La McLaren MP4-24 è un'automobile monoposto sportiva di Formula 1, costruita dalla casa automobilistica McLaren, che ha partecipato al Campionato mondiale di Formula 1 2009.

McLaren MP4-24
Lewis Hamilton in azione sulla MP4-24.
Descrizione generale
CostruttoreBandiera del Regno Unito  McLaren
CategoriaFormula 1
SquadraVodafone McLaren Mercedes
Progettata daPaddy Lowe
Neil Oatley
Pat Fry
Doug McKiernan
SostituisceMcLaren MP4-23
Sostituita daMcLaren MP4-25
Descrizione tecnica
Meccanica
TelaioMonoscocca in fibra di carbonio
MotoreMercedes-Benz FO 108W 2.4 L
Altro
CarburanteMobil
PneumaticiBridgestone
Risultati sportivi
DebuttoBandiera dell'Australia Gran Premio d'Australia 2009
Piloti1. Bandiera del Regno Unito Lewis Hamilton
2. Bandiera della Finlandia Heikki Kovalainen
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
17 2 4 0

Presentazione modifica

È stata presentata il 16 gennaio 2009 a Woking, presso la sede della scuderia.[1]

Livrea e sponsor modifica

La livrea rimane inalterata rispetto alle stagioni precedenti.

Sviluppo modifica

In virtù dei nuovi regolamenti imposti dalla FIA per la stagione 2009, la MP4-24 presenta numerose novità rispetto alla precedente MP4-23: è stato ridotto l'alettone posteriore, è stato ampliato l'alettone anteriore, il cui flap potrà essere modificato direttamente dal pilota, sono state eliminate le feritoie di sfogo sulla carrozzeria ed è stato introdotto il sistema KERS, realizzato in collaborazione con Mercedes-Benz High Performance Engines.

Scheda tecnica modifica

La scheda tecnica della monoposto. Il differenziale è autobloccante, la distribuzione è pneumatica, il materiale del blocco cilindri è in alluminio microfuso; gli pneumatici sono i Potenza del fornitore unico Bridgestone, il sistema radio è fornito dalla Kenwood, il volante dalla Enkei mentre il KERS è realizzato in collaborazione con Mercedes-Benz High Performance Engines.

Caratteristiche tecniche - McLaren MP4-24
Configurazione
Carrozzeria: monoposto Posizione motore: posteriore Trazione: posteriore
Dimensioni e pesi
Posti totali: 1 Bagagliaio: Serbatoio:
Masse / in ordine di marcia: 620 kg
Meccanica
Tipo motore: Mercedes-Benz tipo FO 108W a V di 90º, 8 cilindri, 32 valvole Cilindrata: 2398 cm³
Distribuzione: pneumatica Alimentazione: iniezione elettronica digitale Mobil 1
Accensione: elettronica Mobil 1 statica Impianto elettrico:
Frizione: multidisco Cambio: longitudinale, sette marce più retromarcia, comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico
Telaio
Corpo vettura monoscocca a nido d'ape in fibre di carbonio e materiali compositi
Sospensioni anteriori: indipendenti con puntone e molla di torsione anteriore/posteriore / posteriori: indipendenti con puntone e molla di torsione anteriore/posteriore
Freni anteriori: a disco autoventilanti in carbonio / posteriori: a disco autoventilanti in carbonio
Pneumatici Bridgestone / Cerchi: 13 "
Altro
Olio Mobil 1
Benzina Mobil High Performance (5.75% bio)

Piloti modifica

Carriera agonistica modifica

I test modifica

Il 17 gennaio 2009, il collaudatore del team Pedro de la Rosa ha fatto il primo giro di prova della MP4-24 all'Autódromo Internacional do Algarve.[2]

Nei test, la MP4-24 si è dimostrata più lenta delle rivali a causa di problemi aerodinamici, con Lewis Hamilton e Heikki Kovalainen ripetutamente in fondo alla classifica. L'auto è stata sottoposta a un attento esame da parte dei membri del team e di altri critici. Martin Whitmarsh, caposquadra della McLaren, ha detto che la squadra "non ha fatto un lavoro abbastanza buono". Ha anche continuato dicendo: "Abbiamo un'auto sottosviluppata, non abbiamo sufficiente carico aerodinamico e vorremmo concentrarci sulla correzione del problema il più rapidamente possibile".[3]

La stagione modifica

La stagione inizia negativamente con la squalifica in cui incorre Lewis Hamilton nel corso del Gran Premio d'Australia. L'inglese, che inizialmente era stato classificato terzo ai danni di Jarno Trulli, è stato successivamente squalificato dalla FIA, sulla base di un comportamento giudicato antisportivo. Il fatto è stato scoperto dall'analisi delle registrazioni radio tra il pilota anglocaraibico della McLaren e il muretto, dal quale sarebbe partito l'ordine di rallentare per lasciarsi superare da Trulli in regime di safety car. L'inglese avrebbe poi negato di aver rallentato volontariamente.[4] La parte iniziale della stagione è molto deludente con la macchina che spesso non raggiunge i punti. Dal Gran Premio d'Ungheria la vettura si dimostra più competitiva, conquistando la prima vittoria con Hamilton. Nel gran premio seguente le due vetture monopolizzano la prima fila e solo un disguido ai box impedisce a Hamilton di lottare per la vittoria finale con Barrichello[5]. Lewis Hamilton conquista due pole di fila (Monza e Singapore). Nella prima gara il podio viene perduto per un incidente del pilota all'ultimo giro, mentre nella gara asiatica l'inglese ottiene la seconda vittoria dell'anno[6]. Anche le prestazioni di Kovalainen testimoniano del miglioramento della vettura; il finlandese giunge per sei gare di fila in zona punti, tuttavia le sue prestazioni rimangono lontane da quelle del compagno di squadra, e non conquista neanche un podio. Hamilton chiude la stagione con due podi (Giappone e Brasile) e la pole ad Abu Dhabi, dove la terza vittoria stagionale gli sfugge, a causa di un problema al freno posteriore, che lo costringe al ritiro. La McLaren conquista il terzo posto nella classifica costruttori, battendo di un solo punto la Ferrari.

Risultati F1 modifica

Anno Team Motore Gomme Piloti                                   Punti Pos.
2009 McLaren Mercedes Mercedes-Benz FO 108W 2.4 V8 B   Hamilton SQ 7 6 4 9 12 13 16 18 1 2 Rit 12 1 3 3 Rit 71
  Kovalainen Rit Rit 5 12 Rit Rit 14 Rit 8 5 4 6 6 7 11 12 11
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

Note modifica

  1. ^ Jonathan Noble, Pablo Elizalde, McLaren launch 2009 challenger, su Haymarket Publications, Autosport, 16 gennaio 2009. URL consultato il 16 gennaio 2009.
  2. ^ De la Rosa gives new McLaren first run, su autosport.com, 17 gennaio 2009. URL consultato il 18 gennaio 2009.
  3. ^ McLaren will struggle – Hamilton, su news.bbc.co.uk, BBC Sport, 26 marzo 2009. URL consultato il 30 marzo 2009.
  4. ^ Trulli riammesso in terza posizione (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2009).
  5. ^ La McLaren pasticcia, vince Barrichello, su it.f1-live.com, 23 agosto 2009. URL consultato il 25 agosto 2009.
  6. ^ Hamilton trionfa a Singapore, su f1.gpupdate.net, 27 agosto 2009. URL consultato il 28 agosto 2009 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2009).

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Sito ufficiale, su mclaren.com. URL consultato il 16 gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2009).

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1