Maximilien Morillon

vescovo cattolico belga

Maximilien Morillon (Bruxelles, 9 aprile 1517Tournai, 27 marzo 1586) è stato un vescovo cattolico belga.

Maximilien Morillon
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Tournai (1583-1586)
 
Nato9 aprile 1517 a Bruxelles
Nominato vescovo24 gennaio 1583 da papa Gregorio XIII
Consacrato vescovo16 ottobre 1583 dall'arcivescovo Louis de Berlaymont
Deceduto27 marzo 1586 (68 anni) a Tournai
 

BiografiaModifica

Nato nel 1517 a Bruxelles (secondo altre fonti a Lovanio), era figlio di Guy Morillon, proveniente dalla Franca Contea e professore all'Università di Lovanio, ed Elisabeth de Mil. Compì gli studi universitari a Lovanio, terminandoli nel 1538, ed entrò successivamente nella carriera ecclesiastica. Dopo essere stato canonico di diversi capitoli francesi e belgi, diventò prevosto ad Aire-sur-la-Lys nel 1559. Entrato nella cerchia del cardinale Antoine Perrenot de Granvelle, primate del Belgio, ricoprì diversi incarichi ecclesiastici di prestigio.

Durante la rivolta dei pezzenti venne fatto prigioniero, in quanto vicino agli ambienti reali di Filippo II di Spagna, ma venne presto liberato. Passò gli anni successivi in esilio in Vallonia, dove si spese in favore della riconciliazione della popolazione con il monarca. Dal 1580 il suo nome fu proposto come successore di Pierre Pintaflour a capo della diocesi di Tournai, ma il re fece richiesta della nomina al papa solamente nel 1582.

Il 24 gennaio 1583 Morillon venne quindi nominato vescovo di Tournai da papa Gregorio XIII e fu consacrato il 16 ottobre successivo nella cattedrale di Notre-Dame dall'arcivescovo Louis de Berlaymont, insieme a Remi Drieux come co-consacrante. Mantenne l'incarico fino alla morte, avvenuta nel 1586 a Tournai, e venne sepolto nella cattedrale della diocesi.

Genealogia episcopale e successione apostolicaModifica

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

BibliografiaModifica

  • Charles Piot, Biographie nationale de Belgique, vol. 15, Bruxelles, 1899, pp. 267-272.
  • M. Ch. Weiss (a cura di), Papiers d'État du cardinal de Granvelle : d'après les manuscrits de la Bibliothèque de Besançon, vol. 1, Parigi, Ch. Duvernoy, 1841-1852, p. XXXV.
  • M. Ch. Weiss (a cura di), Papiers d'État du cardinal de Granvelle : d'après les manuscrits de la Bibliothèque de Besançon, vol. 7, Parigi, Ch. Duvernoy, 1841-1852, p. 183.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN282158764 · ISNI (EN0000 0003 8886 3654 · GND (DE1111909571 · BNF (FRcb16725231n (data) · WorldCat Identities (ENviaf-282158764