quanto riguarda il confronto con la sorella, ma Matilda Herrera-Diaz non è molto convinta.

Matilda Herrera-Diaz e Diana Cancelleri alla presidenza della fondazione FerriModifica

Ettore Ferri vuole assegnare un incarico molto importante alla figlia all'interno del gruppo e opta per la fondazione intitolata alla memoria di Anita Ferri, ma sia Matilda Herrera-Diaz che Ivan Bettini sono molto titubanti. Durante una festa nella sua villa, Ettore Ferri annuncia il futuro assetto della fondazione: Diana Cancelleri è sicura di aver ricevuto la presidenza, ma il padre la spiazza quando rivela che la fondazione sarà gestita in maniera condivisa dalla figlia e da Matilda Herrera-Diaz.

Grazie ad un'e-mail anonima mandata da Ivan Bettini, che vuole fermare il criminoso piano di Diana Cancelleri, Matilda Herrera-Diaz riesce a scoprire che un finanziere vuol attuare una operazione di riciclaggio donando una somma di denaro alla fondazione. Per fortuna il piano fallisce, perché per ricevere e prendere soldi servono dei codici che solo Matilda Herrera-Diaz conosce. Al matrimonio di Serena Bassani e Damiano Bauer, Jacopo Castelli balla con la madre e le dice che vuole riconquistare la sua fiducia. A villa Castelli quindi si consuma una serata molto piacevole con Matilda Herrera-Diaz, Sebastian, Viola e Jacopo Castelli, finalmente riuniti a tavola, Jacopo Castelli fa anche una foto insieme alla sua famiglia che poi invia tramite il cellulare ad Ettore Ferri.

Ettore Ferri decide di partire a cercare la figlia in Africa, partita per una missione umanitaria e non ancora tornata, Matilda Herrera-Diaz vuole seguirlo ma lui decide di portare con sé Jacopo Castelli. Tornati a Torino, Jacopo Castelli dona il sangue a Diana Cancelleri, rimasta ferita; Matilda Herrera-Diaz, capisce che il figlio è davvero cambiato, ma è turbata quando l'uomo le riferisce che Diana Cancelleri lo odia ancora. Matilda Herrera-Diaz, inoltre, vede Jacopo Castelli e Diana Cancelleri baciarsi e scopre così che suo figlio è innamorato della ragazza, ma crede che sia solo un complotto per colpire Ettore Ferri. Al centro si tiene un torneo di poker dove Matilda Herrera-Diaz vede Jacopo Castelli e Diana Cancelleri, discutere animatamente. Il giorno dopo si viene a sapere che la ragazza è scomparsa e i suoi documenti sono stati trovati vicino ad un fiume; forse è morta suicida.

Il rapimento di Jacopo Castelli e Diana CancelleriModifica

In seguito però giunge una lettera di riscatto e Jacopo Castelli chiede alla madre di convincere Ettore Ferri che si tratta davvero di un rapimento, ma la donna tradisce il figlio votando a suo sfavore e facendogli perdere la carica di vicepresidente. A Jacopo Castelli interessa solo salvare Diana Cancelleri e lo urla alla madre tentando in tutti i modi di convincerla fin quando non arriva una busta contenente le foto di Diana Cancelleri incatenata a letto. Ettore Ferri è irreperibile e Matilda Herrera-Diaz chiede ad Ivan Bettini di fare il numero riportato nella lettera di riscatto, ma risponde Diana Ferri e i sospetti dell'uomo aumentano.

Matilda Herrera-Diaz allora decide di pagare il riscatto prelevando il denaro dalla fondazione a nome di Anita Ferri; Jacopo Caselli si reca in Francia dove si trova Diana Fierri. I soci decidono di sfiduciare Ferri dopo aver saputo che ha usato i soldi della fondazione, per cui Matilda Herrera-Diaz decide di assumersi le sue responsabilità. Matilda Herrera-Diaz ed Ettore Ferri non hanno notizie di Diana Ferri e Jacopo Castelli: credono che i due siano fuggiti assieme coi soldi ma Ivan Bettini riesce a smentirli con un biglietto che gli ha consegnato Jacopo Castelli su dove si trova realmente Diana Ferri. Giunti sul luogo, Ettore Ferri e Ivan Bettini trovano l'orologio di Jacopo Castelli e comprendono che hanno rapito anche lui.

Matilda Herrera-Diaz chiede aiuto al suo ex marito Sebastian Castelli per rintracciare Jacopo Castelli, ma l'uomo viene aggredito e finisce in coma. I sospetti cadono su Brando Salani. Nel frattempo Jacopo Castelli sta bene e torna a Torino dove la madre e la sorella lo riabbracciano e qui Matilda Herrera-Diaz gli rivela che Sebastian Castelli è in coma.

Matilda Herrera-Diaz incontra Diana Ferri, in procinto di partire, salutandola calorosamente, ma alla fine Diana Ferri non parte perché convinta da Ivan Bettini a restare a Torino. È proprio Matilda Herrera-Diaz chiedere a Diana Ferri di provare a riallacciare i rapporti con il padre. Tornata da un breve viaggio, la donna scopre che Ettore Ferri ha estromesso Jacopo Castelli dalla holding, accusandolo di voler distruggere la sua famiglia. Successivamente, la donna si reca in ospedale dove supplica Laura Beccaria, avvilita per il coma di Sebastian Castelli, di non mettersi in mezzo nella relazione tra Viola Castelli e Brando Salani.

Il coma di Sebastian CastelliModifica

Vedendo che il figlio è scomparso e non risponde alle sue telefonate, Matilda Herrera-Diaz lascia villa Ferri per trasferirsi in un albergo. Quando Jacopo e Viola Castelli scoprono che la donna non vive più a villa Ferri, propongono alla madre di trasferirsi da loro a villa Castelli. Più tardi Ettore Ferri si reca da Matilda Herrera-Diaz per fare pace, ma la donna chiede all'uomo di riammettere Jacopo Castelli alla vicepresidenza del gruppo, ma lui non vuole, per cui Matilda Herrera-Diaz gli riferisce che se vuole lei deve accettare anche suo figlio. Matilda Herrera-Diaz alla fine accetta di andare a vivere con i figli. Durante un pranzo Jacopo Castelli chiede alla madre di tornare con Ettore Ferri e a non rinunciare all'uomo che ama.

Nel frattempo, Viola Castelli lascia Brando Salani. La madre la consola dicendole che l'amore per il suo uomo riuscirà a vincere anche le accuse che pendono su di lui. Ettore Ferri chiede a Matilda Herrera-Diaz di mettere da parte le divergenze e costruire con lui e con Diana Ferri una famiglia, ma la donna dice ad Ettore Ferri, che le cose tra loro non cambieranno, a meno che lui non dia a Jacopo Castelli un ruolo importante all'interno della holding. Intanto giunge la notizia che Sebastian Castelli deve essere operato d'urgenza. Al bar del centro, Matilda Herrera-Diaz nota che Ettore Ferri è strano, ma l'uomo, mentendole, finge che vada tutto bene.

La fine della sua storia con Ettore Ferri e la partenza con Sebastian CastelliModifica

Quando finalmente Sebastian Castelli apre gli occhi, Matilda Herrera-Diaz è la prima persona con cui vuole parlare. Jacopo Castelli si meraviglia di come lei gli stia vicino, dopo tutto l'odio che c'è stato tra di loro: Matilda Herrera-Diaz gli spiega che lui e Viola Castelli sono l'elemento che la lega in modo indissolubile all'uomo. Intanto la donna è sempre più gelosa di Carol Grimani, e si arrabbia ancora di più quando scopre che la donna ed Ettore Ferri partiranno assieme.

Ettore Ferri telefona a Matilda Herrera-Diaz, avvertendola del pericolo che ha corso: la donna lo supplica di tornare a casa, ma lui non vuole; la sua compagna gli ribadisce che così potrebbe perderla. Matilda Herrera-Diaz si reca dall'ex-marito in ospedale e lo trova imbronciato per la storia con Laura Beccaria, ma la donna lo sprona a perdonarla, come lei ha fatto con lui; così Sebastian Castelli gli riferisce che lui vuole essere un uomo diverso e può riuscirci solo col suoi aiuto, invitando la donna a vivere assieme a lui e ai figli a villa Castelli, ma lei rifiuta. Matilda Herrera-Diaz si scontra con Ettore Ferri, dato che l'uomo è giunto a Torino senza nemmeno avvertirla; è molto gelosa di Carol Grimani, e qui Ettore Ferri confessa a Matilda Herrera-Diaz di aver capito che la loro storia è ormai conclusa. Matilda Herrara-Diaz accompagna Sebastian Castelli a Serralunga dove Brando Salani e Viola Castelli durante la festa, annunciano il loro fidanzamento.

Matilda Herrera-Diaz e Sebastian Castelli hanno un confronto: l'uomo rivela all'ex moglie di sentirsi vuoto in questo periodo, e sa, che facendo così, allontanerà le persone che ama, ma la donna lo rassicura e gli dice che dopo la fine della storia con Ettore Ferri, anche lei si sente così, e che presto partirà in Guatemala per occuparsi dei bambini rimasti orfani. Matilda Herrera-Diaz e Sebastian Castelli danno la notizia ai figli; Viola Castelli non la prende bene, mentre Jacopo Castelli sembra assente, ma si mostra dispiaciuto. Matilda Herrera-Diaz sta partendo: qui Viola Castelli si dimostra amareggiata perché sta perdendo sua madre per una seconda volta; invece Jacopo Castelli le chiede perdono per i suoi errori e le augura buon viaggio, abbracciandola forte. La donna scrive anche una dolcissima lettera ad Ettore Ferri. Prima di partire, ex moglie, ed ex marito, parlano di nuovo di quello che li aspetta e del futuro che vivranno assieme. In aereo Matilda Herrera-Diaz, trova un mazzo di fiori e un biglietto di addio di Ettore Ferri, i due partono per sempre da Torino.

