Apri il menu principale
Matteo Brighi
Matteo brighi.jpg
Brighi nel 2012
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Giovanili
1996-1998Rimini
Squadre di club1
1998-2000Rimini44 (7)
2000-2001Juventus11 (0)
2001-2002Bologna32 (0)
2002-2003Parma22 (1)
2003-2004Brescia29 (1)
2004-2007Chievo89 (9)
2007-2011Roma108 (9)
2011-2012Atalanta11 (0)
2012-2014Torino38 (4)
2014-2015Sassuolo25 (0)
2015-2016Bologna23 (0)
2016-2018Perugia48 (2)[1]
2018-2019Empoli24 (2)
Nazionale
2000Italia Italia U-183 (0)
2000-2001Italia Italia U-205 (0)
2000-2004Italia Italia U-2135 (2)
2002-2009Italia Italia4 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo Svizzera 2002
Oro Germania 2004
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 maggio 2019

Matteo Brighi (Vallo della Lucania, 14 febbraio 1981) è un calciatore italiano, centrocampista svincolato.

Indice

BiografiaModifica

È nato a Rimini nel 1981, secondo di quattro fratelli, tutti calciatori.[2] È diplomato in ragioneria.[2] Nel videogioco FIFA 2003, a causa di un bug, era il calciatore più forte tra quelli in attività, con un overall di 97[3].

Caratteristiche tecnicheModifica

Centrocampista duttile, preferisce agire da mediano in un centrocampo a due o a tre giocatori, è dotato di un'ottima tecnica e di grande grinta.[4]

Nel 2001 fu incluso nella lista dei migliori giovani calciatori stilata da Don Balón.[5]

CarrieraModifica

ClubModifica

Gli iniziModifica

Muove i primi passi nel mondo del calcio nelle file della squadra parrocchiale della Grotta Rossa, e qualche anno dopo partecipa al campionato allievi con la Polisportiva Stella San Giovanni. A 15 anni approda nel settore giovanile della squadra della sua città, il Rimini.[2]

Nella stagione 1997-1998 viene aggregato alla prima squadra, senza tuttavia scendere mai in campo. Nella stagione successiva totalizza 10 presenze ed un gol, e nella terza stagione scende in campo 34 volte e totalizza 6 reti, mancando di un soffio la promozione in Serie C1, sfumata nella finale play-off contro la Vis Pesaro.

Juventus ed il prestito al BolognaModifica

L'estate successiva, dopo essersi diplomato, si trasferisce a titolo definitivo alla Juventus. L'esordio in Serie A avviene il 30 settembre 2000, a 19 anni, nell'incontro che ha visto vincere i bianconeri per 2-1 sul Napoli[6]. Nella Vecchia Signora, anche a causa della precoce eliminazione dal palcoscenico europeo e dalla Coppa Italia, vede il campo 12 volte in tutta la stagione.

L'anno successivo viene girato in prestito al Bologna, dove conquista subito la maglia da titolare. Nella squadra di Francesco Guidolin disputa in tutto 32 partite di campionato, contribuendo al settimo posto finale. Nel giugno dello stesso anno, vince anche il premio di miglior giovane della Serie A italiana.

Parma e BresciaModifica

Tornato a Torino per fine prestito, nell'agosto 2002 conquista con la Juventus la Supercoppa italiana, ma il 31 agosto, ultimo giorno di calciomercato, viene ceduto in compartecipazione al Parma per la cifra di 5 milioni[7], nell'ambito dell'operazione che ha portato Marco Di Vaio a Torino[8]. Sotto la guida di Cesare Prandelli, il 31 ottobre 2002 fa il suo esordio in Coppa UEFA, nella vittoria interna per 2-1 contro il Wisla Cracovia[9], e il 1º dicembre successivo segna anche la sua prima rete in Serie A nella partita esterna contro il Torino[10]. A fine anno la comproprietà viene risolta in favore della Juventus.

Nell'estate del 2003 passa ancora in prestito al Brescia in Serie A. Inizialmente poco impiegato, gradualmente conquista il posto da titolare del centrocampo delle rondinelle, e il 2 maggio 2004 segna la rete della matematica salvezza della squadra, nella trasferta contro il Siena[11]. Con la squadra lombarda disputa in tutto 29 partite, con una rete.

Roma e prestito al ChievoModifica

Nel 2004 la Juventus, proprietaria del cartellino, lo cede a titolo definitivo alla Roma, nell'ambito dell'operazione che ha portato Emerson alla società torinese.[12] La società capitolina a sua volta lo gira in prestito al ChievoVerona nell'affare che ha portato Simone Perrotta in giallorosso.

Titolare indiscusso della formazione di Mario Beretta, segna la sua prima rete con la maglia gialloblu il 17 ottobre 2004 contro la Lazio[13] e disputa in tutto 35 partite. Il 14 luglio 2005 il prestito viene rinnovato anche per la stagione 2005-2006[14], dove, con 26 presenze e 2 gol, contribuisce al quarto posto finale e la conseguente qualificazione ai preliminari di Champions League.

Rimane a Verona anche nella stagione successiva, e il 9 agosto 2006 esordisce in Champions League nella sconfitta esterna contro i bulgari del Levski Sofia[15]. La stagione è anche la più prolifica a livello realizzativo, per Brighi, che totalizza in tutto 25 presenze e ben 6 reti. La sconfitta contro il Catania all'ultima giornata, tuttavia, decreta la retrocessione del club veneto in Serie B.

Ritorno alla RomaModifica

Nell'estate del 2007 Brighi torna stabilmente alla Roma. Nella sua partita d'esordio contro l'Empoli mette a segno il primo gol con la maglia della Roma. In quello stesso anno conquista la sua seconda Supercoppa italiana (la prima con la maglia giallorossa) e la Coppa Italia, entrambe ai danni dell'Inter.

Il 25 luglio 2008 prolunga il contratto con la società capitolina fino al 30 luglio 2012 a fronte di un compenso lordo a salire per un ammontare che va dai 1,3 milioni della stagione 2008-2009 ai 1,6 milioni della stagione 2011-2012; cifre a cui vanno aggiunti ulteriori premi in caso di raggiungimento di prefissati obbiettivi sportivi[16]. Nella stagione 2008-2009 Brighi viene spesso utilizzato come titolare. Il 26 novembre 2008 segna i primi due gol della sua carriera in Champions League, che permettono alla Roma di vincere sul campo del Cluj per 3-1. Il 9 dicembre realizza la prima delle 2 reti che consentono alla Roma di battere il Bordeaux e di qualificarsi, come prima del girone, agli ottavi di finale della Champions League. A fine stagione saranno 44 le presenze e 6 le marcature (tra campionato, Coppa Italia e Champions League).

Nella stagione successiva va in gol contro Palermo, Parma e ancora Palermo, al ritorno (in cui realizza la sua prima doppietta in Serie A[17]), in 24 incontri disputati.

Il 7 settembre 2010 prolunga il suo contratto con la società fino al 30 giugno 2014.[18] L'8 maggio 2011, durante la gara contro il Milan, riporta la frattura al perone del ginocchio destro.[19]

Atalanta e TorinoModifica

Il 31 agosto 2011 passa in prestito secco all'Atalanta per la stagione 2011-2012.[20][21] Il 18 settembre esordisce in campionato con la nuova maglia, nell'incontro vinto per 1-0 dall'Atalanta sul Palermo.[22]

Dopo un periodo di prova, l'11 agosto 2012 passa al Torino in prestito gratuito.[23] Il'1º settembre 2012, realizza la sua prima rete in maglia granata contro il Pescara; gara terminata per 3 a 0.[24]. Il 13 gennaio 2013 sigla la sua seconda rete stagionale nella partita Torino-Siena (3-2).

A fine stagione torna alla Roma per fine prestito, ma l'8 luglio 2013 si trasferisce nuovamente al Torino, questa volta a titolo definitivo[25], con un contratto annuale con opzione per il secondo[26]. La sua permanenza in granata dura poco perché nel mercato di gennaio viene ceduto al Sassuolo (squadra contro la quale aveva segnato pochi giorni prima).[27][28]

Sassuolo, ritorno a Bologna, Perugia ed EmpoliModifica

Il 2 febbraio 2014 debutta da titolare con la maglia del Sassuolo nella sconfitta interna per 2-1 contro l'Hellas Verona. Con 7 presenze dà il suo contributo alla squadra che riesce a salvarsi, viene quindi confermato anche per la stagione successiva giocando alte 17 partite.

Il 20 luglio 2015 firma un contratto annuale col Bologna, neopromosso in Serie A, tornando così, dopo 14 anni, sotto le due torri;[29] colleziona altre 23 presenze in A.

Rimasto svincolato, il 15 luglio 2016 firma un contratto biennale con il Perugia in Serie B.[30] Il 7 agosto 2016 esordisce con la maglia del Perugia e firma il gol vittoria contro l'Alessandria che sancisce la qualificazione per i Grifoni al turno successivo di Coppa Italia. Il 24 gennaio 2018 passa fino a fine stagione all'Empoli.[31] Il 2 febbraio segna all'esordio con gli azzurri, nella vittoria interna per 4-0 contro il Palermo.[32] A fine anno con il club empolese

Il 19 maggio 2019 torna al gol in massima serie che mancava da più di 5 anni (in quel caso indossava proprio la maglia del Torino), segnando nella vittoria per 4-1 contro il Torino dopo 29 secondi dal suo ingresso.[33][34]

NazionaleModifica

Ha vestito a lungo la maglia della Nazionale Under-21: dal 2000 al 2004 ha collezionato 35 presenze e 2 gol con la squadra di cui è stato anche capitano. Ha partecipato all'Europeo Under-21 2002, arrivando in semifinale, e all'Europeo Under-21 2004 laureandosi campione. È stato escluso dai convocati per i Giochi olimpici di Atene dal c.t. Claudio Gentile.

Ha esordito in Nazionale maggiore con il c.t. Giovanni Trapattoni, il 21 agosto 2002, a 21 anni, nella partita Italia-Slovenia (0-1) giocata a Trieste.

Il 28 marzo 2009, dopo quasi sette anni di assenza, ritorna in Nazionale con il c.t. Marcello Lippi che lo impiega nelle sfide di qualificazione ai Mondiali 2010 contro il Montenegro e Italia-Irlanda (1-1).[35] Viene impiegato anche il 6 giugno nella partita amichevole contro l'Irlanda del Nord giocata a Pisa.[36]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 19 maggio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1998-1999   Rimini C2 10 1 CI-C 0 0 - - - - - - 10 1
1999-2000 C2 34 6 CI-C ? ? - - - - - - 34 6
Totale Rimini 44 7 ? ? - - - - 44 7
2000-2001   Juventus A 11 0 CI 1 0 UCL 0 0 - - - 12 0
2001-2002   Bologna A 32 0 CI 2 0 - - - - - - 33 0
ago. 2002   Juventus A 0 0 CI 0 0 UCL 0 0 SI 1 0 1 0
Totale Juventus 11 0 1 0 0 0 1 0 13 0
2002-2003   Parma A 22 1 CI 0 0 CU 3 0 SI 0 0 25 1
2003-2004   Brescia A 29 1 CI 2 0 - - - - - - 31 1
2004-2005   ChievoVerona A 35 1 CI 1 0 - - - - - - 36 1
2005-2006 A 26 2 CI 0 0 - - - - - - 26 2
2006-2007 A 28 6 CI 1 0 UCL+CU 1+2 0 - - - 32 6
Totale ChievoVerona 89 9 2 0 3 0 - - 94 9
2007-2008   Roma A 24 1 CI 5 0 UCL 2 0 SI 1 0 32 1
2008-2009 A 35 3 CI 2 0 UCL 7 3 SI 0 0 44 6
2009-2010 A 24 4 CI 2 1 UEL 6 0 - - - 32 5
2010-2011 A 25 1 CI 2 0 UCL 5 0 SI 0 0 32 1
ago. 2011 A 0 0 CI 0 0 UEL 1 0 - - - 1 0
Totale Roma 108 9 11 1 21 3 1 0 141 13
2011-2012   Atalanta A 11 0 CI 0 0 - - - - - - 11 0
2012-2013   Torino A 23 2 CI 2 0 - - - - - - 25 2
2013-gen. 2014 A 16 2 CI 1 0 - - - - - - 17 2
Totale Torino 39 4 3 0 - - - - 42 4
gen.-giu. 2014   Sassuolo A 8 0 CI 0 0 - - - - - - 8 0
2014-2015 A 23 0 CI 1 0 - - - - - - 24 0
Totale Sassuolo 31 0 1 0 - - - - 32 0
2015-2016   Bologna A 23 0 CI 1 0 - - - - - - 24 0
Totale Bologna 55 0 3 0 - - - - 58 0
2016-2017   Perugia B 36+2[37] 2 CI 2 1 - - - - - - 40 3
2017-2018 B 12 0 CI 2 1 - - - - - - 14 1
Totale Perugia 48+2 2 4 2 - - - - 54 4
gen.-giu. 2018   Empoli B 14 1 CI 0 0 - - - - - - 14 1
2018-2019 A 10 1 CI 0 0 - - - - - - 10 1
Totale Empoli 24 2 0 0 - - - - 24 2
Totale carriera 502+2 35 27 3 27 3 2 0 560 41

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
21-8-2002 Trieste Italia   0 – 1   Slovenia Amichevole -   46’
28-3-2009 Podgorica Montenegro   0 – 2   Italia Qual. Mondiali 2010 -   81’
1-4-2009 Bari Italia   1 – 1   Irlanda Qual. Mondiali 2010 -
6-6-2009 Pisa Italia   3 – 0   Irlanda del Nord Amichevole -   46’
Totale Presenze 4 Reti 0

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ 50 (2) se si comprendono le presenze nei play-off.
  2. ^ a b c Biografia di Matteo Brighi, Matteobrighi.com (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2011).
  3. ^ Brighi, con una media di 97, era il più forte a FIFA 2003, calcio.fanpage.it, 4 marzo 2017.
  4. ^ Brighi, gran voglia di riscatto «Sfida difficile, ma ce la faremo», Ecodibergamo.it.
  5. ^ (EN) Don Balon’s 2001 list, thespoiler.co.uk, 2 novembre 2010. URL consultato il 22 novembre 2011.
  6. ^ Napoli-Juventus 1-2, Transfermarkt.it, 30 settembre 2000. URL consultato il 27 settembre 2011.
  7. ^ Comunicato ufficiale della Juve: Di Vaio arriva in prestito con diritto di riscatto, Tuttomercatoweb.com. URL consultato il 31 agosto 2002.
  8. ^ Ultimi colpi: Di Vaio alla Juve, Nesta verso il Milan, Il Corriere della Sera. URL consultato il 13 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 1º marzo 2011).
  9. ^ Parma-Wisla Cracovia 2-1, Transfermarkt.it, 31 ottobre 2002. URL consultato il 14 agosto 2012.
  10. ^ Torino-Parma 0-4, Transfermarkt.it, 1º dicembre 2002. URL consultato il 14 agosto 2012.
  11. ^ Siena-Brescia 0-1, Transfermarkt.it, 2 maggio 2004. URL consultato il 14 agosto 2012.
  12. ^ Emerson dalla Roma alla Juve, una telenovela durata due mesi, la Repubblica, 27 luglio 2004. URL consultato il 3 giugno 2009.
  13. ^ Lazio-Chievo 0-1, Transfermarkt.it, 17 ottobre 2004. URL consultato il 17 agosto 2012.
  14. ^ Chievo: rinnovato prestito di Brighi, Tuttomercatoweb.com, 14 luglio 2005. URL consultato il 17 agosto 2012.
  15. ^ Levski Sofia-Chievo 2-0, Transfermarkt.it, 9 agosto 2006. URL consultato il 17 agosto 2012.
  16. ^ Prolungamento contratto per il calciatore Matteo Brighi (PDF)[collegamento interrotto], asroma.it, 26 luglio 2008.
  17. ^ La Roma stravince ancora Palermo battuto 4-1, gazzetta.it, 13 febbraio 2010.
  18. ^ Prolungato il contratto economico per le prestazioni sportive del calciatore Matteo Brighi (PDF)[collegamento interrotto], asroma.it, 7 settembre 2010.
  19. ^ Brighi: "Cercherò di rientrare al meglio per la prossima stagione", rsnews.it, 9 maggio 2011.
  20. ^ Operazioni di mercato del 31 agosto 2011 (PDF)[collegamento interrotto], asroma.it, 31 agosto 2011. URL consultato il 1º settembre 2011.
  21. ^ Comunicato Lega seriea.it
  22. ^ DENIS GOL E L'ATALANTA BATTE IL PALERMO Archiviato il 25 settembre 2011 in Internet Archive. Atalanta.it
  23. ^ Brighi al Toro, torinofc.it, 11 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2012).
  24. ^ Toro show contro il Pescara: finisce 3-0 all'Olimpico, tuttosport.com, 1º settembre 2012. URL consultato il 4 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2012).
  25. ^ "Brighi al Toro"[collegamento interrotto], TorinoFc.it, 8 luglio 2013. URL consultato l'8 luglio 2013.
  26. ^ "Ufficiale: Brighi al Toro a titolo definitivo", Toro.it, 8 luglio 2013. URL consultato l'8 luglio 2013.
  27. ^ Sassuolo-Torino 0-2: Immobile e Brighi rilanciano la corsa verso l'Europa, su Repubblica.it, 19 gennaio 2014. URL consultato il 23 maggio 2019.
  28. ^ Passaggio definitivo al Sassuolo Archiviato il 1º febbraio 2014 in Internet Archive. sassuolocalcio.it
  29. ^ Bologna, a centrocampo arriva Brighi
  30. ^ Calciomercato Bologna, Brighi ceduto al Perugia
  31. ^ Ufficiale: Empoli ecco Brighi e Imperiale
  32. ^ Serie B, Empoli-Palermo 4-0: Caputo spinge i toscani in vetta, su Repubblica.it, 2 febbraio 2018. URL consultato il 23 maggio 2019.
  33. ^ Empoli-Torino, gol di Brighi dopo 29 secondi: è 2-1 al Castellani (VIDEO), su SportFace, 19 maggio 2019. URL consultato il 23 maggio 2019.
  34. ^ A Brighi bastano 29 secondi. Su Fifa era meglio di Zidane, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 23 maggio 2019.
  35. ^ Qual. Mondiali: le pagelle di Italia-Irlanda, datasport.it, 1º aprile 2009.
  36. ^ Brighi, Italia-Irlanda del Nord 3-0, eurosport.yahoo.com, 6 giugno 2009.
  37. ^ Play-off.

Collegamenti esterniModifica