Apri il menu principale

Matteo Mazzantini

rugbista a 15, allenatore di rugby e dirigente sportivo italiano

«Se il mediano di apertura sceglie la tattica e comanda il gioco, il mediano di mischia detta il ritmo. È come se il primo scrivesse le note sul pentagramma, e l’altro dirigesse l’orchestra»

(Matteo Mazzantini, Gazzetta dello Sport, 2003[1])
Matteo Mazzantini
Matteo Mazzantini.jpg
Matteo Mazzantini nel 2008 con la maglia del GRAN Parma.
Dati biografici
Paese Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 87 kg
Familiari Franco Mazzantini (padre)
Elisa Facchini (moglie)
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Mediano di mischia
Ritirato 2010
Carriera
Attività di club¹
1994-1998 Benetton Treviso
1998-2000 L’Aquila
2000-2002 Benetton Treviso
2002-2003 Rovigo
2003-2006 Viadana
2006-2009 GRAN Parma 28 (15)
2009-2010 Livorno
Attività da giocatore internazionale
2000-2003 Italia Italia 9 (0)
Attività da allenatore
2009-2010 Livorno All. 2ª
2010-2012 Bassano DT
2012-2013 Bassano
2013-2016 Italia Accademia zonale di Torino
2014-2015 CUS Torino DT Giovanili
2016- Italia Comitato Regionale Veneto

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate all’11 febbraio 2019

Matteo Mazzantini (Livorno, 24 ottobre 1976) è un ex rugbista a 15, allenatore di rugby a 15 e dirigente sportivo italiano, in carriera attivo nel ruolo di mediano di mischia, vincitore di tre scudetti con la Benetton Treviso e 9 volte internazionale per l'Italia.


BiografiaModifica

Figlio di Franco (nazionale negli anni sessanta), Matteo Mazzantini esordì nel rugby professionistico con il Benetton Treviso; passato all'Aquila, si guadagnò la prima convocazione in Nazionale sotto la gestione Johnstone, nell'incontro d'apertura del Sei Nazioni 2000, che vide l'esordio assoluto dell'Italia nella competizione e anche la sua prima vittoria, contro la Scozia per 34-20; poco dopo raggiunse la finale di campionato 1999-2000 (poi persa contro Roma).

Presente anche ai Sei Nazioni 2001 (due presenze), 2002 (una) e 2003 (due), Mazzantini fu convocato anche per la Coppa del Mondo di rugby 2003 in Australia, torneo nel quale disputò due incontri, con Nuova Zelanda e Canada. Durante l'avventura della spedizione azzurra in quell'edizione della Coppa del Mondo Mazzantini curò una rubrica quotidiana sulla Gazzetta dello Sport dal titolo «Una gita da mediano».

L'incontro con il Canada è, a tutt'oggi, l'ultimo disputato in Nazionale; attualmente, dopo un triennio a Viadana, Mazzantini milita nel GRAN Parma; a maggio 2008 ha subìto una squalifica di 7 mesi per un presunto morso inferto a un avversario di mischia durante un incontro di Coppa Italia con il Rovigo[2], anche se il giocatore ha sempre smentito la circostanza e ha presentato ricorso avverso la squalifica.

Nel 2009, terminato il contratto con il GRAN, è tornato nella sua città natale per assumere l'incarico, oltre che di giocatore, anche di assistente allenatore e direttore tecnico del Livorno[3].

È sposato con Elisa Facchini, già tre quarti ala del Benetton Treviso e anch'essa internazionale per l'Italia[4].

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Matteo Mazzantini, Una gita da mediano: il mediano di mischia, anzi di musica, in Gazzetta dello Sport, 18 ottobre 2003. URL consultato l'8 ottobre 2008.
  2. ^ Sette mesi di squalifica per un morso alla mano, in Kataweb, 30 maggio 2008. URL consultato l'8 ottobre 2008.
  3. ^ Dario Serpan, Chi si rivede, Matteo Mazzantini, in il Tirreno, 18 giugno 2009. URL consultato il 15 aprile 2010.
  4. ^ Marco Pastonesi, Mazzantini: la moglie gioca, il marito rimane a casa, in Gazzetta dello Sport, 4 febbraio 2007. URL consultato l'8 ottobre 2008.

Collegamenti esterniModifica