Mauro Garofalo

scrittore e giornalista italiano

Mauro Garofalo (Roma, 19 settembre 1974) è uno scrittore, giornalista e fotoreporter italiano.

BiografiaModifica

Nato a Roma, perde il padre a tre anni, trascorre la prima infanzia nelle campagne romane. Cresciuto in Maremma, si Laurea in Storia del pensiero economico. Inizia la carriera nel 2004 a L'Unità come giornalista di cronaca, sotto la direzione di Antonio Padellaro; contemporaneamente diventa autore del programma per ragazzi DN@ - Dimensione Nucleare Avanzata sulla piattaforma digitale Rai Futura, in onda fino al 2007. Nello stesso anno si trasferisce a Milano dove inizia la collaborazione con Nòva, inserto scientifico-tecnologico de Il Sole 24 Ore, per il quale ha realizzato reportage di viaggio su giovani, musica, culture underground e fumetti. Negli anni a venire collabora con diversi settimanali e mensili tra i quali D - La Repubblica delle donne e Class Magazine. È titolare del corso di Scrittura del Centro Sperimentale di Cinematografia - Sede Lombardia e insegna il modulo Storytelling alla Civica Scuola di Cinema di Milano nel corso di Realizzazione Multimediale. Autore di libri-intervista e racconti, nel 2012, con il premio Urania Nicoletta Vallorani fonda il collettivo di scrittura Cailín Óg. Camminatore delle alte vie della montagna, è co-autore della guida Lonely Planet Milano e Lombardia pubblicata nel maggio 2015 in occasione dell'Esposizione Universale EXPO 2015 Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Da settembre 2017 collabora con LaStampa TuttoGreen, curatore tra l'altro dei Racconti dal Bosco e della serie sulle nuove narrazioni per uscire dall'Antropocene, Storie dagli altri mondi.

Il suo primo romanzo, Alla fine di ogni cosa (Frassinelli), racconta la storia del pugile sinti Johann Rukeli Trollmann ambientato nella Germania nazista è stato pubblicato nel 2016. Alla fine di ogni cosa ha ottenuto un significativo successo di critica[1] ricevendo una menzione al Premio Campiello. Finalista al Premio Giuseppe Berto, Alla fine di ogni cosa ha vinto il Premio della Critica e il Premio letterario Segafredo Zanetti Città di Asolo 2016 Un libro per il cinema, il Premio ALI-Librai ASCOM Memo Geremia e il Premio Internazionale Città di Como 2016. Nel 2017 Alla fine di ogni cosa è stato finalista al Premio Megamark e del Premio Città di Cuneo per il Primo romanzo. Il romanzo è stato selezionato per rappresentare l'Italia alla 15ª edizione del Debütroman in Kiel, 2017, Festival del romanzo d'esordio.

A gennaio 2019 esce, sempre per i tipi di Frassinelli, il suo secondo romanzo Il fuoco e la polvere "Feuilleton western. Ambientato in un immaginario far west nella Maremma, a cavallo dell'Unità d'Italia, segue le suggestioni di Sergio Leone, l'idea della frontiera, del confine, la natura e la libertà[2]".

Nel 2020 pubblica con Mondadori Ballata per le nostre anime: "Una rapida pennellata dopo l'altra, un quadro dipinto da un divisionista. Frasi spezzate, voci, allusioni, sguardi, sogghigni, delazioni, spiate, sospiri, desideri inconfessati, rancori. Con parole scabre, di volta in volta ruvide, impastate di fango e pregiudizi (...) grazie all'uso sapiente di un indiretto libero che ricorda quello di Giovanni Verga nei Malavoglia (...) In questo romanzo «gli spiriti ci vivono accanto, i vivi e i morti nello stesso quadro». Mauro Garofalo dissemina lungo tutta la narrazione (...) sette elegie che danno profondo respiro a un romanzo destinato a durare nel tempo." [3]

OpereModifica

RomanziModifica

Romanzi per ragazziModifica

RaccontiModifica

  • Giacomo, in smALLholidays. Vacanze in famiglie a geometria variabile, Lucca, Cinquesensi Editore, 2015, ISBN 978-88-97202-70-7.

Altre pubblicazioniModifica

Premi e riconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Trollmann, lo zingaro che stendeva gli ariani, su la Repubblica, 22 gennaio 2016. URL consultato il 25 giugno 2020.
  2. ^ Il feuilleton western di Mauro Garofalo - Libri, su Agenzia ANSA, 16 gennaio 2019. URL consultato il 25 giugno 2020.
  3. ^ lastampa.it, https://www.lastampa.it/tuttolibri/recensioni/2020/07/11/news/il-giorno-d-ordinaria-follia-di-simone-pianetti-sette-morti-ammazzati-in-nome-della-sua-giustizia-1.39062772.
  4. ^ Vita vera di un creativo precario - Milano, su milano.corriere.it. URL consultato il 25 giugno 2020.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316644258 · ISNI (EN0000 0001 1072 2726 · SBN IT\ICCU\UBOV\083486 · LCCN (ENno2009024878 · BNF (FRcb16259706j (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2009024878