La scomparsa di Viola CastelliModifica

Venuto a conoscenza della scomparsa di Viola, Matilda Herrera-Diaz, prende il primo volo per l'Australia. Saputa la terribile notizia della morte di Viola Castelli e di Damiano Bauer, la donna decide di non sospendere le ricerche: qui ha un dolcissimo confronto con Carol Grimani, che gli confida di provare invidia per lei, perché avrebbe voluto trovare viva Viola Castelli, e capisce che se anche non fosse partita non avrebbe potuto fare niente per salvarla, per cui decide di tornare a Torino assieme a Sebastian Castelli e Carol Grimani. A Torino Matilda Herrera-Diaz rivede Ettore Ferri, che annuncia che ci sarà una commemorazione a Centovetrine, per Viola Castelli e Damiano Bauer.

Nel capoluogo piemontese, Matilda Herrera-Diaz riabbraccia Jacopo Castelli stravolto anche lui dal dolore, e viene consolata da Ettore Ferri che sa bene cosa vuol dire perdere una figlia. Laura Beccaria si reca da Matilda Herrera-Diaz e la consola, ma la donna sente di essere stata troppo poco presente nella vita della figlia, e di non esserci stata nemmeno nei suoi ultimi momenti e questo non può perdonarselo. Alla commemorazione ascolta commossa le parole di Brando Salani e Sebastian Castelli su sua figlia. Alla fine lascia di nuovo Torino promettendo al figlio di stargli vicino sempre.

Il ritorno di Viola CastelliModifica

Matilda Herrera-Diaz non appena scopre che Viola Castelli è viva si precipita a Torino, riabbracciano la figlia, non riuscendo a credere a questo miracolo. Qui Matilda Herrera-Diaz si scusa con il figlio per non essere stata presenta al suo matrimonio ed ha anche un breve incontro con Ettore Ferri, ancora molto preso dalla storia con Maddalena Sterling, rivelando alla figlia di averlo trovato diverso. Matilda Herrera-Diaz deve ripartire per il Guatemala. I figli le promettono quindi che cercheranno di andarla a trovare. Matilda Herrera-Diaz parte nuovamente lasciando Torino.

La latitanza di Jacopo CastelliModifica

Matilda Herrera-Diaz torna sconvolta a Torino, e viene a sapere che Jacopo Castelli per sfuggire all'arresto si è dato alla latitanza, e qui si ritrova con Sebastian e Viola Castelli per scoprire quel che è successo durante la sua assenza. La figlia e l'ex marito gli spiegano cos'è successo, ma Matilda Herrera-Diaz non può restare li a lungo perché ha promesso ad un bambino orfano di accompagnarlo in vacanza. Matilda Herrera-Diaz quindi parte nuovamente però chiede a Sebastian e a Viola Castelli di tenerla informata, e così i due fanno. Matilda viene poi a conoscenza dell'innocenza e della scarcerazione di Jacopo Castelli.

Il ritorno a Torino di Matilda Herrera-DiazModifica

Matilda Herrera-Diaz ritorna a Torino dopo aver saputo che Sebastian Castelli ha sparato a Leo Brera, anche se in realtà lei sospetta il suo primo marito: Fernando Torrealta, che aveva lasciato per non essere presente in casa. Infatti Jacopo è figlio suo e di Leo Brea e non di Sebastian. Matilda Herrera-Diaz sa che Sebastian Castelli non avrebbe mai potuto sparare a sangue freddo contro Leo Brera, così decide di intervenire. Chiede quindi a Carol Grimaini di non danneggiare il ruolo di Jacopo Castelli all'interno della holding, visto che il giovane è diventato Presidente. Ma Carol Grimani non accetta l'accordo di Matilda Herrera-Diaz. La donna non sa che Carol Grimani non può fare nulla perché Ettore Ferri è tornato, intento a vendicare la presunta morte di Sebastian Castelli. Successivamente Matilda Herrera-Diaz incoraggia la relazione tra il figlio Jacopo e la figlia adottiva di Leo: Fiamma Brera. Dopo questi eventi Matilda Herrera-Diaz andrà a trovare Leo Brera in ospedale, anche se non lo riconosce.

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione