Il Max Racing Team è una squadra motociclistica con sede nel Principato di Monaco, fondata dal sei volte campione del mondo Max Biaggi, che partecipa alle competizioni del motomondiale nella classe Moto3.

Max Racing Team
Motociclismo
PaeseBandiera dell'Italia Italia
Bandiera di Monaco Monaco
CategorieMoto3
Team managerMax Biaggi
Piloti nel 2022
Moto317 Bandiera del Regno Unito - John McPhee
71 Bandiera del Giappone - Ayumu Sasaki
Moto nel 2022Husqvarna FR 250
Pneumatici nel 2022Dunlop

Storia modifica

Il team viene fondato il 19 dicembre 2016 e si iscrive esclusivamente, per i primi due anni di attività, al solo Campionato italiano di velocità. A partire dalla stagione 2019 del Motomondiale partecipa alla classe Moto3. Nella prima stagione mondiale viene scelto come pilota lo spagnolo Arón Canet, al quale viene affidata una KTM RC 250 GP.[1] Canet ottiene pole position e terzo posto in Qatar, primo posto in Americhe, Repubblica Ceca, pole position e primo posto in Aragona, terzo posto in Francia, secondo posto in Catalogna e terzo posto in Germania e chiude la stagione al 2º posto in classifica con 200 punti. Nel 2020 il team decide di passare dalla quarto di litro KTM alla Husqvarna FR 250 e di schierare due piloti: Alonso López e Romano Fenati.[2] Proprio con quest'ultimo il team torna alla vittoria in occasione del Gran Premio dell'Emilia Romagna.[3] la stagione termina al tredicesimo posto nella classifica a squadre.

Nel 2021 al confermato Fenati viene affiancato l'esordiente Adrián Fernández. Fenati disputa una stagione molto regolare nei risultati conquistando tre pole position e quattro piazzamenti a podio di cui una vittoria a Silverstone,[4] per concludere al quinto posto in classifica. Fernández chiude al ventitreesimo posto mentre il team è settimo nella classifica a squadre.[5]

Nel 2022 il team cambia entrambi i piloti schierandosi con Ayumu Sasaki e John McPhee. Sasaki dopo aver saltato due prove per infortunio, torna a gareggiare e vince il Gran Premio d'Olanda, vince nuovamente in Austria, dopo aver dovuto scontare due long lap penalty.[6] Resta in corsa per il titolo per buona parte del campionato, che chiude al quarto posto. Anche McPhee salta qualche prova per infortunio ma torna a gareggiare e vince il Gran Premio della Malesia risultando, in quel momento, il più anziano vincitore della Moto3.[7] Chiude la stagione all'undicesimo posto. Nella classifica a squadre arriva il miglior piazzamento dall'esordio in Moto3 col terzo posto.[8] Al termine del campionato viene annunciato che il team non prenderà parte alla stagione agonistica successiva.[9]

Note modifica

  1. ^ Moto3, Max Biaggi, una squadra "principesca" con Arón Canet, su gpone.com, Buffer Overflow S.r.l., 25 febbraio 2019. URL consultato il 13 dicembre 2020.
  2. ^ RBP, Moto3: Biaggi e Husqvarna insieme per la stagione 2020, su motosprint.corrieredellosport.it, Conti Editore S.r.l., 7 novembre 2019. URL consultato il 13 dicembre 2020.
  3. ^ Moto3, è sempre Grand’Italia! A Misano trionfa Fenati davanti a Vietti!, su gazzetta.it, RCS MediaGroup S.p.A., 20 settembre 2020. URL consultato il 13 dicembre 2020.
  4. ^ Massimo Calandri, Silverstone, tripletta italiana in Moto3: vince Fenati, sul podio Antonelli e Foggia, su repubblica.it, GEDI Gruppo Editoriale S.p.A., 29 agosto 2021. URL consultato il 25 dicembre 2021.
  5. ^ (EN) Moto3 2021 - World Championship Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 14 novembre 2021. URL consultato il 25 dicembre 2021.
  6. ^ Luca Montanari, Moto3, GP Austria: Ayumu Sasaki vince con due long lap penalty, su eurosport.it, Discovery Inc, 21 agosto 2022. URL consultato il 10 novembre 2022.
  7. ^ Simone Valtieri, Moto3 Malesia 2022: vince "nonno" McPhee! Sasaki completa la doppietta del team di Biaggi, su motorbox.com, Boxer S.r.l., 23 ottobre 2022. URL consultato il 10 novembre 2022.
  8. ^ (EN) Moto3 2022 - World Championship Classification (PDF), su resources.motogp.com, Dorna Sports S.L., 6 novembre 2022. URL consultato il 10 novembre 2022.
  9. ^ A Valencia per l’ultima gara del Max Racing Team, su maxracingteam.com, White Honey Promotion S.r.a.l., 3 novembre 2022. URL consultato il 10 aprile 2023.

Collegamenti esterni modifica