Mattia di Gerusalemme

vescovo di Gerusalemme e santo
Mattia I
Vescovo di Gerusalemme
Fine patriarcatoca. 120
PredecessoreGiovanni
SuccessoreFilippo
San Mattia di Gerusalemme

vescovo e martire

 
Venerato daChiesa cattolica
Ricorrenza30 gennaio

Mattia o Matteo[1] (... – 120) è stato l'ottavo vescovo di Gerusalemme nel II secolo secondo la cronotassi di Eusebio di Cesarea[2][3][1].

Mentre non è attestato il suo culto nelle Chiese orientali,[3] è venerato come santo dalla Chiesa cattolica e commemorato il 30 gennaio secondo il martirologio romano:[3]

«A Gerusalemme, san Mattia, vescovo, che, dopo aver sofferto molto per Cristo, riposò infine in pace.»

Per primo Adone inserì Marco nel suo martirologio; transitò quindi nel martirologio di Usuardo e infine il Baronio lo introdusse nel proprio lavoro aggiungendo che avesse subito il martirio sotto il regno di Adriano.[3]

NoteModifica

  1. ^ a b PadriBenedettini, p.365.
  2. ^ jerusalem-patriarchate.info.
  3. ^ a b c d Mattia di Gerusalemme, in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica