Maurizio Ferrini

comico e attore italiano (1953-)

Maurizio Ferrini (Cesena, 12 aprile 1953) è un comico e attore italiano.

Maurizio Ferrini nel 2016

Biografia modifica

Gli esordi modifica

Nato artisticamente nella trasmissione del 1985 Quelli della notte, dove fu Renzo Arbore a volerlo come presenza fissa, Ferrini inizia subito a mostrare il suo modo eccentrico di fare comicità interpretando il ruolo di un rappresentante di pedalò di una fantomatica ditta la "Cesenautica". Grazie alla trasmissione di Arbore, Ferrini si fa subito conoscere ed apprezzare dal pubblico televisivo, lanciando il popolare tormentone "Non capisco, ma mi adeguo".

La grande occasione per essere lanciato si presenta all'inizio degli anni novanta, quando partecipa con grande successo all'edizione 1989-1990 di Domenica in, trasmissione nella quale si mostra en travesti con uno dei suoi personaggi più riusciti: la signora Emma Coriandoli, parodia della casalinga media italiana.

La "signora Coriandoli" e le esperienze cinematografiche modifica

Grazie a questa interpretazione, Ferrini viene chiamato a girare spot per alcuni sponsor dell'epoca (come quelli per FIAT, Amadori e Lavazza), il 20 gennaio 1992 Antonio Ricci lo chiama a condurre la trasmissione satirica Striscia la notizia (fino al 18 giugno 1994) dove fa coppia prima con Sergio Vastano, poi con Alba Parietti.

Inoltre, Maurizio Ferrini tra gli anni ottanta e gli anni novanta prende parte anche ad alcuni film: nel 1986, nel ruolo dell'agente Gridelli, partecipa al film Il commissario Lo Gatto, diretto da Dino Risi, questa volta al fianco di Lino Banfi. Due anni dopo è la volta di Compagni di scuola, film corale diretto da Carlo Verdone, dove Ferrini interpreta l'ex alunno Armando Lepore; questa volta un'interpretazione cinica per lui, che nel film forma una coppia forzata con Alessandro Benvenuti.

Infine nel 1992 Ferrini partecipa alla commedia on the road Sognando la California, diretta da Carlo Vanzina, al fianco di tre comici quali Massimo Boldi, il vecchio amico Nino Frassica e Antonello Fassari. In seguito, inizia ad allontanarsi sempre di più sia dal cinema che dalla TV, dove lo si vede qualche volta solo come ospite.

Il ritorno sulle scene modifica

Dopo diversi anni di assenza dalle scene, nel 2005 torna in televisione chiamato da Simona Ventura per partecipare al reality show L'isola dei famosi; entrato a edizione già avviata, Ferrini si classifica al secondo posto con il 25% dei voti.[1] Nel 2007 recita una piccola parte nella fiction Ma chi l'avrebbe mai detto al fianco di Ornella Muti e Katia Ricciarelli. Nel 2011 recita nel ventitreesimo episodio di Don Matteo 8, dove interpreta Dorelli.

Negli anni 2020, dopo diversi anni di assenza dagli schermi, riporta in auge il personaggio della Signora Coriandoli: è la conduttrice Eleonora Daniele a fargli questa proposta durante un'intervista nel corso di una puntata del programma Storie italiane[2]. Ferrini diviene così presenza fissa de Il sabato italiano, altro programma della Daniele, ed è spesso ospite di varie altre trasmissioni, fino a diventare ospite fisso del talk show di Fabio Fazio Che tempo che fa, prima su Rai 3 e poi sul Nove. Nel 2023 partecipa come concorrente alla quarta edizione de Il Cantante Mascherato, condotto da Milly Carlucci, indossando la maschera del Porcellino.

Dal 2024 è testimonial ufficiale dei City Angels.

Vita privata modifica

Maurizio Ferrini non si è mai sposato; si professa cattolico, dopo una presunta apparizione di Gesù.[3]

Filmografia modifica

Cinema modifica

 
Alessandro Benvenuti e Ferrini in una scena di Compagni di scuola (1988)

Televisione modifica

Televisione modifica

Pubblicazioni modifica

Note modifica

  1. ^ Maurizio Ferrini col culo per terra, su guidautile.com (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2013).
  2. ^ Ferrini, l'abisso dopo la Signora Coriandoli: "Devo dire grazie a Eleonora Daniele", su amp.today.it. URL consultato il 14 aprile 2024.
  3. ^ Lucio Giordano, Ero lontano da Dio, poi mi è apparso Suo figlio Gesù e mi sono convertito, in Dipiù, n. 22, 2 giugno 2023, pp. 78-81.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN48464253 · ISNI (EN0000 0000 4401 2629 · SBN RAVV075143 · LCCN (ENn94105115