Apri il menu principale
Mazarine Pingeot nel gennaio 2006

Mazarine Mitterrand Pingeot (Avignone, 18 dicembre 1974) è una scrittrice francese e docente associata di filosofia presso l'università Paris VIII: Vincennes[1]. È nata dalla relazione extraconiugale di François Mitterrand, non ancora presidente della Repubblica Francese, con Anne Pingeot, conservatrice nei musei statali.

Indice

BiografiaModifica

 
François Mitterrand nel 1984

Mazarine Mitterrand Pingeot è stata riconosciuta dopo dieci anni dalla nascita da François Mitterrand come sua figlia nel 1984, durante dunque il primo mandato presidenziale del leader socialista francese. Tuttavia passeranno altri dieci anni prima che la verità venga resa pubblica[2][3]. Dopo aver studiato presso il Lycée Henri-IV di Parigi, nel 1994 ha superato le prove di ammissione al corso ordinario dell'École Normale Supérieure di Fontenay, nella Classe di Lettere, scegliendo poi di laurearsi in Filosofia.

Nel 1998, subito dopo aver discusso la tesi, ha pubblicato la sua opera narrativa di esordio, Premier Roman, di cui sono state vendute oltre 60.000 copie in Francia grazie anche a una massiccia copertura mediatica: il libro è stato poi tradotto in diverse lingue. I romanzi che ha scritto successivamente sono invece stati meno fortunati in fatto di vendite[4]. Dal 2003 Mazarine appare sui principali canali televisivi francesi, dove tiene varie rubriche di carattere culturale. Collabora anche con alcune testate giornalistiche.

In occasione del decimo anniversario della morte di suo padre ha curato la prefazione di un libro di Stéphane Trano a lui dedicato, Mitterrand, une affaire d'amitié. Dall'unione con Mohamed Ulad-Mohand, produttore cinematografico d'origine marocchina, da lei incontrato per la prima volta a Roma nel 2001, sono nati tre figli, Astor, Tara e Marie[5][6]. Nel 2017 si è sposata con Didier Le Bret, uomo politico e diplomatico francese.

OpereModifica

  • Premier roman, Julliard.1998
  • Zeynn ou la reconquête, Julliard. 2000
  • Ils m'ont dit qui j'étais, Julliard 2003
  • Bouche cousue, Julliard 2005
  • Le Cimetière des poupées 2007
  • Mara, Julliard 2010
  • Pour mémoire, Julliard 2011
  • Entretien avec Descartes, Plon 2011
  • Bon petit soldat, Julliard 2012
  • “ La part d’enfance”, 2013
  • “Les invasions quotidiennes”, 2014

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN49368433 · ISNI (EN0000 0001 1443 5564 · LCCN (ENn98072862 · GND (DE132077701 · BNF (FRcb13323906s (data) · WorldCat Identities (ENn98-072862