Matt Heafy

musicista statunitense
Matt Heafy
Hellfest2019Trivium 02 (cropped).jpg
Matt Heafy in concerto nel 2019
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereThrash metal
Heavy metal
Metalcore
Periodo di attività musicale2000 – in attività
Strumentochitarra, voce, sassofono, basso
EtichettaRoadrunner Records, Nuclear Blast
Gruppi attualiTrivium, Ibaraki
Gruppi precedentiCapharnaum, Mindscar
Album pubblicati14
Studio14
Sito ufficiale

Matthew Kiichi Heafy, conosciuto semplicemente come Matt Heafy (Iwakuni, 26 gennaio 1986), è un cantautore, chitarrista e attivista statunitense. Giunto alla notorietà internazionale come frontman del gruppo heavy metal Trivium, Heafy si è successivamente distinto come musicista solista con varie collaborazioni con artisti internazionali e con l'attività sul suo canale sulla piattaforma di streaming Twitch (il quale risulta, dal 2020, il canale musicale con il maggior numero di iscritti sul sito)[1]. È inoltre attivo in ambito sociale con le organizzazioni non profit Metal and Honey Foundation, del quale è presidente con la moglie, e Stack Up[1].

Carriera musicaleModifica

Gli iniziModifica

Matthew Heafy nasce nell'ospedale all'interno di una base militare a Iwakuni, da padre statunitense e madre giapponese[2]. Il padre, Brian Heafy, era al tempo un militare del Corpo dei Marines, in missione in Giappone[1]. Dopo la sua nascita, la famiglia si sposta in Florida[2], e all'età di 12 anni Matthew inizia a suonare la chitarra. Prova ad entrare nella sua prima band suonando Dammit dei blink-182, ma non supera le audizioni[3]. Abbattuto, è sul punto di abbandonare il suo sogno di suonare in una rock band, quando un suo compagno di scuola gli consiglia il Black Album dei Metallica[3]; è il primo album metal che Heafy ascolta, e preso dall'entusiasmo inizia a imparare le canzoni del gruppo[3]. La prima che impara nella sua interezza è No Leaf Clover, con la quale si esibisce nel 2000 a scuola e si fa notare dai ragazzi già militanti in un giovane gruppo locale, i Trivium[3].

TriviumModifica

Invitato a provare per i Trivium, partecipa alle loro audizioni per un nuovo cantante e chitarrista con For Whom the Bell Tolls, e viene subito ingaggiato[3]. Dopo un primo demo inciso nel febbraio 2003, alla fine dello stesso anno il gruppo pubblica il suo primo album per l'etichetta tedesca Lifeforce Records, Ember to Inferno. Vengono quindi notati dall'etichetta statunitense Roadrunner Records, che gli propone un contratto discografico e con la quale pubblicheranno il loro secondo album in studio Ascendancy, che gli porterà alla notorietà internazionale. I Trivium pubblicheranno tutte le loro future produzioni con la Roadrunner, portando avanti una collaborazione ultradecennale.

 
Matt Heafy in concerto con i Trivium nel 2017

IbarakiModifica

Nel gennaio 2022 Heafy lancia il suo progetto solista black metal Ibaraki, già tenuto in cantiere dall'artista per oltre un decennio. Il primo singolo, Tamashii No Houkai, viene pubblicato il 22 gennaio dalla Nuclear Blast con la partecipazione del musicista norvegese Ihsahn[4]. Un secondo singolo, intitolato Akumu e realizzato con la collaborazione di Nergal dei Behemoth, viene pubblicato il 18 febbraio 2022, con il contestuale annuncio che il primo album del progetto (e primo album da solista di Heafy) verrà pubblicato il 6 maggio 2022 dalla Nuclear Blast con il titolo di Rashomon. Nell'album partecipano come batterista in tutti i brani Alex Bent e al basso, per il solo brano Kagutsuchi, Paolo Gregoletto, già membri dei Trivium insieme a Heafy. Un terzo singolo estratto dal disco, Rōnin, figurante la partecipazione di Gerard Way dei My Chemical Romance alla voce e di Ihsahn, viene pubblicato il 25 marzo 2022.

Collaborazioni solisteModifica

Nel 2005 la Roadrunner Records promuove l'album The All-Star Sessions per celebrare i propri 25 anni di attività. Vengono scelti i 4 "capitani" dell'etichetta: Joey Jordison (Slipknot), Robb Flynn (Machine Head), Dino Cazares (Fear Factory) e lo stesso Matt Heafy, che scrive il testo e la musica di The End, interpretata con Dino Cazares, Nadja Peulen, Roy Mayorga, Logan Mader e Rhys Fulber. Nel 2006 viene insignito del Metal Hammer Golden God Award.

Heafy ha anche partecipato a diverse collaborazioni come solista, e ha militato nei gruppi death metal Capharnaum e Mindscar. Nel 2014 partecipa ai brani Falling Downwards dei Caliban, contenuto nell'edizione deluxe del loro album Ghost Empire, e Blood Sweat and Tears degli Upon a Burning Body nell'album The World Is My Enemy Now, oltre che a ben tre brani dei DragonForce nel loro album Maximum Overload. Nel 2015 partecipa ai brani Out of the Grave dei Sigh, dall'album Graveward, e Destination: Nowhere dei Metal Allegiance. Nel 2016 provvede ai controcanti nel brano Mass Darkness di Ihsahn, dall'album Arktis.. Nel 2018 è ospite nei brani Rain degli Shvpes, dall'album Greater Than, e Soul Adventurer degli In Vain, dall'album Currents. Nel 2019 collabora con Jasta al suo brano When the Contagion Is You, contenuto nell'album The Lost Chapters, Volume 2, con gli Ice Nine Kills alla versione acustica del brano Stabbing in the Dark nell'edizione speciale dell'album The Silver Scream, e con Nergal al brano You Will Be Mine, contenuto nell'album New Man, New Songs, Same Shit. Vol. 1 del progetto blues Me and That Man del cantante dei Behemoth.

Nel 2020 partecipa ai brani Bitter Friend dei Cabal nell'album Drag Me Down e The Gift di Daniel Tompkins nell'album Ruins e pubblica, con il musicista e youtuber Jared Dines, l'EP di inediti Dines X Heafy. Nello stesso anno partecipa alla realizzazione del brano Remain per il videogioco Free Fire, con Courtney LaPlante (Spiritbox), Roberto Carrasco (Arcadia Libre), José Macario, Pablo Viveros (Chelsea Grin) e Kello Gonzales. Nel 2021 partecipa ai brani Oblivion degli Atreyu, contenuto nell'album Baptize, Fist by Fist (Sacrilize or Strike) dei Powerwolf dall'edizione Missa Cantorem dell'album Call of the Wild, e Internal Cannon degli August Burns Red nell'album Leveler, nel quale suona anche l'assolo di chitarra. Pubblica inoltre i singoli In Defiance, in collaborazione con il rapper e produttore discografico Mike Shinoda, e Right Here Waiting, rivisitazione in chiave metal del celebre brano di Richard Marx che vede inoltre la partecipazione vocale dello stesso.

Nel gennaio 2022 pubblica il singolo Behold Our Power, con la collaborazione di Chuck Billy, storico cantante dei Testament. Nel febbraio dello stesso anno Heafy presenta, per la colonna sonora dell'espansione di Magic: The Gathering Kamigawa: Neon Dynasty, il brano inedito Tasukete, prodotto da Jonathan Young[5], e compone e collabora con lo stesso Young e, per una sola traccia, con il musicista Tre Watson, a diversi altri brani anch'essi parte della colonna sonora dell'espansione, pubblicata il 18 febbraio 2022[6].

Altre attivitàModifica

Heafy è attivo, dal 2017, sulla piattaforma online Twitch, tramite la quale effettua regolarmente esibizioni musicali e gameplay in streaming[7]. Il suo canale è, tra quelli di ambito musicale, il più seguito sul sito dal 2020[1].

Heafy è attivo anche nel campo delle attività benefiche: con la moglie Ashley è fondatore dell'organizzazione non profit Metal and Honey Foundation, che supporta i programmi di terapia musicale infantili all'Orlando Health Arnold Palmer Hospital[1]. Dal 2021 è nel consiglio di amministrazione di Stack Up, società che raccoglie fondi attraverso attività di gaming e musica in favore della sanità mentale e al contrasto ai suicidi tra i veterani militari del Corpon dei Marine degli Stati Uniti e forze alleate[1].

Nel 2022 realizza il suo primo libro, dal titolo Ibaraki and Friends, una raccolta da lui scritta e illustrata di fiabe giapponesi, pubblicato dalla Z2 Comics.

Influenze musicaliModifica

Nei primi anni di scuola ascolta musica pop punk, in particolare blink-182, sino a quando, all'età di 14 anni, viene introdotto da un amico ai Metallica con l'omonimo album, che Heafy dichiarerà successivamente essere la principale fonte di ispirazione per la sua carriera nella musica metal[8]. Da quel momento in poi si appassionerà a vari sottogenere dell'heavy metal, dal thrash e al groove sino al melodic death e al black metal[9]. Successivamente si avvicinerà anche a gruppi metalcore e christian metal[10]. Heafy dichiara di essere influenzato, nella composizione della sua musica, da svariati artisti facenti parte di tali generi[9], e in particolare, oltre ai già citati Metallica: Death, Killswitch Engage, Iron Maiden, In Flames, Ihsahn, Pantera, Megadeth, Testament, Black Sabbath, Judas Priest, Children of Bodom, Arch Enemy, Dark Tranquillity, Opeth, Duskfall, Mercenary, Emperor, Dimmu Borgir, Mörk Gryning, Dark Funeral, Anorexia Nervosa, Poison the Well, Hatebreed, Underoath e Further Seems Forever[10]. Dichiara di essersi profondamente ispirato in generale a James Hetfield (cantante e chitarrista dei Metallica), per il tremolo picking ai Krisiun[10]. Oltre agli artisti già citati, Heafy ha dichiarato che tra i suoi artisti preferiti figurano anche i Depeche Mode, i Queen e i Beatles[9], ed è un appassionato di musica classica (il suo album preferito è Mozart's Requiem della London Symphony Orchestra[8].

Nel 2014, a causa di una scorretta tecnica di canto e growl adottata per anni e sin dagli esordi, durante un concerto dei Trivium perde momentaneamente la voce; in seguito a ulteriori visite mediche, al cantante viene diagnosticata un grave danneggiamento della gola e delle corde vocali, e Heafy è costretto, almeno sino al 2017, quando inizierà a utilizzare delle nuove tecniche canore e di screaming dopo diverse lezioni private di canto, a non fare più uso di growl e scream sia durante le esibizioni dal vivo che in fase di registrazione in studio[11]. Prodotto di tale esperienza è l'album dei Trivium Silence in the Snow, nel quale Heafy canta tutte le canzoni in un nuovo stile melodico, senza utilizzo alcuno di growl o scream: per tale disco, Heafy si è ispirato a cantanti quali Ronnie James Dio e Adele[11].

EquipaggiamentoModifica

 
Heafy si esibisce con una Epiphone Les Paul signature al Rock im park 2014

Matt Heafy utilizza chitarre Gibson sin dall'estate 2009. Prima di allora sia lui che Corey Beaulieu utilizzavano nei Trivium delle chitarre Dean, in particolare dei prototipi Razorback costruiti per loro nel 2006. Nel 2008 viene realizzato dalla Dean un suo modello signature, con disegnato un sol levante, simbolo del Giappone e omaggio alle origini di Heafy. Nel 2009 la Gibson realizza un modello Explorer a 7 corde su misura per Heafy. Nel 2013 la Epiphone realizza per il musicista un modello Les Paul signature sia a 6 che a 7 corde, quest'ultima riproposta nel 2021 nel nuovo modello MKH Origins, dotato di un manico più lungo rispetto alle altre Les Paul a 7 corde fino ad allora prodotte[12]. Sempre la Epiphone, nel 2017, realizza un altro modello signature per Heafy chiamato SnØfall, disponibile anch'esso sia a 6 che a 7 corde. Oltre a diverse chitarre elettriche, Heafy possiede e utilizza in studio e dal vivo anche alcune chitarre acustiche, tra le quali una Hummingbird Acoustic.

Come amplificatori utilizza modelli EVH Amps e Peavey.

Nel 2021 la KHDK Electronics realizza un pedale overdrive signature ispirato a Matt Heafy e Corey Beaulieu, chiamato Ascendancy[13].

Vita privataModifica

Dal 2010 è sposato con Ashley Howard, dalla quale ha avuto due gemelli, Mia Kiyomi e Akira Hiro, nel 2018[14].

Oltre alle note passioni per la musica e i videogiochi, Heafy pratica jiu jitsu brasiliano a livello amatoriale, ed è cintura marrone in tale disciplina.

DiscografiaModifica

SolistaModifica

EP
  • 2020 – Dines X Heafy (con Jared Dines)
Singoli
  • 2020 – Remain (con Courtney LaPlante, Roberto Carrasco, José Macario, Pablo Viveros e Kello Gonzales)
  • 2021 – The Defiance (prodotto da Mike Shinoda)
  • 2021 – Right Here Waiting (feat. Richard Marx)
  • 2022 – Behold Our Power (feat. Chuck Billy)

Con i TriviumModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei Trivium.
Album in studio

Come IbarakiModifica

Album in studio
  • 2022 – Rashomon
Singoli
  • 2022 – Tamashii No Houkai (feat. Ihsan)
  • 2022 – Akumu (feat. Nergal)
  • 2022 – Rōnin (feat. Gerard Way and Ihsahn)
  • 2022 – Kagutsuchi

Con i CapharnaumModifica

Album in studio

Con i MindscarModifica

Album in studio
  • 2015 – Kill the King

Con i Roadrunner UnitedModifica

Album in studio
Singoli
  • 2005 – The End

LibriModifica

  • 2022 – Ibaraki and Friends (Z2 Comics)

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f (EN) Matthew Heafy of Trivium Joins the Board of Directors of Stack Up, su ghostcultmag.com, Ghost Cult Magazine, 12 luglio 2021. URL consultato il 13 luglio 2021.
  2. ^ a b (EN) Matt Heafy: Rock Should Be Made By The People In The Band, Not By Ghostwriters Or Teams Of Songwriters, su kerrang.com, Kerrang!, 30 dicembre 2020. URL consultato il 25 aprile 2021.
  3. ^ a b c d e (EN) Trivium Frontman Matt Heafy - "The First Song I Performed In Front Of People Was 'No Leaf Clover' By Metallica; That's What Secured Me The Spot To Try Out For Trivium", su bravewords.com, Brave Words, 9 aprile 2020. URL consultato il 25 aprile 2021.
  4. ^ (EN) Matt Heafy's Black Metal Band Debuts First Song With Ihsahn, su Loudwire, 21 gennaio 2022. URL consultato il 22 gennaio 2022.
  5. ^ (EN) Trivium’s Matt Heafy Releases New Track “Tasukete” For Magic The Gathering’s ‘Kamigawa: Neon Dynasty’, su ThePRP, 14 febbraio 2022. URL consultato il 17 febbraio 2022.
  6. ^ (EN) Kamigawa: Neon Dynasty Official Soundtrack, su Magic: The Gathering, 17 febbraio 2022. URL consultato il 19 febbraio 2022.
  7. ^ (EN) Trivium’s Matt Heafy Details New Album And How Twitch Has Changed His Career, su Forbes, 20 marzo 2020. URL consultato il 24 aprile 2020.
  8. ^ a b (EN) Trivium's Matt Heafy: the 10 records that changed my life, su musicradar.com, Music Radar, 9 marzo 2016. URL consultato il 6 luglio 2021.
  9. ^ a b c (EN) Guitar Messenger – Matt Heafy Interview (Trivium), su guitarmessenger.com, Guitar Messenger, 12 agosto 2019. URL consultato il 6 luglio 2021.
  10. ^ a b c (EN) Trivium Frontman: 'If It Weren't For James Hetfield, I Literally Wouldn't Be Here', su blabbermouth.net, Blabbermouth.net. URL consultato il 6 luglio 2021.
  11. ^ a b (EN) Fighting talk: How Trivium got their voice back, su loudersound.com, Louder Sound, 11 ottobre 2017. URL consultato il 6 luglio 2021.
  12. ^ (EN) Matt Heafy reveals new 7-string Epiphone MKH Origins Les Paul Custom signature model will feature a 25.5" scale length, su guitarworld.com, Guitar World, 16 novembre 2021. URL consultato il 12 maggio 2022.
  13. ^ (EN) Ascendancy: Matthew Heafy and Corey Beaulieu of Trivium team with KHDK, su khdkelectronics.com, KHDK Electronics, 26 maggio 2021. URL consultato il 6 luglio 2021.
  14. ^ (ES) Últimas noticias: Matt convirtiéndose en padre, próximos shows de Trivium, música y más, su trivium-mexico.com, 28 novembre 2018. URL consultato il 25 aprile 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN80160586 · ISNI (EN0000 0000 5774 9646 · Europeana agent/base/79648 · GND (DE135401496 · WorldCat Identities (ENviaf-80160586