Maurizio Vallone (dirigente)

Direttore della DIA
Maurizio Vallone
NascitaNapoli, 17 ottobre 1960
Dati militari
Paese servitoItalia Italia
Forza armataStemma della Polizia di Stato 2007.svg Polizia di Stato
Anni di servizio1987 - in servizio
GradoDirigente generale di Pubblica Sicurezza
Comandante diDirezione investigativa antimafia
(direttore)
voci di militari presenti su Wikipedia

Maurizio Vallone (Napoli, 17 ottobre 1960) è un poliziotto e dirigente pubblico italiano.

BiografiaModifica

Maurizio Vallone, Dirigente Generale di Pubblica Sicurezza è nato a Napoli il 17 ottobre 1960 e nel dicembre 1983 si è laureato con lode in giurisprudenza presso l’Università degli Studi Federico II di Napoli.

Nel 1987, è vincitore di concorso pubblico conseguendo la qualifica di Vice Commissario della Polizia di Stato in prova e il 2 agosto 1988 viene assegnato alla Questura di Roma, in servizio presso il Centro Operativo Telecomunicazioni.

A febbraio del 1989 viene assegnato al Dipartimento di Pubblica Sicurezza presso la Direzione Centrale della Polizia Criminale, al Nucleo Centrale Anticrimine. Si specializza in Criminalità Economica ed Informatica presso la Scuola Superiore Reiss Romoli dell’Aquila e viene nominato responsabile della Sezione Criminalità Informatica del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato. Svolge numerose attività investigative sui crimini informatici e partecipa, come rappresentante dell’Italia, al Comitato bilaterale Italia-Usa concernente i crimini informatici, ed al Comitato Europeo Interpol sulla criminalità informatica.

Dal 1989 al 1993 svolge indagini sulla Mafia Siciliana catturando importanti latitanti mafiosi, giungendo alla disarticolazione delle famiglie mafiose Madonia-Galatolo e arrestando i responsabili dell’omicidio dell’imprenditore Libero Grassi.

Il 1 settembre 1993, viene assegnato al Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia di Napoli, dove svolge attività investigative che culminano nell’operazione “Spartacus” sul clan dei Casalesi.

Successivamente, nel 19 febbraio 1997, viene nominato Vice Dirigente alla Squadra Mobile di Napoli dove dirige le Sezioni Criminalità Economica, Antiestorsione e, da ultimo, la Sezione Criminalità Organizzata.

Il 12 giugno 2004, viene nominato Dirigente dell’ufficio di Polizia di Frontiera dell’aeroporto di Fiumicino.

Quattro anni dopo, il 4 dicembre 2008 viene nominato Dirigente del Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia di Napoli.

Il 4 agosto 2013, diviene Direttore del Servizio Controllo del Territorio della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato.

Il 26 marzo 2019 gli viene conferita la carica di Questore di Reggio Calabria e il 1 ottobre 2020 viene nominato Direttore della Direzione Investigativa Antimafia.

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie